Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 14.43 del 18 Ottobre 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Lapideo, export in calo ma il distretto apuo-versiliese regge bene

La provincia di Massa-Carrara traina l'export di lavorati per 77,55 milioni di euro. Nel frattempo cresce la competizione della pietra artificiale

rallentamento generale
Lapideo, export in calo ma il distretto apuo-versiliese regge bene
Massa-Carrara - Un generale trend negativo coinvolge i principali distretti italiani nel settore lapideo. Un rallentamento nell’esportazione di materiali grezzi e lavorati dovuto a diversi fattori, tra cui la guerra dei dazi tra Stati Untii e Cina, il calo in Italia nel settore delle costruzioni e, non meno importante degli altri, le crescenti quote di mercato acquisite dai produttori di pietra artificiale, principale antagonista dell’ “oro bianco”. La quantità totale di export in Italia è diminuita del 6,67%, il valore del 2,72%.

A rivelare tutto ciò è il report Stone Sector 2019, giunto quest’anno alla sua trentanovesima edizione, un’analisi di mercato su trend e prospettive del commercio internazionale del marmo e della pietra ornamentale svolta annualmente dall’Ufficio Studi e ricerche di Internazionale Marmi e Macchine.

Nonostante la fase delicata che il settore sta attraversando, il distretto Apuo-Versiliese continua a ottenere buoni risultati, registrando un calo decisamente più esiguo (nello specifico, -0,79%) rispetto a quanto accade, ad esempio, nel distretto Lombardo (-15,30) e Veneto (-13,18%).

Dall’analisi del primo trimestre 2019 emerge che, a livello nazionale, il calo della quantità esportata di materiali lapidei ha provocato una leggera diminuzione del valore complessivo dei materiali stessi. “Conforta il dato che registra per il distretto Apuo-Versiliese, e ancor di più per la provincia di Massa-Carrara, un primato delle esportazioni sia per i grezzi che per i lavorati, nonostante il leggero calo rispetto al primo trimestre 2018”, dichiara il Presidente di IMM Fabio Felici. “La nostra provincia traina l’export di lavorati per 77,55 milioni di euro. In un contesto contraddistinto dalla forte competizione dei materiali sintetici su quelli naturali, questo dato certifica l’apprezzamento per il livello qualitativo delle nostre produzioni”.

Il report contiene inoltre una sezione denominata “Stone Sector Innovation” dedicata al mondo della pietra artificiale che, come già evidenziato, si propone come competitor diretto della pietra naturale. Il valore delle esportazioni a livello mondiale è passato negli ultimi dieci anni da circa 2,95 milioni di dollari a 7,90 miliardi. Un motivo in più per monitorare continuamente i flussi commerciali al fine di fornire alle aziende nel settore della pietra naturale i dati necessari per continuare a competere a livello internazionale.
Lunedì 22 luglio 2019 alle 19:08:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-

FOTOGALLERY



























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News