Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 06.07 del 13 Luglio 2020

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Beccato venditore abusivo: sequestrate 547 mascherine a Carrara

La Guardia di Finanza ha intensificato i controlli sul territorio apuano. Il sequestro ha riguardato anche 96 confezioni di salviettine

emergenza coronavirus
Massa-Carrara - La Guardia di Finanza, in questo periodo di emergenza, oltre ad essere chiamata a svolgere il compito di controllo del territorio, nel rispetto di quanto imposto dai decreti, ha intensificato l’attività nel settore della contraffazione dei presidi sanitari di prima necessità e nel loro fraudolento rialzo dei prezzi di vendita.

Nel fine settimana, nella provincia di Massa-Carrara, diverse pattuglie sono state impegnate in perlustrazioni e posti di controllo orientati, in particolar modo, alla verifica della regolarità dei trasporti commerciali e del funzionamento degli esercizi aperti al pubblico.

Sono stati fermati 38 cittadini, ai quali è stato chiesto il motivo della presenza o del transito al di fuori dell’abitazione, ed effettuati 84 interventi presso esercizi commerciali di varia natura anche a seguito di situazioni dubbie segnalate da utenti ed operatori al servizio di pubblica utilità “117”. Le verifiche hanno confermato l’aderenza agli obblighi imposti dai recenti decreti.

L’ulteriore attenzione rivolta alla commercializzazione di prodotti sanitari di difficile reperimento, quali mascherine ed igienizzanti, al di fuori dei canali distributivi regolari, ha permesso a una pattuglia di individuare, nel centro di Carrara, un soggetto di origine cinese che sostava nei pressi di un furgone parcheggiato con il portellone semiaperto. Dal controllo è stato appurato che si trattava, a tutti gli effetti, di un estemporaneo punto vendita di presidi sanitari, sprovvisto di qualsiasi autorizzazione, appostato nelle immediate vicinanze del proprio negozio, chiuso in ottemperanza al Dpcm del 9 marzo 2020.

Con questo stratagemma il soggetto aveva trovato un modo per aggirare le restrizioni normative proseguendo, in maniera abusiva, la vendita di prodotti di cui non è riuscito a dimostrare la legittima provenienza. La merce, quantificata in 547 mascherine con marchio francese e 96 confezioni di salviettine è stata sottoposta a sequestro per ricettazione e contraffazione. Sono in corso approfondimenti per individuare la provenienza e le caratteristiche tecniche dei prodotti sequestrati.
Lunedì 16 marzo 2020 alle 14:44:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


















Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News