Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 21.44 del 15 Novembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

30 arrestati e 164 denunce: reati in aumento nel bilancio estivo della polizia

Sono il 50% in più le persone finite in manette nella provincia di Massa-Carrara tra il 15 maggio e il 15 settembre

tutti i numeri
30 arrestati e 164 denunce: reati in aumento nel bilancio estivo della polizia
Massa-Carrara - Numeri in forte aumento per il bilancio estivo dell'attività della polizia di Massa-Carrara che va dal 15 maggio al 15 settembre 2018. I dettagli sono stati presentati ai media direttamente dal questore Giuseppe Ferrari nel corso di una conferenza stampa.

Anche quest’anno, prima dell’inizio della stagione estiva, la Questura di Massa-Carrara ha svolto un’attività di pianificazione e preparazione allo svolgimento dei servizi di controllo del territorio, al fine di ottimizzare le risorse a disposizione ed affrontare al meglio le esigenze di sicurezza nella provincia apuana, tenuto conto dell’affluenza di presenze che avrebbe fatto registrare nel periodo estivo.

MASSA
Per quanto riguarda la città di Massa, a seguito di un’attenta analisi dei dati inerenti il territorio, dei profili di delittuosità e delle fenomenologie note, in sede di Riunione Tecnica di Coordinamento delle Forze di Polizia sono state individuate le seguenti priorità:
• attività di prevenzione intensiva nell’area di Marina di Massa in generale, interessata da una notevole concentrazione di presenze a causa delle attività balneari e dei connessi momenti ricreativi serali e notturni;
• controlli mirati volti a frenare le fenomenologie delittuose riconducibili all’esercizio della prostituzione sul litorale nelle ore serali;
• controllo dell’area urbana a ridosso di Via Ascoli e Piazza Betti a Marina di Massa, quale punto di aggregazione giovanile, tenuto conto dei fenomeni di movida registrati nell’area e delle attività di spaccio di sostanza stupefacente e delle altre fenomenologie di disturbo ai residenti;
• intensificazione dell’attività di controllo del territorio in località partaccia, al fine di prevenire reati contro il patrimonio e in materia di stupefacenti, alla luce del notevole incremento di presenze che, nel corso della stagione estiva, si registra nella vasta area camping di Marina di Massa.
Una volta fissati gli obiettivi, è stata intensificata l’attività di controllo del territorio e sono stati predisposti appositi servizi che hanno visto operare, anche congiuntamente, personale della Squadra Volante della Questura di Massa, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Municipale.

La sinergia tra le diverse Forze di Polizia ha assicurato una maggiore presenza e visibilità di pattuglie sul territorio, chiamate a operare nei luoghi che risultano maggiormente frequentati da cittadini e vacanzieri: Piazza Betti, Via Ascoli, la Località Partaccia e il lungomare a Marina di Massa, ma anche altre zone come il centro storico e la stazione ferroviaria.

CARRARA
Anche a Carrara, sulla scorta delle analisi dei fenomeni criminali più diffusi, le operazioni di controllo del territorio sono state orientate alla prevenzione e al contrasto dei reati predatori e in materia di stupefacenti, assicurando maggiore visibilità nei luoghi più frequentati, anche dai vacanzieri, ove è più probabile che si verifichino le summenzionate fattispecie criminose.

Inoltre, grazie al lavoro sinergico avviato con la Polizia Municipale di Carrara, il Commissariato di P.S. ha garantito massimo impegno nella lotta alla contraffazione e all’abusivismo commerciale, attraverso servizi mirati che hanno portato al sequestro di oltre 300 pezzi di merce contraffatta venduta nelle aree mercatali e del litorale cittadino.

Nel periodo di riferimento, la Polizia di Stato ha impiegato 1440 pattuglie automontate della Squadra Volante della Questura di Massa e dell’U.C.T. del Commissariato di P.S. di Carrara, e 91 equipaggi dei Reparti Prevenzione Crimine di Firenze e di Genova che, nel corso della stagione, hanno fornito un prezioso contributo, assicurando maggiore presenza e visibilità nei territori di Massa, Carrara e Montignoso.

Durante i servizi di controllo del territorio espletati nella stagione estiva, il personale della Polizia di Stato ha proceduto al controllo di 10431 persone, con un aumento del 26,5% rispetto alle 8243 dello stesso periodo del 2017. Un incremento si è registrato anche con riferimento ai veicoli: rispetto alle 6430 vetture del 2017, sono stati 12091 i veicoli sottoposti a controllo da parte degli operatori nel periodo di riferimento del 2018 (con un aumento del 88%). Di questi, 6813 sono stati controllati con sistema Mercurio in dotazione agli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine.

La presenza massiva sul territorio apuano e l’espletamento di servizi mirati finalizzati a prevenire e contrastare i reati predatori e in materia di stupefacenti, hanno complessivamente portato all’arresto di 30 persone nel periodo indicato (si registra un aumento di oltre il 50%: nel periodo di riferimento del 2017 sono stati 13 i soggetti tratti in arresto in flagranza di reato). Inoltre, 164 persone sono state denunciate in stato di libertà (con un incremento del 43% rispetto alle 93 persone deferite all’Autorità giudiziaria nello stesso periodo del 2017).

L’utilizzo delle pattuglie motomontate “Pegaso”, che hanno affiancato le Volanti della Questura e del Commissariato di P.S., ha reso più facile l’accesso e il controllo ad alcune aree, soprattutto le vie più strette, quelle a ridosso di corsi d’acqua e le aree verdi.

Le operazioni di pattugliamento e controllo hanno visto protagonisti anche gli uomini della Sezione Polizia Stradale di Massa e Carrara. Nel corso della stagione estiva, sono state contestate 836 violazioni al Codice della Strada, di cui 5 per guida in stato di ebbrezza, con successivo ritiro di 8 patenti e 2 carte di circolazione. In tutta la Provincia sono state trattati 105 sinistri stradali, di cui 43 avvenuti nel territorio dei Comuni di Massa e Carrara e 62 in ambito autostradale.

Tra le attività svolte dalla Polizia Stradale, molto importanti sono stati i servizi di controllo per prevenire le c.d. “stragi del sabato sera”, le scorte effettuate in occasione di manifestazioni sportive (gare ciclistiche ed eventi automobilistici) e i controlli al trasporto di merci, oltre ai servizi di controllo tesi a scongiurare i più gravi effetti che potrebbero derivare dall’uso del cellulare alla guida.

Non sono mancati gli interventi svolti con le Unità Cinofile Antidroga. In particolare, nel corso dei controlli espletati nei principali luoghi di aggregazione o nei posti in cui è frequente il consumo di stupefacenti, 22 persone sono state segnalate ai sensi dell’art. 75 D.P.R. 309/90 per uso personale. All’esito di tali operazioni, sono stati sottoposti a sequestro amministrativo 19,58 grammi di marjuana, 51,81 grammi di hashish e 1,57 grammi di cocaina. Si è proceduto, inoltre, al sequestro penale di 14,81 grammi di cocaina, 62,51 grammi di hashish, 27,18 grammi e 11 piante di marjuana.

Le violazioni del Regolamento Comunale di Massa che, all’art. 56, vieta l’esercizio della prostituzione in strada, sono state 32. Tutte le persone cui è stata contestata la violazione sono state identificate e multate. Grazie all’incisiva presenza delle Forze dell’Ordine sul litorale apuano, il fenomeno in esame risulta in netto miglioramento, tenuto conto della notevole diminuzione di persone dedite al meretricio sul lungomare di Massa.

Tra i luoghi che nel periodo estivo sono stati oggetto di osservazione e controllo, non poteva di certo mancare le Stazioni Ferroviarie. Durante l’estate, sono state 70 le pattuglie impiegate dalla Polizia Ferroviaria nelle Stazioni. Nel corso dei servizi svolti all’interno degli scali ferroviari, sono state identificate 694 persone e scortati 22 treni.

Una menzione merita anche l’operato della Polizia di Frontiera che, nel periodo estivo, ha svolto una massiccia attività di controllo dei movimenti marittimi, verificando la posizione degli equipaggi delle circa 170 navi ormeggiate presso il Porto di Carrara, garantendo la sicurezza dei passeggeri (oltre 16000) delle navi da crociera che vi hanno fatto scalo. Il Settore ha effettuato operazioni di vigilanza e controllo finalizzate all’attuazione dei piani di sicurezza, così da prevenire e scongiurare minacce terroristiche.

Tra i compiti istituzionali svolti dalle pattuglie operanti sul territorio, molto importate è sicuramente l’attività di pronto intervento che, con l’incremento di presenze registrato nel capoluogo apuano nella stagione estiva, ha notevolmente impegnato il personale in divisa. Solo a Massa, le chiamate alla linea di emergenza 113 sono state 9964. Gli interventi gestiti dalla locale Sala Operativa sono stati 864.

La Sala Operativa ha svolto inoltre, un ruolo fondamentale nella ricezione delle segnalazioni che vengono inoltrare dagli utenti tramite l’applicazione YOUPOL che, a partire dal mese di maggio, è attiva in tutta la Provincia di Massa e Carrara per favorire la segnalazione di fenomeni delittuosi connessi al bullismo e allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Peraltro, la Questura di Massa Carrara è stata individuata quale Questura pilota per la sperimentazione di “Mercurio App”, applicazione riservata a tutto il personale in divisa, che consente una connessione immediata degli operatori con la Sala operativa, nell’ottica di una migliore gestione degli interventi attraverso la trasmissione di immagini in tempo reale dal luogo in cui il personale è chiamato ad operare.

Tenuto conto della vocazione turistica e del numero di persone che ogni anno trascorrono le vacane nella Provincia, Massa è stata individuata tra le principali città in cui il Ministero ha deciso di realizzare, nella prima settimana di luglio, l’operazione ad alto impatto “Estate sicura”, tesa a intensificare le attività di pattugliamento e controllo soprattutto nelle aree urbane caratterizzate da fenomeni di marginalità sociale, irregolarità e degrado.
Nell’ambito di tale attività, durante i controlli espletati su Via delle Pinete, il personale della Squadra Volante e della locale Sezione Polizia Stradale ha tratto in arresto in cittadino straniero per il reato di spaccio di sostanza stupefacente e resistenza a P.U. Nella fattispecie, il soggetto, alla vista degli operatori, si dava alla fuga ma veniva repentinamente bloccato dal personale in divisa. Grazie anche all’ausilio dell’unità cinofila, gli operatori riuscivano a rinvenire diverse dosi di sostanza stupefacente occultate sia nei vestiti che nella bicicletta usata dallo stesso, procedendo così al successivo arresto.
Sempre tra i servizi straordinari di controllo del territorio promossi dal Ministero dell’Interno, grande eco ha avuto l’operazione “Periferie sicure”, tenutasi nell’ultima settimana di agosto, sempre con l’obiettivo di intensificare i controlli e la presenza nelle zone di maggior degrado in cui si verificano frequentemente fenomeni connessi al consumo o allo spaccio di sostanza stupefacente.

Grazie al contributo del Reparto Prevenzione Crimine, nel corso dell’operazione si è proceduto all’arresto di un cittadino straniero per spaccio di sostanza stupefacente, all’esito di un controllo approfondito che il personale di Firenze ha deciso di espletare in località Partaccia. Un'altra persona è stata tratta in arresto in seguito ai controlli espletati nel centro cittadino, in prossimità dell’ex cinema Astor, per il reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, poiché trovata in possesso di 60 grammi di hashish.

Nella città di Carrara, la meticolosa attività posta in essere dagli uomini del Commissariato di P.S., consistita in servizi di appostamento e pedinamento, ha permesso di risalire ad una fitta attività di spaccio di cocaina avente il polo principale in località Bonascola. All’esito delle operazioni, tre giovani carraresi sono stati tratti in arresto.

Sempre a Carrara, nel corso dei servizi di controllo del territorio finalizzati al contrasto dei reati predatori, il personale dell’U.C.T. ha tratto in arresto in flagranza di reato due giovani pisani che, dopo essersi introdotti all’interno del bar della piscina comunale, danneggiandone le finestre, asportavano alimenti e il denaro contenuto all’interno della cassa. All’esito di un rocambolesco inseguimento, gli agenti riuscivano ad immobilizzare i rei, assicurandoli così alla giustizia.

Una particolare attenzione è stata rivolta anche ai reati concernenti le violenze di genere e lo stalking, anche alla luce delle nuove prassi operative in materia. Proprio durante l’estate, la Volanti hanno fermato un cittadino italiano che, in violazione dell’ammonimento del Questore di Massa Carrara, ha continuato a porre in essere atti persecutori, motivo per il quale è scattato il successivo arresto in flagranza di reato.

In materia, notevole è stata l’attività portata avanti dalla Divisione Anticrimine. Accogliendo le istanze pervenute nel corso della stagione estiva, sono stati adottati 8 ammonimenti a firma del Questore nei confronti di soggetti colpevoli di condotte moleste e atti persecutori. Sempre con riferimento alle misure di prevenzione, sono stati adottati 3 fogli di via nei confronti di soggetti ritenuti pericolosi non dimoranti in questa Provincia e 6 avvisi orali a firma del Questore.

Nel periodo estivo, le indagini svolte dalla locale Squadra Mobile hanno portato all’arresto di 8 persone e all’esecuzione di 3 custodie cautelari in carcere, con il conseguente recupero di quasi 3 kg. di sostanza stupefacente tra cocaina ed eroina.

Tra le principali operazioni, merita una menzione particolare l’arresto in flagranza di reato di 3 cittadine italiane di etnia sinti, tutte gravate da precedenti per reati contro il patrimonio. Queste si erano introdotte in un’abitazione di Viale Zaccagna, forzandone l’entrata con dei cacciaviti. Il repentino intervento degli uomini della Squadra Mobile ha scongiurato il furto, con conseguente arresto in flagranza delle tre ree. Da segnalare anche l’arresto di uno spacciatore in zona marina di Massa, a ridosso della Piazza Betti, proprio nelle vicinanze di luoghi d’incontro di adolescenti in soggiorno estivo, che, attraverso una serie di artifizi ed ingegni, nascondeva la sostanza stupefacente, pronta per essere ceduta, all’interno dei tubolari della bici con cui era solito spostarsi per evitare controlli.

Sempre il personale Squadra Mobile, nel corso dei controlli effettuati sul litorale apuano, ha segnalato 11 soggetti ai sensi dell’art. 75 D.P.R. nr. 309/90 per detenzione e consumo di sostanza stupefacente.

Nel corso della stagione estiva non sono mancati i controlli della Polizia Amministrativa ai locali maggiormente frequentati, in particolare cinque, in relazione ai quali sono stati adottati due provvedimenti ex art. 100 T.U.L.P.S., con successiva chiusura degli stessi rispettivamente per giorni 15 e giorni 7.
Sabato 27 ottobre 2018 alle 19:23:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Sei favorevole o contrario all'erogazione del reddito di cittadinanza per i più poveri?

























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News