Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 08.05 del 2 Luglio 2020

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

«Italiani, stop a E-commerce e grande distribuzione. Per ripartire aiutiamoci a vicenda»

i suggerimenti di un lettore
«Italiani, stop a E-commerce e grande distribuzione. Per ripartire aiutiamoci a vicenda»
Massa-Carrara - Riceviamo e pubblichiamo da parte di un cittadino di Carrara una lettera rivolta a tutta la comunità della Provincia con alcuni suggerimenti per aiutare da un punto di vista economico le attività fortemente colpite dall'emergenza Coronavirus:

Alla luce del nuovo Dpcm del Presidente del Consiglio che entrerà in vigore dal prossimo 4 Maggio, ritengo che d’ora in poi sarà compito del popolo italiano aiutare a far ripartire
l’economia del paese. Questa non è una polemica nei confronti delle decisioni prese dal Governo dall’inizio dell’emergenza, non ultima quella di riaprire gradualmente le attività economiche, ma un incoraggiamento verso gli italiani ad incentivare la ripresa economica con piccoli gesti concreti.

Ognuno di noi ha determinate esigenze, come rinnovare l’armadio di vestiti e scarpe, acquistare apparecchiature elettroniche, sostituire alcune componenti della propria abitazione, e d’ora in poi dovremmo soddisfarle modificando i comportamenti tenuti negli ultimi anni: se vogliamo acquistare un indumento, rivolgiamoci ai diversi negozi al dettaglio della nostra città, invece di acquistarlo sulla sezione e-commerce di una grande catena di distribuzione di vestiario, dove non abbiamo neppure la possibilità di indossarlo e valutare la sua vestibilità. Non trascuriamo neppure l’importante ausilio fornito dal rivenditore nel caso dovessimo acquistare un capo per una occasione speciale. Se abbiamo l’esigenza di un nuovo computer, andiamo in un punto vendita specializzato, dove una persona competente in materia potrà soddisfare le nostre esigenze al meglio, creando, ad esempio, una apparecchiatura ad hoc. La competenza, la disponibilità e l’elasticità di vendita di questi professionisti non si trova facilmente nei grandi centri commerciali, dove sono presenti punti vendita di grandi catene di distribuzione specializzate nell’elettronica, le quali vendono ad esempio computer "standardizzati", e quindi difficilmente personalizzabili. Se desideriamo sostituire il salotto della nostra abitazione, rivolgiamoci ai negozi di arredamento al dettaglio che con il loro calore, il loro gusto e la loro esperienza possono consigliarci ed arrivare a costruirci l’ambiente dei nostri sogni. Oltre alle peculiarità elencate, come ognuno di noi ben sa, occorre sottolineare che la qualità dei materiali dell’arredamento offerto da questo genere di attività sicuramente è
superiore a quella dei beni proposti dalle grandi multinazionali specializzate nella vendita all’ingrosso.

L’abitudine a rivolgersi alla grande distribuzione e/o all’e-commerce è legata principalmente a due fattori: il risparmio economico, anche se in alcuni casi è opinabile, e la comodità, visto che con un semplice clic riusciamo ad acquistare qualsiasi cosa ed in pochi giorni la riceviamo comodamente a casa. Ecco, d’ora in poi aggiungiamo altri elementi di valutazione, come la qualità, il servizio sotto il punto di vista dell'ascolto, del consiglio e della risposta ad una determinata esigenza, e un concetto di solidarietà ed empatia tra popolazione e commercianti, oltre che tra i commercianti stessi.

Se entreremo tutti in questa ottica e quindi ci rivolgeremo sempre di più a commercianti ed artigiani della nostra città o della nostra Provincia, che hanno combattuto e dovranno combattere in seconda linea (la prima linea è composta dal personale sanitario) contro un mostro invisibile ma spietato sia sanitariamente che economicamente, sono certo che ci rialzeremo prima del previsto, e l’Italia tornerà ad essere, come è sempre stata, il Bel Paese.
Giovedì 30 aprile 2020 alle 14:28:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Contagi e vittime sono in calo da tempo in Italia e i numeri del Covid sono quelli che si registravano a febbraio nei primissimi giorni della futura pandemia. Voi quali sensazioni avete oggi?


















Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News