Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Green economy e economia circolare: il futuro dell'area ex Dalmine

Il Consiglio regionale ha approvato la mozione presentata dal Movimento 5 Stelle e sottoscritta dal Pd

startup e innovazione
Green economy e economia circolare: il futuro dell´area ex Dalmine
Massa-Carrara - Avviare un percorso di rilancio dell’incubatore Sviluppo Toscana spa nell’area ex Dalmine, insieme a Invitalia, Comuni di Massa e Carrara e Università di Pisa, anche tramite l’aggiunta di “servizi da acceleratore di imprese”. Un rilancio però che sia “centrato unicamente su ricerca e sviluppo in ambito green economy ed economia circolare”. È quanto prevede la mozione presentata da M5S e approvata dall’aula del Consiglio regionale, primo firmatario Gabriele Bianchi, e sottoscritta da Giacomo Bugliani (Pd).

L’atto ricorda che la società sta rispondendo agli indirizzi della Giunta regionale attivando aste pubbliche o perizie sugli immobili di proprietà nei comuni di Venturina Terme e Massa. Al momento, si aggiunge, l’immobile di pregio “Ex portineria Dalmine”, a Massa, “è in stato di abbandono” ed è a norma, ma richiede interventi di ripristino dopo il crollo di un controsoffitto. Manca inoltre un atto della Regione che certifichi la possibilità di alienarlo e la conseguente diversa locazione di Sviluppo Toscana spa “solo ed esclusivamente nel perimetro del Comune di Massa”.

La mozione afferma che Sviluppo Toscana spa deve recuperare l’elemento “incubatore e acceleratore di impresa” quale elemento portante del suo oggetto sociale, anche “tramite il rapporto con chi, come Invitalia, cura tali aspetti a livello nazionale”, e con i Comuni dove si trovano le sedi operative dove poter realizzare queste attività.

In particolare la sede di Sviluppo Toscana spa potrebbe rappresentare uno spazio sperimentale dove attuare gli indirizzi, favorendo lo sturtup d’impresa in innovazione e green economy, con particolare attenzione all’economia circolare, come già scritto nel Defr 2018.

La sfida di questo rilancio potrebbe essere inclusa in una aggiunta all’Accordo di Programma che indica Massa-Carrara “Area di crisi non complessa”, tra Ministero dello sviluppo economico, Regione Toscana e Comuni di Massa e Carrara, finanziato in parti eguali da Mise e Regione, per un totale di 10 milioni di euro.
Mercoledì 24 ottobre 2018 alle 22:42:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Sei favorevole o contrario all'erogazione del reddito di cittadinanza per i più poveri?

























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News