Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 08.02 del 20 Settembre 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Il gestore idrico Gaia: "Escherichia coli? Colpa della piogge frequenti"

La società smentisce l'ipotesi di un malfunzionamento del depuratore Lavello 2

«nessun guasto»
Massa-Carrara - Il gestore idrico Gaia S.p.a. replica alle accuse riguardo un possibile malfunzionamento del depuratore Lavello 2 e chiarisce quanto avvenuto negli ultimi giorni e che avrebbe causato l'innalzamento dei valori di escherichia coli nei pressi della foce del torrente. "Intense precipitazioni concentrate in pochi giorni, un fenomeno in aumento nel corso degli anni, ma che in questa primavera 2019 ha assunto caratteri eccezionali arrivando anche a picchi di 179 mm nel mese di maggio, come risulta dalle rilevazioni: la particolare condizione meteorologica ha fatto affluire all'impianto Lavello 2 un quantitativo d'acqua straordinaria e l'impianto è entrato in bypass con maggiore frequenza del solito", si legge nella nota del gestori idrico".

"Si tratterebbe quindi di un fenomeno di origine ambientale, non di un guasto al depuratore la causa (insieme ad altre, ancora da accertare) che può aver contribuito all'aumento della presenza di batteri in prossimità dell'uscita dell'impianto. Lo scarico del depuratore non ha presentato alterazioni ed è stato grigliato e disinfettato nella maniera opportuna come accade normalmente. Tuttavia la portata d'acqua in eccesso proveniente dalle piogge ha provocato l'attivarsi del bypass automatico: l'acqua che transita per il bypass riceve una grigliatura ed una veloce disinfezione che non riesce ad abbatterne completamente la carica batterica. Il crescente ripetersi, nel tempo, di situazioni di piogge eccezionali per il periodo fine primavera – estate (nel 2019 si è avuto il maggio più piovoso degli ultimi dieci anni) ha imposto di valutare soluzioni un tempo non necessarie e non prevedibili".

E ancora: "Gaia, osservata la tendenza dei cambiamenti climatici, ha previsto nel proprio Piano degli Interventi una serie di contromisure urgenti che prevedono la costruzione di un nuovo sistema di stoccaggio in grado di assicurare una disinfezione più efficace anche delle acque in eccesso non trattate dall'impianto di depurazione esistente. Questo garantirà l'afflusso al mare di acque prive della presenza di batteri. Gli interventi sono stati programmati dopo quelli, indispensabili, che hanno interessato il Lavello 1".
Martedì 11 giugno 2019 alle 21:08:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News