Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 16.07 del 22 Maggio 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Carrara nelle "Terre dei Malaspina": i tre musei entrano nel sistema provinciale

Lorenzetti: «Senza le sue cave e le sue sedi espositive questo progetto sarebbe stato incompleto». L'assessore Forti soddisfatta

carmi, cap e "del marmo"
Carrara nelle `Terre dei Malaspina`: i tre musei entrano nel sistema provinciale
Massa-Carrara - Massa, Montignoso, Lunigiana e Carrara si uniscono per ampliare l’offerta di “Terre dei Malaspina e delle Statue Stele”, il sistema museale del territorio provinciale. A partire da oggi, quindi, il Museo Civico del Marmo, il Centro Arti Plastiche e il Carmi faranno parte di questa nuova Rete Provinciale Museale che permetterà agli utenti della provincia di orientarsi nelle visite culturali. “Finalmente Carrara diventa protagonista, insieme alle altre città, di un progetto grande e ambizioso. Senza di lei, le sue cave e i suoi musei questo progetto sarebbe stato incompleto – ha detto il sindaco di Montignos e presidente della provincia Gianni Lorenzetti – E’ una bella scommessa e l’augurio è quello che non si spezzi un meccanismo già iniziato”.

Il sistema museale, nato nel 2008, per volontà della Provincia di Massa Carrara, grazie ad un progetto cofinanziato dalla Regione Toscana all’interno del piano integrato della cultura 2008-2010, con lo scopo di guidare cittadini e visitatori alla scoperta dei musei del territorio. Con la creazione di questa nuova rete, i musei custodi di preziose testimonianze storico-artistiche e culturali, diventano parte attiva di un progetto di coordinamento e strategia comune che ne migliora la visibilità e l’offerta. L’obiettivo principale è quello di poter creare un biglietto unico che permetta ai turisti di tutto il mondo di poter visitate, leggere e scoprire in maniera smart le meraviglie che la costa e la montagna. “Forse è vero che chi mi ha preceduto ha puntato poco sul progetto – ha affermato l’assessore Federica Forti di Carrara – Io sono per il fare e credo molto in questa rete museale. I fatti parlano da soli: Carrara conta circa 20 mila visitatori l’anno, 7 mila dei quali sono stati raggiunti in soli sei mesi di apertura del Carmi”.

In tutto, con il nuovo assetto, sono 19 le sedi museali dell’interno sistema: Museo di Storia Naturale della Lunigiana (Aulla), Museo Chiesa e tomba di San Caprasio (Aulla), Museo Archivio della memoria (Bagnone), Museo Civico del marmo (Carrara), Centro Arti Plastiche (Carrara), Carmi (Carrara), Parco culturale delle Grotte (Equi Terme), Museo della Stampa “Jacopo da Fivizzano” (Fivizzano), Museo audiovisivo della Resistenza (Fosdinovo), Museo dell’emigrazione della gente di Toscana (Lusuolo), Castello Malaspina (Massa), Museo Diocesano (Massa), Museo Etnologico delle Alpi Apuane “Luigi Bonacoscia” (Massa), Museo Castello Aghinolfi (Montignoso), Museo del Lavoro nella Valle del Lucido “Ilario Bessi” (Monsone), Archivio Museo Malaspina (Mulazzo), Museo delle Statue Stele (Pontremoli), Museo Diocesano Pontremoli, Museo Etnografico della Lunigiana (Villafranca Lunigiana).
Giovedì 21 marzo 2019 alle 10:23:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News