Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 11.02 del 13 Dicembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Danni maltempo, prime misure a sostegno di privati e aziende apuane

I Comuni della provincia di Massa-Carrara hanno tempo fino al 14 dicembre 2018 per raccogliere le richieste da presentare a Palazzo Ducale entro il 15

moduli disponibili sul web
Danni maltempo, prime misure a sostegno di privati e aziende apuane
Massa-Carrara - Per i privati e le attività produttive che hanno subito danni a seguito dei fenomeni meteorologici intensi della fine dell’ottobre scorso c’è tempo fino al 14 dicembre 2018 per richiedere le prime misure di sostegno. Questo è quanto prevede la procedura messa a punto dalla Regione Toscana e approfondita nel corso di una videoconferenza tra la stessa Regione e la Protezione civile delle varie Province toscane.

Si tratta di una nuova procedura così come prevista dal nuovo codice della Protezione civile entrato in vigore quest’anno ed è svolta in capo ad ogni comune interessato dall’evento (nella nostra Provincia tutti tranne Comano). I privati e le attività produttive devono quindi presentare richiesta ai rispettivi comuni attraverso moduli predisposti (disponibili oltre che nei comuni anche sul sito della Provincia www.provincia.ms.it).

I comuni, a loro volta dovranno trasmettere alla Protezione civile della Provincia di Massa-Carrara i riepiloghi delle richieste entro il 15 dicembre 2018.

LE INFORMAZIONI DAL COMUNE DI CARRARA
Intanto sulla questione interviene anche il Comune di Carrara. La Presidenza del Consiglio dei Ministri – fa sapere Palazzo Civico – ha attivato l’iter per lo stanziamento di misure economiche di immediato sostegno al tessuto economico e sociale nei confronti della popolazione e delle attività economiche e produttive direttamente interessate dall'evento dello scorso 29 ottobre. La Regione Toscana e gli uffici provinciali di Protezione Civile hanno informato nel tardo pomeriggio di ieri, martedì 4 dicembre, il Comune di Carrara dell’attivazione di tale procedura. Per questo i cittadini e i titolari di attività che abbiano riportato danni causati dal maltempo del 29 ottobre scorso avranno la possibilità di accedere al sostegno economico presentando l’apposita domanda. L’entità del sostegno per i privati cittadini ammonta fino a un massimo di 5mila euro, mentre per le attività produttive arriva fino a 20mila euro. I moduli possono essere scaricati dal sito web del Comune di Carrara, all’indirizzo www.comune.carrara.ms.it e ritirati in forma cartacea presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico al piano terra del Comune, in piazza Due Giugno. Le domande dovranno essere riconsegnate compilate in tutte le loro parti entro e non oltre le ore 12.30 del prossimo 13 dicembre a mano presso l’ufficio Protocollo del Comune di Carrara, per posta certificata (Posta Elettronica Certificata: comune.carrara@postecert.it o per raccomandata (Comune di Carrara - piazza 2 giugno, 1 - 54033 Carrara, in questo ultimo caso non farà fede la data di invio ma quella di recapito). I moduli pervenuti dopo la scadenza delle ore 12.30 del prossimo 13 dicembre non potranno essere presi in considerazione in nessun caso. Tutte le informazioni sono indicate nelle istruzioni allegate alle domande ed emanate nel testo del dipartimento di Protezione Civile che è a disposizione presso l’ufficio Relazioni con il Pubblico e pubblicato sul sito web del Comune di Carrara. Per ulteriori indicazioni, i privati cittadini si potranno rivolgere agli uffici della Protezione Civile (telefono 0585-641414), i titolari di attività al settore Attività Produttive (telefono 0585-641445). Per agevolare la corretta compilazione dei moduli questi uffici resteranno aperti al pubblico in via straordinaria secondo il seguente orario: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle 12.30 e il martedì e il giovedì anche dalle ore 15.00 alle 17.00. Il contributo sarà erogato solo previa effettiva presentazione delle attestazioni di spesa che potrà essere consegnata in una seconda fase. All’articolo 6, inoltre, il decreto riconosce la possibilità di chiedere la sospensione delle rate dei mutui ai soggetti titolari di mutui relativi a edifici sgomberati, ovvero alla gestione di attività svolte nei medesimi edifici, previa presentazione di autocertificazione del danno subito. Sono esclusi dal riconoscimento del sostegno economico i danni relativi ai beni mobili registrati (autovetture). Non potranno essere accolte richieste relative a fabbricati realizzati in tutto o in parte in difformità delle vigenti disposizioni urbanistiche ed edilizie nonché le aree esterne al fabbricato e alle sue pertinenze. Né potranno essere accolte le istanze per attività economiche, produttive, agricole o zootecniche condotte in assenza delle autorizzazioni, visti e permessi previsti dalle norme vigenti. Nel caso in cui il danneggiato abbia beneficiato di indennizzi assicurativi, il contributo sarà corrisposto per la parte eccedente la copertura assicurativa.
Mercoledì 5 dicembre 2018 alle 13:50:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News