Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 22.50 del 9 Aprile 2020

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Scontrino elettronico, nuove spese e disagi per le imprese apuane

L'analisi di Confartigianato Massa-Carrara: «La riforma coinvolge anche forfetari e regimi minimi. Crescono i costi per adeguare le attività»

la nuova normativa
Scontrino elettronico, nuove spese e disagi per le imprese apuane
Massa-Carrara - “Addio vecchio scontrino e ricevuta fiscale: ora i ‘corrispettivi’ sono tutti elettronici, comunicati in tempo reale all’Agenzia delle Entrate per via telematica. Una giusta rivoluzione per stare al passo con i tempi che rischia di gravare però solo sulle spalle delle imprese più piccole e meno strutturate, di non incidere più di tanto sul contrasto all’evasione”. E’ l’analisi della direzione di Confartigianato Massa Carrara sulla riforma diventata obbligatoria dal primo gennaio 2020 per tutte le aziende e i professionisti che fanno operazioni verso i consumatori finali, non documentate mediante fattura. L’invio telematico dei corrispettivi all’Agenzia delle Entrate avviene tramite un apposito registratore telematico che memorizza i corrispettivi per i consumatori e li trasmette all’Agenzia stessa. Il nuovo adempimento sostituisce l’obbligo di annotazione dei corrispettivi nel registro e quello di rilascio della ricevuta o dello scontrino fiscale, sostituito dal cosiddetto ‘documento commerciale’. Il registratore può essere acquistato ex novo oppure ottenuto ammodernando i precedenti apparati. “A ogni modo un’ulteriore spesa che pesa quasi per intero sulle spalle delle imprese – prosegue la Confartigianato apuana -. E’ vero, è previsto un credito di imposta, ma copre solo il 50% della spesa sostenuta e fino a un massimo di 500 euro, e deve essere utilizzato in compensazione. I nuovi registratori di cassa per invio telematico determinano poi costi ulteriori che prima non erano a ‘bilancio’ delle aziende, soprattutto quelle piccole: connessione a internet, eventuali canoni di gestione e altro ancora”. Diverse centinaia di euro all’anno, una zavorra difficile da coprire per chi non ha le spalle larghe, in un contesto economico già depresso. “Sicuramente a regime ci saranno dei vantaggi per tutti ma in questa fase iniziale ad avvantaggiarsi saranno solo l’Agenzia delle Entrate e le banche. Le piccole e micro-aziende si trovano già al limite a causa degli appesantimenti burocratici degli ultimi anni e mille euro in un anno fanno la differenza fra vivere e morire. E c’è di più: a dover comprare il registratore telematico saranno anche i cosiddetti forfetari e i regimi minimi fra le partite Iva, a oggi esclusi dalla fatturazione elettronica. Infine pensiamo alle tante piccole attività storiche che magari animano ancora i nostri borghi, le piccole frazioni montane: c’è chi sta pensando di chiudere perché non riesce a far fronte a tutte queste novità introdotte senza alcun accompagnamento da parte dello Stato”. Esiste una moratoria per l’adeguamento dei registratori fino al primo luglio ma è solo un palliativo: “L’obbligo di trasmissione è infatti imperativo dal primo gennaio di quest’anno – sottolinea la direzione di Confartigianato – quindi fino a tale data gli scontrini dovranno comunque essere inviati tramite consulenti, professionisti e associazioni. Oppure si dovranno inserire retroattivamente il prima possibile. Abbiamo anche dei dubbi sull’efficacia di questa misura per contrastare l’evasione fiscale – conclude la Confartigianato apuana – perché chi non faceva lo scontrino prima può tranquillamente non inviare il corrispettivo telematico oggi. Ben altri risultati si potrebbero ottenere con la limitazione dell’uso del contante”.
Martedì 28 gennaio 2020 alle 12:59:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Coronavirus, mascherina obbligatoria in Toscana. Tu sei d'accordo?

Chi è il miglior giocatore del Podenzana?




















Chi è il miglior giocatore dell'Atletico Carrara?





































Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News