Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 12.58 del 16 Novembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

«Un uragano!». Crollano alberi, oltre 40 persone evacuate, 22mila utenze senza elettricità | Foto | Video

Il Magra non fa più paura, a patto che non torni a piovere. Diverse auto distrutte, volano piante e coperture. Scuole chiuse in Lunigiana, aperte a Massa e Montignoso, chiusi 5 plessi a Carrara

UNA GIORNATA PAUROSA
«Un uragano!». Crollano alberi, oltre 40 persone evacuate, 22mila utenze senza elettricità<span class=´linkFotoA1Articolo´> | <a href=´/fotogallery/maltempo-disagi-e-alberi-crollati-363_1.aspx´ class=´FotoVideoA1´>Foto</a></span><span class=´linkFotoA1Articolo´> | <a href=´/videogallery/tempesta-a-massa-e-carrara-zona-poggi-e-viale-zaccagna-205.aspx´ class=´FotoVideoA1´>Video</a></span>
Massa-Carrara - Aggiornamento ore 23 – Al termine di una giornata paurosa, Massa, Carrara e la Lunigiana sono fra le zone più colpite della Toscana perché la pioggia è stata ininterrotta e già in mattinata erano caduti 130 millimetri. A preoccupare in particolare la piena del Magra che nel corso del pomeriggio è però rientrato sotto il livello di guardia. Due corsi d'acqua minori sono esondati a Pontremoli, costringendo 36 persone a trovare riparo in casa di parenti o amici e in albergo. Il disagio maggiore per la popolazione è legato alla disattivazione del collegamento elettrico: circa 20 mila utenze sono tuttora scollegate dalla rete in Lunigiana, altre che nelle città di Massa e Carrara. Si sta lavorando e si lavorerà tutta la notte per ripristinare la viabilità interrotta, a tratti, in molte parti del territorio per la caduta di piante.
A Massa, nella zona dei Poggi, particolarmente colpita dalla tempesta che si è scatenata dopo le 15, quattro famiglie di un palazzo dell'Erp sono state evacuate per precauzione. Sul posto si sono recati i vigili del fuoco. Sempre nel capoluogo apuano da segnalare quanto ha subìto il canile: molti danni alle cose per le piante cadute, ma fortunatamente nessun danno agli amici a quattro zampe ospiti della struttura.
A Carrara le criticità maggiori si sono registrate non solo nelle zone montane, con la viabilità per Campocecina e quella per Bedizzano-Colonnata temporaneamente interrotta, ma anche a valle su viale XX Settembre nella zona di Fossola e a Marina di Carrara, come in via Garibaldi e via Prampolini - solo per fare alcuni esempi.
Infine, in Lunigiana le zone più colpite dal maltempo, soprattutto in mattinata, sono state quelle più settentrionali del comprensorio: i pluviometri di Pontremoli, Mulazzo, Filattiera e Zeri hanno superato alle 11,30 le soglie di allerta registrando piogge continuate per più di 40mm all'ora che stanno provocando localizzati fenomeni di esondazione di alcuni corsi d'acqua su Pontremoli e Filattiera.

____________________

POMERIGGIO

Riprendiamo gli aggiornamenti perché dal primissimo pomeriggio le condizioni meteo su tutta la provincia di Massa-Carrara sono peggiorate ulteriormente. «Un uragano!» in questi termini diversi cittadini di Carrara hanno definito una specie di tromba d'aria che si è scatenata intorno alle 15 e che ha fatto crollare altri alberi da Marina all'Aurelia in zona Fossone. Non solo, anche Marina di Massa non è stata risparmiata: si segnala in particolare un albero caduto anche nella frazione di Bondano su via delle Pinete che per poco non si è abbattuto su un autobus che stava transitando. Tanta paura ad Avenza dove la tromba d'aria ha divelto parti del tetto della chiesa della Covetta e di alcuni palazzi della zona Peep (come mostrato nel video allegato a questo articolo).

AGGIORNAMENTO, Marina di Carrara – Altre auto coinvolte nel maltempo. In via Bertoloni, nei pressi del ponte dell'autostrada un pannello si è staccato ed ha sfondato il vetro di un'auto. Altre due auto sono state colpite da un albero crollato in via Garibaldi.

AGGIORNAMENTO, Lunigiana – La Protezione Civile fa sapere: «Le situazioni più preoccupanti al momento sono quelle determinate dalle forti piogge che stanno interessando l'alta Lunigiana. A Pontremoli in particolare si sta tenendo sotto controllo la situazione del reticolo idrogeologico minore; attualmente però le precipitazioni si sono fatte più intermittenti. Sempre in Lunigiana viene costantemente monitorata la piena del fiume Magra che adesso sta transitando verso valle ma per il momento senza aver provocato danni. Nelle prossime ore si prevedono comunque ulteriori temporali su tutto il territorio regionale». Sempre per quanto riguarda il Magra, il Consorzio di Bonifica in una nota ha scritto: «Non appena il livello del fiume Magra ha superato il livello di guardia, il consorzio bonifica ha acceso immediatamente l'idrovora, il nuovo impianto della Regione Toscana installato a protezione della città. L'impianto viene acceso solo in casi eccezionali, ovvero quando il fiume si gonfia per la piena e sale sopra il livello del reticolo di scolo del centro abitato. Per evitare che il fiume rientri, viene chiusa la paratoia e a quel punto vengono azionate le due pompe idrovore che drenano il centro al ritmo di 4000 litri al secondo. Dopo il collaudo, quella di oggi è stata la prima manovra necessaria in condizioni di emergenza. Il livello del fiume Magra ad Aulla, ingrossato dalla piena, è passato dagli 80 centimetri di questa mattina ad oltre 3,7 metri».

AGGIORNAMENTO ORE 17.00, Lunigiana – Nel primo pomeriggio dal magazzino centralizzato della Versilia del Consorzio 1 Toscana Nord, sono partiti due camion con 1000 sacchi di sabbia in direzione Pontremoli, la zona del comprensorio che il Consorzio gestisce, che è stata più colpita dal maltempo. I sacchi di sabbia, preparati dagli operai consortili, sono stati consegnati direttamente al Comune di Pontremoli e verranno utilizzati nei punti più fragili del territorio, per coprire le falle dei torrenti che hanno provocato le esondazioni di questa mattina. Inoltre il loro posizionamento contribuirà a evitare nuove esondazioni, fungendo da rinforzo delle arginature (immagini nella fotogallery allegata).

AGGIORNAMENTO ORE 17.30, Lunigiana – Anche domani, martedì, le scuole saranno chiuse in tutta la Lunigiana. Il Comune di Aulla fa sapere: «Al momento si segnalano inoltre disagi diffusi per alberi e rami sulle carreggiate. Si raccomanda prudenza massima, e di limitare il più possibile gli spostamenti. Sono segnalati anche diversi disagi derivanti da interruzioni di energia elettrica in corso di risoluzione».

AGGIORNAMENTO ORE 18.41 – A Massa scuole aperte anche domani, martedì. Mentre a Carrara saranno chiuse 6 scuole, in particolare: asilo nido e scuola dell'infanzia Giampaoli, scuola dell'infanzia Collodi, liceo scienze umane Montessori, istituto tecnico Galilei e Liceo scientifico Marconi. Per quanto riguarda la scuola Taliercio, un'ordinanza del sindaco, dispone di utilizzare per l'ingresso solo quello di via Marco Polo. Da Montignoso al momento non ci sono notizie circa un'eventuale chiusura.

AGGIORNAMENTO ORE 18.46, Lunigiana – Il violento nubifragio su Aulla ha provocato un grosso Black out di corrente su un'area vasta che comprende anche il centro città. Ci sono vari alberi abbattuti. Al grande pino davanti al comune il vento e la pioggia hanno divelto molti rami, qualcuno è rimasto penzolante e la zona è transennata.
A Pontremoli il Consorzio 1 Toscana Nord ha realizzato un intervento mirato in uno dei punti critici di Pontremoli: l'argine del fiume Magra davanti all'ospedale di Sant'Antonio. La piena del Fiume di oggi, in fase di emergenza e sopra il secondo livello di guardia, ha minacciato direttamente i piani bassi dell'ospedale. L'unica cosa da fare di fronte alla situazione eccezionale è stata quella di collocare una barriera con i new jersey di cemento, gli sbarramenti che si usano anche sulle autostrade, con il doppio scopo di contrastare l'erosione della sponda e soprattutto di bloccare l'avanzata del fiume in caso di esondazione.

AGGIORNAMENTO ORE 18.55, Massa – Complice il terreno ammorbidito dalla pioggia gli alberi non hanno retto e sono crollati all'interno di alcuni canali, tra cui il Canal Magro. La segnalazione è arrivata da parte del COC del Comune di Massa e il Consorzio ha già rimosso una grossa pianta che è stata tolta immediatamente dal Lavello, mentre gli operai in questo momento si stanno adoperando sul Canal Magro. Le piante, tutte ad alto fusto e con chiome voluminose e piene di foglie minacciano il regolare deflusso delle acque e se non venissero tolte potrebbero causare allagamenti e tracimazioni lungo il corso del canale sul quale si affacciano numerose abitazioni.

AGGIORNAMENTO ORE 19.45, Massa-Carrara – Ci sono in tutta la Provincia 22mila utenze senza energia elettrica. Enel fa sapere che è al lavoro per risolvere al più presto. I vigili del fuoco del Comando di Massa-Carrara stanno operando allo stato attuale con 8 squadre operative sul territorio provinciale. Intorno alle ore 17 gli interventi da evadere erano circa 160.

AGGIORNAMENTO ORE 19.55, Lunigiana – Per quanto riguarda la situazione del fiume Magra, che in seguito alle abbondanti precipitazioni di oggi aveva superato i livelli di guardia, il Servizio Idrologico regionale comunica che alle ore 18 tutte le sezioni monitorate del bacino registrano livelli idrometrici inferiori al primo livello di riferimento, con generale tendenza in diminuzione.
Modesti innalzamenti si registrano solamente in corrispondenza degli affluenti Taverone e Aulella, con livelli comunque ben al di sotto della prima soglia di riferimento. Il Servizio fa comunque sapere che l'alto grado di saturazione del suolo potrebbe determinare, in concomitanza del riattivarsi dei rovesci e temporali previsti dal Lamma nella serata, ulteriori nuovi innalzamenti. Il restante reticolo regionale monitorato attualmente non presenta criticità.

AGGIORNAMENTO ORE 20.12, Massa-Carrara – Continuano ad arrivare segnalazioni circa alberi caduti e assenza di energia elettrica in varie parti della provincia. Aggiornamenti anche nella fotogallery.

_________________________

MATTINA

Il maltempo, per cui è stata diramata un'allerta arancione in corso fino alle 23.59 di oggi, lunedì, non ha risparmiato la provincia di Massa-Carrara.

CARRARA
Tanta, tantissima paura a Carrara, nella frazione di Fossola nei pressi dell'istituto Zaccagna: un grosso albero, uno degli ippocastani che alberano il viale XX Settembre è letteralmente crollato su un auto parcheggiata, un fuoristrada, distruggendolo. Fortunatamente né all'interno dell'auto né nei suoi pressi, si trovava qualcuno. Poteva sicuramente andare peggio: il tronco della pianta per il forte vento si è rotto di netto poco dopo le 8 di stamani, lunedì. Intervenuti sul posto i vigili del fuoco, come in molte altre zone della provincia.
Quello di Fossola non è l'unico albero crollato. Da Carrara segnalano crolli di alberi anche in piazza Gramsci (d'Armi), nei pressi del Monoblocco e nella strada montana che porta a Campocecina. A questo proposito, il Rifugio Carrara fa sapere di non salire «per nessun motivo verso Campocecina. Allertati i vigili del fuoco. Alberi caduti sulla strada e forte vento»
AGGIORNAMENTO ORE 11.36 – Alcuni rami caduti bloccano la strada tra via dei Corsi e via Bulderini.

MASSA
Problemi anche a Massa, dove sul viale Roma, diversi cittadini hanno segnalato la caduta di grossi rami, alcuni dei quali hanno sfiorato le auto che transitavano. Nella zona montana di Massa, invece, si segnala via dei Carri chiusa per la caduta di un albero che non permette la circolazione in entrambi i sensi di marcia.
AGGIORNAMENTO ORE 10.30 – Crollato un albero anche nella zona del cimitero di Turano.
AGGIORNAMENTO ORE 11.21 – Dei grossi pezzo di carta catramata, utilizzata per impermeabilizzare i tetti, si è staccato per il forte vento da un palazzo del centro di Massa e, prima di crollare a terra, ha sbattuto contro una finestra del vicino liceo classico Rossi. Fortunatamente la finestra non si è rotta. La Provincia è stata avvisata per la sua rimozione.
Sempre in zona scuole, alcune coperture in lamiera sono cadute nei pressi del liceo scientifico Fermi.

MONTIGNOSO
Si segnalano allagamenti nella zona di Cervaiolo.
AGGIORNAMENTO ORE 11.57 – Messaggio del Comune di Montignoso: «Si raccomanda la massima attenzione nel percorrere le strade di montagna, in particolare via Palatina, via Vietina e via Provinciale in località Pasquilio. A causa del forte vento si è verificata la caduta di alcune piante che occupano la sede stradale. L'associazione Procivarci-Montignoso è sul territorio e sta procedendo al ripristino della viabilità».

LUNIGIANA
In Lunigiana, ieri sera a Pontremoli a causa di una frana è stata chiusa la strada comunale Molinello-Previdè. Segnalati problemi nei pressi di Zeri, dove si sono registrate piogge intense che hanno trasformato alcune strade in torrenti. I torrenti, soprattutto quelli dell'Alta Lunigiana, si sono ingrossati per le forti piogge delle ultime ore.
AGGIORNAMENTO ORE 12.00 – Albero caduto nei pressi del casello autostradale di Pontremoli sulla A15. A Villafranca altre piante crollate ostruiscono la strada principale.
AGGIORNAMENTO ORE 12.42 – A Pontremoli la situazione è critica in località Groppomontone: il torrente Arduglia ha rotto gli argini e ha invaso la vicina strada limitrofa alla caserma dei carabinieri arrivando a toccare alcune case. Il comune lunigianese è praticamente isolato.
AGGIORNAMENTO ORE 12.54 – Messaggio della polizia municipale della Lunigiana: «In considerazione dell'allerta meteo riguardante tutti i Comuni della Lunigiana si raccomanda la massima attenzione. In caso di necessità è possibile contattare l'ufficio di protezione civile dell'Unione dei Comuni al numero 0585 942085».

I vigili del fuoco in queste ore stanno ricevendo moltissime chiamate e stanno intervenendo in diversi punti della provincia.

TRENI
• Linea Pisa – La Spezia Centrale: dalle 09.25 la circolazione ferroviaria fra La Spezia Centrale e Vezzano Ligure è sospesa per la presenza di detriti sul binario a causa del maltempo. Richiesto servizio sostitutivo con bus fra La Spezia Centrale e Vezzano. AGGIORNAMENTO ORE 12.10: riattivata la circolazione.
• Linea Pontremoli-La Spezia: bloccata la circolazione ferroviaria tra La Spezia e Pontremoli per alberi, rocce e detriti caduti sui binari. Attivato servizio sostitutivo con autobus fra Villafranca e Pontremoli.
Lunedì 29 ottobre 2018 alle 23:07:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fotogallery

Video

29/10/2018 - Tempesta a Massa e Carrara (zona Poggi e viale Zaccagna)



Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Sei favorevole o contrario all'erogazione del reddito di cittadinanza per i più poveri?

























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News