Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 12.58 del 16 Novembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

«Bus rotti e capolinea pericolosi. Finalmente le istituzioni se ne accorgono»

La Fit-Cisl interviene nuovamente sul trasporto pubblico locale: «Interessamento, negli ultimi mesi, stanno dimostrando alcuni sindaci e assessori della nostra provincia»

«non siamo più soli a lottare»
«Bus rotti e capolinea pericolosi. Finalmente le istituzioni se ne accorgono»
Massa-Carrara - «Finalmente non siamo più soli a lottare per un servizio di trasporto pubblico migliore». A dirlo è Luca Mannini, segretario della Fit-Cisl di Massa-Carrara. «E' vero – prosegue – il trasporto pubblico nella nostra provincia sta, da anni, funzionando veramente male e il Ctt Nord che gestisce il servizio dal 2009 prima come Atn ora direttamente come Ctt non brilla di certo nella sua gestione. Anzi sembra stia facendo di tutto per offrire un pessimo servizio».

«C'è sicuramente una situazione di incertezza nel settore dovuta alla gara Regionale ferma nelle aule di tribunale da ormai diversi anni ma certo non giustifica Ctt per come gestisce il servizio nella nostra provincia. All'ultima riunione in Prefettura a Pisa, di fronte all'evidente numero di corse saltate per carenza di bus idonei al servizio, l'azienda ha risposto che le corse che saltano rientrano in una percentuale di tolleranza, come se fosse giustificato il fatto di lasciare persone anziane sotto il sole di luglio in attesa dell'autobus che non arriva. Tuttavia ciò che mi spinge a scrivere questa mattina è la curiosità sull'interessamento, negli ultimi mesi, che stanno dimostrando alcuni sindaci e assessori della nostra provincia sulle carenze del trasporto pubblico locale. Bene. Finalmente qualcuno inizia ad interessarsi e questa è certo una cosa positiva.
Tuttavia sorge spontanea la domanda: dove sono stati fino ad ora? Forse sono nuovi nel loro mandato e questo è sicuramente un'attenuante ma di certo non si diventa Sindaco o Assessore dalla sera alla mattina bensì mediante un percorso politico ben definito e la politica locale tutta, negli ultimi anni, si è completamente disinteressata al Trasporto Pubblico».

«Oggi purtroppo, con nostro grande rammarico ne stiamo pagando le conseguenze e come Fit-Cisl abbiamo l'impressione che la pagheremo ancora per molti anni. Basti pensare che siamo l'unica provincia delle 4 che fanno parte di Ctt in cui non siamo soci e che non abbiamo un Consigliere di Amministrazione a rappresentanza del nostro territorio. Come si fa poi a pretendere un buon servizio. Noi come Fit-Cisl sono anni che siamo a denunciare questa cose. Basta collegarsi alla pagina Facebook della Fit-Cisl di Massa-Carrara per vedere i post di tutti i nostri articoli pubblicati sulla stampa. Sono anni che denunciamo l'obsolescenza degli autobus, l'acquisto di Autobus di case costruttrici scadenti, i capolinea pericolosi e in alcuni casi addirittura smembrati su più punti. Sono anni che denunciano che gli autisti sono costretti, per non interrompere il servizio e lasciare a piedi l’utenza, a fare inversione di marcia in curva, su incroci e in piazze di paese invase dalle auto. Sono anni che denunciano i problemi fisici degli autisti derivanti dalla guida perenne di bus fatiscenti. Purtroppo però tutti i politici del nostro territorio hanno sempre fatto orecchie da mercante. Addirittura qualche sindaco ha preferito assegnare a società private il trasporto scolastico del Comune invece di investire su Ctt e creare le condizioni per avere da esso un adeguato servizio. Politici che nelle loro campagne politiche fanno la guerra al precariato e poi creano loro stessi precariato appaltando i servizi comunali a piccole Società private che ogni tre per due falliscono e/o elargiscono buste paga ai dipendenti al minimo sindacale. In ogni caso bene l’interessamento dimostrato da questi nuovi Politici locali segno che anche loro hanno capito che è arrivato il momento di intervenire seriamente. Lo apprezziamo molto. Come sindacato offriamo loro la nostra disponibilità per una piena collaborazione affinché tutti insieme si lavori per arrivare ad un trasporto pubblico degno del proprio nome e finalmente al servizio del cittadino. Il trasporto pubblico non può e non deve essere ridotto a un business ma deve essere l'asse portante di una società moderna improntata su un trasporto ecosostenibile mirato a disincentivare l'uso dell'auto privata e a sostegno del bellissimo territorio in cui viviamo».
Venerdì 28 settembre 2018 alle 16:45:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Sei favorevole o contrario all'erogazione del reddito di cittadinanza per i più poveri?

























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News