Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 11.49 del 3 Luglio 2020

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Apuani, i più indebitati della Toscana ma il rischio finanziario è basso

Il dato emerge nella classifica elaborata dal Sole 24 Ore per l'indagine sulla Qualità della vita 2019. Con un punteggio di 4,3 nella classifica generale, la provincia apuana risulta al 29° posto in Italia

depositi pro capite a 19.554 euro
Apuani, i più indebitati della Toscana ma il rischio finanziario è basso
Massa-Carrara - Male per l’eccessivo indebitamento, bene per il valore piuttosto basso delle rate di finanziamenti e mutui. In estrema sintesi è questa la fotografia scattata dal Sole 24 Ore per la provincia di Massa-Carrara che, nella classifica sull’indice di rischio finanziario, risulta al 29° posto su 107 province italiane. L’indice è stato elaborato per conoscere dove vivono le persone con la maggiore stabilità finanziaria e l’indagine del quotidiano finanziario fotografa nei vari territori italiani il rapporto tra il reddito annuo dichiarato dalla popolazione maggiorenne residente con crediti attivi e la rata media annua da rimborsare.

«Il debito – spiega il Sole 24 Ore – viene considerato sostenibile se il reddito è pari ad almeno tre volte il valore della rata. Solitamente il rapporto rata-reddito non deve essere superiore al 30%». Il benessere economico viene misurato complessivamente da dieci indicatori che rilevano la mappa dei crediti, la spesa delle famiglie, i protesti pro capite e i depositi bancari. L’indice verrà, come sempre, nell’indagine sulla Qualità della vita 2019, che giungerà alla sua trentesima edizione.

MASSA-CARRARA
Con un punteggio di 4,3 nella classifica generale, la provincia apuana risulta al 29° posto in Italia e al secondo in Toscana dopo Firenze. Nel terzetto di testa si sono piazzate Trieste (5,4), Aosta (5,1) e Parma (5,0). Per quanto riguarda i singoli indicatori, il migliore che caratterizza Massa-Carrara è quello relativo alla rata media mensile per i mutui in essere che ammonta a 728 euro, per questo la provincia apuana risulta al 23° posto in Italia. Anche i protesti sono piuttosto contenuti: 3 euro di importo legato pro capite (29° posto). Al 32° posto, invece, per quanto concerne la rata media: l’importo medio mensile per finanziamenti in essere è di 312 euro. L’esposizione media residua sui finanziamenti attivi, invece, è di 29.024 euro (35° posto). La spesa mensile delle famiglie in beni durevoli, invece, ammonta a 207 euro (54° posto). Altro dato interessante è il reddito complessivo dichiarato pro capite (relativo al periodo di imposta 2017) che sfiora i 14mila euro (13.932 euro, 57° posto). L’importo medio dei depositi bancari pro capite ammonta a 19.554 euro (65° posto). Infine, Massa-Carrara risulta nella parte bassa della classifica per prestiti personali (287 euro di rata media mensile, 87° posto) e, soprattutto, per l’indebitamento: il 48,4% della popolazione sul totale dei maggiorenni ha un finanziamento attivo, un dato molto alto visto che rappresenta il 103° posto in classifica, ultimo posto in Toscana.

E il dato sull’indebitamento non è una novità, purtroppo, per la provincia apuana alle prese da troppo tempo ormai con un alto tasso di disoccupazione. La relazione tra disoccupazione e indebitamento, d’altronde, è piuttosto stretta: una famiglia che ha un reddito basso e poche disponibilità liquide è più facilmente portata a indebitarsi per far fronte alle sue esigenze.
Venerdì 22 novembre 2019 alle 15:28:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Contagi e vittime sono in calo da tempo in Italia e i numeri del Covid sono quelli che si registravano a febbraio nei primissimi giorni della futura pandemia. Voi quali sensazioni avete oggi?


















Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News