Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 07.05 del 2 Luglio 2020

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Un 1° maggio lontano dalle piazze. «Rimettiamo al centro persone, ambiente e salute»

Il messaggio dei sindacati di Massa-Carrara in occasione della festa dei lavoratori. Cgil, Cisl e Uil: «La nostra repubblica è fondata sul lavoro e proprio dal lavoro dovremmo ripartire»

la festa dei lavoratori
Massa-Carrara - Pubblichiamo l'intervento di Cgil, Cisl e Uil di Massa-Carrara in occasione del 1° maggio.

Ci appresteremo a vivere un 1° maggio lontano dalle piazze, sarà un 1° maggio che ci ricorderemo a lungo non solo perché si svolgerà in maniera inconsueta, senza cortei, manifestazioni, comizi. Ce lo ricorderemo perché mai come oggi ci siamo resi conto di quanto sia indispensabile garantire la salute e la sicurezza delle lavoratrici e dei lavoratori. È importante che il lavoro resti protagonista anche e soprattutto in occasione di questo primo maggio, perché il lavoro è la leva fondamentale per restituire una prospettiva credibile per il futuro del nostro Paese e di coloro che rappresentiamo.

Da questa crisi possiamo e dobbiamo cogliere l'occasione epocale per ripensare il nostro modello di produzione, che deve mettere al centro la persona, l'ambiente, la salute, la conoscenza e la dignità del lavoro. Produzione, salute e sicurezza sono elementi che non devono essere messi in contrapposizione e proprio per questo riteniamo indispensabile il coinvolgimento attivo dei lavoratori nella definizione delle pratiche produttive per la Fase due. Nelle prossime settimane si aprirà una nuova fase ancor più determinante, e per questo ricordare quello che è stato è indispensabile affinché nel lavoro la salute e sicurezza diventino un vincolo sia per i prodotti che si realizzano sia soprattutto per le modalità di produzione. La nostra repubblica è fondata sul lavoro e proprio dal lavoro, dalla sua qualità e dalla sicurezza di chi lavora dovremmo ripartire.

In questo un riconoscimento particolare vorremmo tributarlo a tutti coloro che in queste settimane, nonostante l'epidemia, hanno contribuito a garantire i servizi essenziali. Pensiamo agli operatori sanitari ma anche a tutti i lavoratori del commercio, dei servizi, delle reti e più in generale a quanti nelle singole realtà manifatturiero hanno permesso di proseguire l'attività a sostengo dei bisogni primari del Paese. Allo stesso modo anche noi con i nostri servizi di patronato e assistenza fiscale abbiamo sempre garantito un supporto a tutti coloro che in queste settimane ne avevano bisogno, continuando a svolgete un ruolo attivo a sostengo delle fasce più deboli. In questo è indispensabile ricordare il valore sociale che il lavoro riveste nel nostro ordinamento, serve pero ripensare il lavoro oggi anche alla luce di quanto accaduto. Così come serve un impegno concreto da parte dello Stato per garantire il lavoro anche a tutti coloro che oggi si sentono abbandonati e vedono il loro futuro messo in pericolo, pensiamo al settore turistico o ai tanti lavoratori degli esercizi commerciali e della ristorazione.

Festeggiamo assieme questa giornata, dedicata a tutti coloro che con il lavoro ci hanno permesso di fronteggiare una terribile ed inattesa minaccia e impegnamoci assieme per costruire un futuro giusto, equo, solidale e sicuro. Viva il Primo Maggio, Viva la festa dei lavoratori!
Venerdì 1 maggio 2020 alle 07:00:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Contagi e vittime sono in calo da tempo in Italia e i numeri del Covid sono quelli che si registravano a febbraio nei primissimi giorni della futura pandemia. Voi quali sensazioni avete oggi?


















Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News