Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 19.46 del 12 Novembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

«Ripareremo quella ferita ambientale della zona industriale»

L'ha detto l'assessore all'ambiente della Regione Toscana, Federica Fratoni: «Aziende e cittadini collaborino, recupereremo completamente quel territorio»

LE BONIFICHE DELL'AREA SIN/SIR
«Ripareremo quella ferita ambientale della zona industriale»
Massa-Carrara - «Si stanno creando le condizioni per riparare a un ferita ambientale che il territorio di Massa e Carrara ha sopportato per lungo tempo e finalmente è arrivata la stagione perché sia definitivamente superata». Queste le parole con cui l'assessore all'ambiente Federica Fratoni ha commentato la presentazione dell'avvio delle indagini e del monitoraggio delle acque della falda apuana nell'area, che porteranno alla operazione di bonifica delle aree ex Sin/Sir di Massa-Carrara. Con lei erano presenti i sindaci di Massa Francesco Persiani e di Carrara, Francesco Di Pasquale, che hanno salutato la giornata come una data di portata storica per il loro territorio arrivata dopo una lunga attesa.

Per Sogesid, la società "in house" del Ministero dell'Ambiente che è il soggetto attuatore degli interventi, erano presenti i dirigenti Carlo Messina e Silvia Carecchio, assieme al project manager della commessa Andrea Carloni e al responsabile del procedimento per gli interventi nelle aree residenziali, Ivan Siciliano.

"Con questa presentazione – ha detto Fratoni - vogliamo anche rivolgere un invito ai cittadini e alle imprese di quelle zone a prestare la massima collaborazione perché questi interventi sono volti a recuperare completamente un territorio, a reindustrializzarlo, aprendo anche a nuove possibilità economiche. Soprattutto vogliono restituire un territorio sanificato rispetto a un'industria del passato che ha creato sì occupazione, ma ha anche impattato in maniera significativa".

Quindi Fratoni è passata a ripercorrere i passi compiuti, con la deperimetrazione del 2013 del SIN (Sito di bonifica di interesse nazionale) che è in buona parte è diventato SIR (di interesse regionale), con l'attività intensa della Regione Toscana che ha portato nel 2018 a sottoscrivere con il ministro dell'ambiente Gelletti l' accordo di programma che ha integrato le risorse preesistenti di 3,5 milioni di ulteriori 22 milioni. Quindi oggi – ha precisato Fratoni - abbiamo a disposizione 25 milioni e mezzo, che è una cifra assolutamente significativa. In questo accordo abbiamo individuato come soggetto attuatore Sogesid,, che lavora a stretto contatto con la struttura regionale e che quindi ha individuato non solo gli interventi ma, ancora prima, la realizzazione di una rete di monitoraggio molto puntuale, la più disseminata e accurata, mi risulta, a livello italiano, che consentirà di studiare intanto la falda e acquisire ulteriori elementi di conoscenza e di poter definire in maniera precisa e efficiente gli interventi che poi saranno realizzati".

"Per la falda di Massa e Carrara - spiega il presidente e Ad della Sogesid Enrico Biscaglia - siamo a un passaggio importante e atteso: questo lavoro consentirà infatti di acquisire le informazioni essenziali al raggiungimento degli obiettivi di bonifica. Il nostro impegno per questo territorio – spiega Biscaglia - è molto articolato: a Massa stiamo procedendo alla consegna del progetto per risanare due aree, quella antistante la "Ex Colonia Torino" e dello "Stadio Tinelli", mentre nell'area residenziale di ‘Viale da Verrazzano' nel Comune di Carrara – conclude Biscaglia - si sta completando la caratterizzazione dei terreni e verrà svolta un'analisi di rischio per la quale sono in corso le procedure di gara ".
Mercoledì 12 settembre 2018 alle 14:02:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Sei favorevole o contrario all'erogazione del reddito di cittadinanza per i più poveri?

























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News