Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 10.31 del 20 Giugno 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Pabe verso la proroga, Cisl: «Il Comune convochi tutti gli attori»

Andrea Figaia interviene nel dibattito sui piani attuativi dei bacini estrattivi: «Da approvare entro un mese»

il futuro del marmo
Pabe verso la proroga, Cisl: «Il Comune convochi tutti gli attori»
Massa-Carrara - Riunione interlocutoria a Firenze in Regione per il futuro dei Pabe (i piani attuativi dei bacini estrattivi, ndr) per quanto riguarda i comuni marmiferi di costa, Massa e Carrara. La Regione si impegna a tradurre in legge la 'richiesta' dei comuni di ottenere una proroga sulla data ormai trascorsa del 5 giugno, prevista dalla legge 35. Sull'argomento interviene Andrea Figaia, segretario generale della Cisl Toscana Nord. «Onestamente – afferma – Carrara rispetto a Massa ha avuto un anno in più e quindi appare assai più evidente il proprio ritardo. È anche vero che Carrara nel distretto rappresenta di gran lunga il comune a maggiore escavazione. I ritardi riguardano anche altri aspetti che sono già stati evidenziati».

«La sospensione o il fermo delle cave attive comporta ricadute occupazionali. La Cisl e la Filca Cisl hanno proposto di provare ad utilizzare anche il fondo marmo, un contenitore finanziario in questa fase assai capiente. Ma la mancata esecutività della legge che prevede entro il 30 giugno una operatività della cosiddetta filiera, di fatto rende monca la nuova legge del marmo. Il padronato incassa altra proroga, continua l'escavazione, le quantità escavate non calano, non si prende impegni per lavorare un po' di marmo in loco, di fatto coloro che non avessero presentato la sanatoria potranno ancora farlo».

«Ben rappresentati da avvocati, commercialisti, geologi e ingegneri – prosegue Figaia – vorrebbero fare intendere che non avevano capito, in materia di perimetro autorizzato, la differenza prevista dalla 35 tra ravvedimento amministrativo e ritiro della concessione annessi e connessi? Il territorio attende che la nuova amministrazione carrarese si assuma le proprie responsabilità a cominciare dai Pabe che si è impegnata ad approvare con urgenza entro un mese, poi sarà possibile valutarne meglio l'incidenza. Ci aspettiamo che la amministrazione comunale, come ha fatto la Regione, convochi tutti gli attori interessati, diversamente gli atti di responsabilità come quello di venerdì in Regione non saranno più possibili».
Domenica 9 giugno 2019 alle 18:25:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News