Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 12.49 del 14 Novembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Al lavoro prima di una nuova ondata di maltempo su Massa-Carrara | Foto

La Protezione civile ha attivato la colonna mobile regionale: fondamentale il contributo dei volontari per il ripristino e la messa in sicurezza. Tutti gli aggiornamenti da Massa, Carrara e Lunigiana

IL PUNTO DELLA SITUAZIONE
Al lavoro prima di una nuova ondata di maltempo su Massa-Carrara<span class=´linkFotoA1Articolo´> | <a href=´/fotogallery/tempesta-su-massa-carrara-il-giorno-dopo-364_1.aspx´ class=´FotoVideoA1´>Foto</a></span>
Massa-Carrara - Una giornata di lavori di messa in sicurezza e rimozione di detriti e piante crollate. A Massa, Carrara e in Lunigiana sono stati moltissimi gli interventi di vigili del fuoco, tecnici comunali, volontari, aziende municipalizzate, Consorzio di bonifica ed Enel (per il ripristino dell'elettricità abbiamo parlato in un articolo a parte).

La Protezione civile regionale ha attivato la colonna mobile che, con una ventina di squadre del volontariato, supporterà direttamente le strutture operative regionali del Vigili del Fuoco. In particolare il lavoro dei volontari si sta rivelando indispensabile nel territorio apuano, uno di quelli più colpiti a livello regionale. I volontari insieme ai vigili del fuoco sono impegnati in interventi di rimozione di tronchi o abbattimento di alberi pericolanti per riaprire le strade e per la messa in sicurezza di edifici con la rimozione di intonaci o tegole.

MASSA
Per quanto riguarda Massa, prima dell'arrivo dell'annunciata nuova ondata di maltempo, il Consorzio di Bonifica prosegue il lavoro di taglio e rimozione degli alberi caduti nei corsi d'acqua, abbattuti dal forte vento di ieri. Da ieri pomeriggio, lunedì, si lavora ancora sul Canal Magro, dove erano state contate una dozzina di piante ad alto fusto che ostruivano il deflusso del canale. Da una primissima ricognizione non si registrano danni alle arginature dei corsi d'acqua e l'intera rete sembra aver sostenuto senza intoppi il deflusso delle acque di pioggia. Gli alberi caduti però rappresentano una minaccia alla sicurezza idraulica, soprattutto in vista dell'arrivo delle nuove piogge annunciate per il ponte dei Morti e la loro rimozione è quindi una priorità. Le forti mareggiate e il mare burrascoso, contrastano il deflusso del canale Poveromo (sempre a Marina di Massa) e per questo attorno alla mezzanotte di ieri il Consorzio ha piazzato una pompa mobile da 500 litri al secondo alla foce del canale. Doppio l'obiettivo: con lo sbarramento di sabbia si evita che il mare inondi le zone interne e il centro abitato più a monte e la pompa idrovora spinge l'acqua in mare, facendo defluire il Poveromo e evitando allagamenti dovuti alla pioggia. L'idrovora mobile resterà montata ancora per qualche giorno, e comunque fino a quando non sarà rientrata l'emergenza maltempo e le mareggiate.

CARRARA
Il Consorzio di bonifica è intervenuto anche a Carrara per la rimozione piante con interventi sul Fosso della Macchia per togliere una grossa palma caduta nel canale che passa nella zona del casello autostradale e sul canale Carlone a Battilana dove il numero delle piante cadute è circa una decina.
Il Comune intanto fa sapere che domani, mercoledì, riprenderanno le lezioni nelle scuole di Villa Ceci e all'Itis Galilei e al liceo Marconi, riapriranno i cimiteri. L'asilo Collodi di Avenza invece resterà chiuso. Restano interdette al traffico, invece, la strada per Campocecina e via Fivizzano a Battilana. Proseguono gli interventi di pulizia e messa in sicurezza del territorio a seguito del maltempo che ha investito la nostra città nella giornata e nella nottata di lunedì. Mentre le condizioni meteo fanno registrare un deciso miglioramento, in queste ore diverse squadre composte dal personale di Protezione Civile, Polizia Municipale e Amia sono impegnate sul territorio per liberare strade e piazze da alberi e rami, abbattuti dal forte vento che in alcuni momenti, secondo il dato rilevato ad Avenza, ha raggiunto raffiche di 140 chilometri all’ora. Nel corso della notte il forte vento ha fatto cadere alcune tegole del tetto della scuola dell’Infanzia Garibaldi e ha provocato il cedimento del muro di recinzione del Campo scuola, per una lunghezza di circa 30 metri. Riaprono quattro delle cinque scuole chiuse. Dopo le verifiche e gli interventi per il ripristino della sicurezza curati da Amia, la pineta di accesso al polo scolastico di villa Ceci è tornata agibile. Questo significa che dopo una giornata di chiusura, domani mercoledì 31 ottobre gli studenti del Liceo delle Scienze Umane Montessori, i bambini della scuola dell’Infanzia Giampaoli e quelli del nido Il Girotondo potranno riprendere regolarmente l’attività nelle rispettive sedi. Da domani riprenderanno le lezioni anche all’interno dell’edificio che ospita lo Scientifico Marconie l’Itis Galilei ad Avenza, dove sono stati sostituiti i vetri danneggiati. Resterà chiusa invece la scuola dell’infanzia Collodi di Avenza dove è necessario un intervento di sistemazione della vetrata centrale che – complice la giornata festiva di giovedì – non si concluderà prima dell’inizio della prossima settimana. Cimiteri aperti. A seguito degli interventi di messa in sicurezza e pulizia, effettuati da Amia in collaborazione con Apuafarma, da domani saranno riaperti tutti i cimiteri del territorio comunale. Viabilità, due chiusure. Resta ancora delicata la situazione della viabilità a monte dove alcuni tronchi rendono critica la circolazione: in particolare la strada per Campocecina è stata momentaneamente interdetta al traffico nel tratto a monte del paese di Castelpoggio che è dunque raggiungibile. Sulle strade di accesso ai paesi a monte è comunque consigliata la massima prudenza. A valle invece quasi tutte le strade sono state liberate e si va verso il ritorno alla normalità. Ancora in corso invece l’intervento in via Fivizzano, nella zona di Battilana, dove il cedimento di due grandi alberi impedisce la regolare circolazione.
E mentre il personale di Amia prosegue i controlli sul verde pubblico, con particolare attenzione alle alberature più esposte al forte vento, con un’ordinanza il sindaco Francesco De Pasquale ha disposto in via precauzionale la chiusura di parchi pubblici e pinete in attesa di un’accurata verifica sulla stabilità di rami e fusti.

LUNIGIANA
A Pontremoli un intervento di somma urgenza è stato attivato dal Consorzio di Bonifica, con Vigili del Fuoco supportati dai volontari, per arginare gli allagamenti creati dall'esondazione di due corsi d'acqua minori.Il presidio dell'impianto idrovoro di Aulla resta il punto fermo nella lista delle attività che il Consorzio di Bonifica sta svolgendo dopo il forte maltempo di lunedì. L'accensione dell'idrovora di ieri si è rivelata fondamentale per far defluire le acque della rete mista di Aulla nel fiume Magra, quando, a causa della violenta ondata di pioggia, il fiume era salito sopra il livello di guardia. In questi casi la città di Aulla non scola più e se non venisse drenata meccanicamente, le acque di pioggia la allagherebbero. L'impianto viene azionato solo in caso di emergenza ed è in grado di scolmare acqua la ritmo di 4000 litri al secondo. I mille ballini di sabbia che il Consorzio ha consegnato al Comune sono stati distribuiti per le emergenze e una parte, in serata è stata posizionata davanti al centro sportivo di Lunezia. I tecnici sono tornati a verificare l'intervento urgente di ieri di rimozione detriti sul torrente Verde in località la Serra. L'alveo del fiume è sgombro dai sassi che minacciavano il ponte. Sono in corso anche controlli dettagliati sulla rete dei canali e sui corsi d'acqua più importanti, insieme alla verifica delle segnalazioni arrivate dai cittadini. Fra tutti i territori colpiti dal maltempo, rimane alta l'attenzione soprattutto nei Comuni di Pontremoli, Zeri, Filattiera e Mulazzo dove i pluviometri hanno registrato cumulate di pioggia come non accadeva da tempo: 250 mm a Zeri, 150mm a Filattiera Rocca Sigillina, 253mm al depuratore di Pontremoli e 168 a Mulazzo (Parana). I tecnici per tutta la giornata continueranno a verificare tutte le situazioni più urgenti per stilare le priorità di intervento e avviare i lavori. Nel frattempo viene garantita la massima disponibilità alle amministrazioni comunali, alla Unione dei Comuni e a tutti i cittadini, ricordando il numero delle emergenze del personale che resta continuamente reperibile 331/6852.074.
Martedì 30 ottobre 2018 alle 19:08:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fotogallery


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Sei favorevole o contrario all'erogazione del reddito di cittadinanza per i più poveri?

























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News