Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 12.49 del 14 Novembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Allarme abusivi: il 10% degli apuani sostiene la concorrenza sleale

Dai dati presentati da Cna due imprese artigiane su tre sono danneggiate dall'abusivismo. L'associazione di categoria chiede uno sforzo agli organi di controllo

IMPRESE IRREGOLARI
Allarme abusivi: il 10% degli apuani sostiene la concorrenza sleale
Massa-Carrara - Saloni di bellezza allestiti in casa e lavanderie a gettone (self service) che effettuano il servizio tradizionale con tanto di stireria e confezionamento. Due imprese artigiane su tre danneggiate dall’abusivismo e dalla concorrenza sleale: sono i numeri presentati da Cna in occasione dell’incontro organizzato dall’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Lucca – Massa Carrara che si è tenuto mercoledì 17 ottobre a Carrara. Imprese regolari impotenti di fronte all’esplosione di attività illegali ed abusive: il 10% dei cittadini della provincia di Massa-Carrara, questa la stima su base nazionale, fanno acquisti di beni e servizi nella filiera dell’abusivismo e del lavoro irregolare.

“Quello che noi oggi possiamo fare come associazione è raccogliere la segnalazione – spiega Giacomo Cucurnia, Referente per il Settore Estetica di Cna – inoltrarla all’Ispettorato, Giardia di Finanza o Polizia ma null’altro di più. L’incontro ci ha permesso, forse per la prima volta, di guardarci negli occhi e di cristallizzare un problema molto serio. La crisi – spiega ancora – ha acutizzato i fenomeni dell’illegalità, in particolare, nel settore delle tintolavanderie dove ci sono delle attività di self Service che offrono servizi di lavaggio, asciugatura, stiratura e consegna dei capi senza alcuna autorizzazione e dell’abusivismo, in particolare, nel settore dell’estetica e dell’acconciatura dove troviamo le persone che lavorano in casa attrezzando una stanza per eseguire le prestazioni alle clienti. Fenomeni che creano seri danni alla nostra economia. La scelta di Cna è sempre, e comunque, dalla parte della legalità sostenendo e tutelando le nostre imprese che, pur subendo le difficoltà momento, operano quotidianamente all’interno delle regole”.

L’abusivismo e la concorrenza sleale sono due fattori che vanno a contribuire, insieme a burocrazia e pressione fiscale, alla morte di un’azienda: “L’abusivo – spiega ancora - non paga le tasse, non rispetta i requisiti igienico sanitari, non utilizza correttamente apparecchiature. Il danno nei confronti delle aziende regolari e così come a quello del sistema economico del territorio. Troppo spesso il problema è stato sottovalutato, ma oggi questa situazione non è più tollerabile. Serve un segnale forte. Per questo abbiamo chiesto alle Istituzioni e gli organi di controllo di impegnarsi per colpire in maniera forte l’abusivismo e di prendere in carico le segnalazioni che invieremo per andare a fare i controlli”.
Mercoledì 17 ottobre 2018 alle 16:54:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Sei favorevole o contrario all'erogazione del reddito di cittadinanza per i più poveri?

























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News