Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 16.40 del 22 Luglio 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Reddito di cittadinanza e quota 100: la Confartigianato apuana è pronta

Gli uffici di Massa-Carrara sono già attivi per supportare le persone che rientrano nei parametri della legge di bilancio

la manovra economica
Reddito di cittadinanza e quota 100: la Confartigianato apuana è pronta
Massa-Carrara - Gli Uffici del Patronato Inapa/Confartigianato Massa-Carrara sono già attivi per supportare le persone che rientrano nei parametri prevista dalla normativa per la cosiddetta “Quota 100”, per usufruire del “Reddito di Cittadinanza” e per la prorogata ”Opzione Donna”.

QUOTA 100
Da aprile 2019 si dovrebbe aprire la prima finestra per accedere alla pensione con Quota 100, che vedrà la luce con un decreto ad hoc previsto entro la fine del mese di Gennaio che andrà a modificare la Legge Fornero.
I requisiti necessari saranno di avere 62 anni di età e 38 anni di contributi maturati entro il 31/12/2018 per i dipendenti privati, mentre per i dipendenti pubblici il raggiungimento dei requisiti sarà posticipato al 31/03/2019 e la prima finestra per l'uscita si avrà a partire da ottobre 2019. I beneficiari di Quota 100 non potranno cumulare la pensione con redditi di lavoro fino a 67 anni, il tetto sarà di 5000 euro l'anno.

OPZIONE DONNA
Viene prorogata al 2019 l'Opzione Donna, potranno usufruire di questa opportunità le lavoratrici che hanno 58 anni di età e 35 anni di contributi (59 se autonome). Questa possibilità di ritiro anticipato comporta però il ricalcolo della pensione interamente con il sistema contributivo, questo potrà penalizzare la lavoratrice sull'importo della pensione che andrà a percepire, anche fino al 40%.

REDDITO DI CITTADINANZA
Dal mese di Aprile 2019 dovrebbe entrare in vigore il Reddito di Cittadinanza, per poterlo richiedere non sarà necessario fare nessuna domanda ma è necessario possedere una soglia Isee non superiore a 9.360 euro, sarà considerato anche il patrimonio immobiliare, oltre la prima casa, fino a un massimo di 30mila euro e il patrimonio mobiliare entro 10mila euro. L'importo dell'assegno sarà fino a un massimo di 780 euro al mese, con la possibilità di crescita in base al numero dei figli.
La durata dovrebbe essere 18 mesi con possibilità di proroga per altri 18 se sussisteranno i requisiti.
Per la fruizione dell'assegno il beneficiario dovrà dare disponibilità a lavorare 8 ore ad impieghi in servizi di pubblica utilità, e partecipare a corsi di formazione, finalizzati ad una eventuale assunzione.

Per ulteriori e approfondite informazioni, per verificare le singole situazioni e per l’assistenza necessaria alla predisposizione delle domande gli interessati possono contattare il Patronato Inapa/Confartigianato, in Carrara, Via VII Luglio 3, tel. 0585/70962
Giovedì 3 gennaio 2019 alle 12:41:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News