Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 08.03 del 21 Settembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

A Massa-Carrara scoperti più di 200 evasori totali e recuperati 50 milioni in 5 anni

Un bilancio di tutto rispetto per il comandante provinciale della Guardia di finanza Giovanni Fiumara che questa mattina ha lasciato la caserma Vincenzo Giudice. Al suo posto il colonnello Gianluca Dinoi

PASSAGGIO DI CONSEGNE
A Massa-Carrara scoperti più di 200 evasori totali e recuperati 50 milioni in 5 anni
Massa-Carrara - È un bilancio di tutto rispetto quello degli ultimi cinque anni di attività della Guardia di finanzia di Massa-Carrara sotto la guida del colonnello Giovanni Fiumara, il quale questa mattina ha lasciato il comando provinciale. Al suo posto è arrivato il colonnello Gianluca Dinoi. Il passaggio di consegne è avvenuto nella caserma intitolata al maresciallo maggiore Vincenzo Giudice, Medaglia d’Oro al Valore Militare, alla presenza del comandante regionale della Toscana, il generale Michele Carbone.

In estrema sintesi, nei cinque anni trascorsi al Comando del colonnello Fiumara, i finanzieri dei reparti apuani hanno:

- concluso n. 936 fra verifiche, controlli ed altri interventi che hanno permesso il recupero a tassazione, tra ricavi sottratti e costi indeducibili di oltre 400.000.000 di euro con una evasione di imposta sul valore aggiunto di circa 50.000.000 di euro;
- individuato n. 219 soggetti del tutto sconosciuti al Fisco (evasori totali), operanti in svariati settori economici;
- eseguito n. 6.619 controlli in materia di scontrini e ricevute, di cui irregolari 1.703;
- scoperto nel comparto delle Prestazioni Sociale Agevolate e Esenzione Ticket Sanitario oltre n. 300 cd. “furbetti” che intendevano usufruire di benefici sociali nascondendo le loro capacità contributive e recuperando oltre 440.000 euro;
- eseguito decine di controllo nel settore immobiliare “affitti a nero” con un recupero di base imponibile di circa 550.000 euro e applicate sanzioni per oltre 68.000 euro;
- avanzato proposte di misure cautelari amministrative (ex art 22 D.lgs 472/97) e sequestro per equivalente per i reati tributari (art. 311 Legge n. 146/2006 e art 1 comma 143 Legge n. 244/2007) per oltre 24.500.000;
- avanzato richieste di sequestro per equivalente all’Autorità giudiziaria per oltre a 55.500.000;
- segnalato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Massa n. 102 soggetti per reati di natura fiscale;
- sequestrato oltre 400.000 pezzi di prodotti contraffatti o pericolosi e denunciati n. 392 soggetti;
- sequestrato prodotti relativi all’abusivismo commerciale per oltre 20.000 pezzi e segnalati n. 48 soggetti;

- sequestrato oltre 8,5 chilogrammi di sostanze stupefacenti e denunciati n. 44 individui di cui 15 tratte in arresto nonché segnalati alla locale prefettura n. 140 persone;
- denunciato n. 28 soggetti e recuperati euro 1.194.000,00 di indebiti finanziamenti locali e comunitari percepiti;
- accertato danni erariali per oltre 16.000.000 euro e segnalati alla Corte dei Conti n. 90 responsabili;
- denunciato 75 soggetti nei settori dei reati societari, fallimentari, bancari e finanziari accertando un distrazione patrimoniale in danno alle società fallite per euro 8.578.100,00;

Oltre ai risultati sopra esposti sono stati eseguiti numerosissimi altri controlli in vari settori di servizio quali sulla circolazione stradale, attività di prevenzione e repressione del contrasto alla criminalità organizzata, all’usura, ai giochi e scommesse clandestine, al falso nummario, alla pirateria audiovisiva, alla tutela dell’ambiente, raggiungendo sempre gli obiettivi prefissati

Nel corso di questi cinque anni tutto il personale delle Fiamme Gialle, oltre alle attività istituzionali, si è impegnato su tante altre iniziative, tra cui si ricordano:
- la creazione di un gruppo di militari donatori di sangue;
- la partecipazione ai corsi per l’abilitazione all’utilizzo dei defibrillatori;
- la ristrutturazione degli uffici della caserma sede del Comando Provinciale, con la contestuale realizzazione della “sala polivalente”;
- il rifacimento completo dello stabilimento balneare “lido del finanziere”;
- l’intitolazione della strada prospiciente alla sede del Provinciale, al Maresciallo Maggiore Vincenzo Giudice con la partecipazione straordinaria della “Banda del Corpo”, che ha visto una grande partecipazione della cittadinanza massese.
Tra gli eventi occorsi nel quinquennio, anche la inedita e straordinaria vicenda dell’eredità lasciata dalla signora Adriana Carassali che, memore dell’importanza dell’azione istituzionale della Guardia di Finanza, ha inteso donare al Corpo tutti i suoi averi.

CHI È IL NUOVO COMANDANTE PROVINCIALE
Il colonnello Gianluca Dinoi è nato a Taranto ed ha cinquanta anni. Si è arruolato nella Guardia di Finanza nel 1986, frequentando il quadriennio di formazione degli Ufficiali del Corpo presso l’Accademia di Bergamo.
L’Ufficiale, dal 1990 al 1995, ha svolto gli incarichi iniziali della carriera con il grado di Tenente al comando di reparti alla sede di Napoli impegnati nella lotta al contrabbando di tabacchi e della criminalità.
Successivamente trasferito a Fiumicino e promosso Capitano, ha comandato la 2^ Compagnia operante presso l’Aeroporto Intercontinentale “L. Da Vinci”, impegnata nel contrasto al traffico internazionale di stupefacenti e al traffico di merce contraffatta.
Dal 1999 al 2004 è stato Comandante della Compagnia di Lecce reparto con proiezioni operative nel contrasto dell’evasione e delle frodi fiscali e della criminalità, in un contesto caratterizzato dalle emergenze criminali del contrabbando e dell’immigrazione clandestina alle quali sono state storicamente esposte le coste adriatiche.
Promosso Maggiore e successivamente, nel 2006, Tenente Colonnello, è stato assegnato al Comando Generale di Roma dove ha svolto l’incarico di Capo Sezione nell’area della cooperazione internazionale nei settori del riciclaggio di denaro, della criminalità organizzata e delle frodi telematiche. Durante tale periodo di servizio di Stato Maggiore, è stato referente della Guardia di Finanza per la cooperazione di polizia e doganale nelle delegazioni nazionali partecipanti ai lavori del G8, del GAFI, dell’Organizzazione Mondiale delle Dogane e dell’OCSE, nonché “national contact point” di organismi internazionali quali Interpol, Europol ed Olaf.
Promosso Colonnello nel 2012, è stato designato alla frequenza del Corso di Alta Formazione per Dirigenti presso la Scuola di Perfezionamento delle Forze di Polizia del Ministero dell’Interno di Roma, conseguendo il relativo titolo (SFP).
Dal 1 luglio 2013 al 20 agosto del 2018, è stato Comandante Provinciale di Potenza.
Nel corso della carriera il Colonnello Gianluca Dinoi ha svolto numerosi incarichi di docenza presso la Scuola di Polizia Tributaria (ora di Polizia Economico-Finanziaria) – Lido di Ostia (Roma) e nell’ambito delle attività formative a favore di funzionari delle polizie estere promosse dall’Accademia Europea di Polizia (Cepol).
Ha conseguito il diploma in maturità classica e la laurea in “Scienze della sicurezza economico-finanziaria” presso l’Università degli Studi di Tor Vergata – Roma ed ha la qualifica di conoscitore della lingua inglese rilasciata dalla Scuola Lingue Estere dell’Esercito.
E’ insignito dell’onorificenza di Cavaliere della Repubblica, della “Medaglia mauriziana al merito di carriera militare”, della “Medaglia d’oro al Merito di lungo Comando” e della” Croce d’oro per anzianità di servizio”.
E’ sposato e ha un figlio.
Giovedì 30 agosto 2018 alle 19:24:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News