Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 19.18 del 3 Luglio 2020

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

«Ripartenza lenta per le imprese apuane»

Confartigianato Massa-Carrara commenta l'inizio della fase 2, non senza esprimere una certa delusione

il virus sull'economia
Massa-Carrara - "Da bar e ristoranti fino a gelaterie e pasticcerie, tutti i locali pubblici stanno piano piano riaprendo le porte ai clienti. Si affacciano dopo due mesi di stop su un mondo completamente diverso dove dovranno 'conquistare' nuovi spazi, almeno nei mesi più caldi, per sopperire ai tagli di tavoli e posti a sedere imposti dalle regole contro la diffusione di Covid19. Una missione che richiede un aiuto concreto, economico e logistico, da parte dei Comuni. Ed è a loro, ai sindaci e alle amministrazioni locali, che oggi rivolgiamo un appello come associazione di categoria".
La direzione di Confartigianato raccoglie così paure e speranze dei ristoratori apuani che in queste ore stanno cercando di affrontare una ripresa difficile e complicata da cui dipenderà il futuro di tantissime piccole attività già messe in ginocchio da tante settimane di lockdown.

"La situazione è estremamente critica – prosegue Confartigianato -. I clienti stanno tornando a comprare ma è inutile negare che i flussi non sono gli stessi dei giorni che hanno preceduto la pandemia. Molti piccoli imprenditori si trovano sovraesposti sotto il profilo finanziario e rischiano il tracollo perché non sono neppure riusciti ad accedere alle misure di sostegno previste dal governo". Ed è qui che l'aiuto dei Comuni diventa essenziale: misure immediate, reali che garantiscono tagli fiscali e agevolazioni per ampliare all'esterno gli spazi di servizio a costo zero.
"Accogliamo con grande favore, anche a nome dei ristoratori, la decisione dell'amministrazione comunale carrarese di consentire ai pubblici esercizi di utilizzare il suolo pubblico anche in aree non adiacenti alla propria attività. Questa determinazione si va ad aggiungere a quanto stabilito dal Decreto legge 34 del corrente mese che esonera tali attività dal pagamento della tassa per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche dal primo maggio al 31 dicembre. Basterà quindi presentare una richiesta in modalità semplificata al Comune per andare a occupare parte del suolo pubblico con ombrelloni, sedie e tavoli. Non potranno essere svolte attività di intrattenimento di qualsiasi genere, salva espressa autorizzazione e i titolari della concessione dovranno provvedere a propria cura e spese alla pulizia quotidiana dell'area concessa e di quella immediatamente circostante. E' quindi una decisione di buon senso e rappresenta un'occasione da non perdere per iniziare un percorso di rilancio del commercio cittadino: un settore economico fondamentale, fulcro della vita sociale di una città".
Misure che la direzione di Confartigianato si auspica siano prese in tempi rapidi anche da tutte le altre amministrazioni della provincia per cercare di salvare un'importante fetta dell'economia apuana. L'associazione resta a disposizione di chi abbia bisogno di chiarimenti o di ulteriori informazioni in merito: basta rivolgersi alla sede provinciale in via Frassina 65, telefono 0585 1980393, email sedeprovinciale@confartigianato.ms.it
Lunedì 1 giugno 2020 alle 12:47:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Contagi e vittime sono in calo da tempo in Italia e i numeri del Covid sono quelli che si registravano a febbraio nei primissimi giorni della futura pandemia. Voi quali sensazioni avete oggi?


















Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News