Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 09.03 del 18 Ottobre 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

«Infame», scritta intimidatoria sull'auto di noto imprenditore

È il gesto increscioso che Stefano Agnesini, presidente di Confimitalia Massa-Carrara, ha trovato sulla fiancata della macchina. Lui: «È stato tutto ripreso dalle telecamere, non mi fanno paure le tue minacce»

"vendetta" politica?
«Infame», scritta intimidatoria sull´auto di noto imprenditore
Massa-Carrara - Una scritta, «infame», incisa, sulla portiera della sua auto. È il gesto intimidatorio, tanto spiacevole quanto preoccupante e increscioso, riservato a Stefano Agnesini, imprenditore e presidente di Confimitalia Massa-Carrara. Un gesto che ha tutta l’aria di essere un’intimidazione avvenuta, probabilmente, per le idee politiche che Agnesini non ha mai nascosto, ovvero una simpatia per la Lega di Matteo Salvini.

«Io capisco – ha scritto Angesini sul suo profilo social – che nel momento in cui scrivevi, danneggiando la mia macchina, ti vedevi riflessa e quindi hai scritto quella brutta parola pensando a te. Hai sbagliato tutto, donnetta, l’hai fatto nel punto con più telecamere della provincia. Tutto questo mi rafforza e mi spinge ad andare avanti che vuol dire che tutto quello che ho fatto è che faccio va bene! Non mi fanno paura le tue minacce e i tuoi danneggiamenti. Sono a posto con la mia coscienza, la tua solo invidia! L’infame non sono io. Io non mi nascondo mai!».

Tantissimi i messaggi di solidarietà giunti all’indirizzo dell’imprenditore. Tra questi, quello degli iscritti all’associazione di categoria che presiede: «Carissimo presidente, ti siamo vicini con tanto affetto esprimendo anche lo sdegno che condividiamo noi tutti del consiglio direttivo di Confimitalia. Con rammarico e sconcerto abbiamo appreso la notizia di quanto accaduto. Speravamo che episodi tanto riprovevoli fossero legati alla mancanza di una cultura umana e civica ormai definitivamente superate nei paesi cosiddetti civili ai quali il nostro ritiene appartenere. Dobbiamo invece prendere atto, con grande dolore, che simili episodi di intolleranza e discriminazione sono ancora frequenti nella nostra società "evoluta" e che, proprio alla luce di espressioni così barbare della nostra società, la nostra Associazione deve continuare ancora con maggior vigore a perseguire i suoi obiettivi per far sì che la dignità e i diritti di tutte le persone imprenditori e non, siano realmente rispettati».

«ll Consiglio direttivo e tutti i soci della Confimitalia di Massa-Carrara – prosegue la lettera – condannano con tutta la loro forza il riprovevole episodio ed esprimono, con grande affetto, la solidarietà al nostro presidente Stefano Agnesini al quale inviamo un caloroso abbraccio garantendo la nostra collaborazione per qualsiasi azione si voglia intraprendere in difesa degli intoccabili diritti umani e civili di ogni persona».

«Non sei solo – aggiungono – in queste ore ci conferma anche il nostro direttore Massimo Massai che sono migliaia i messaggi di solidarietà arrivati in sede da parte di tutte le istituzioni, organi di stampa, autorità civili e militari e religiose e poi da tanta tanta gente comune, tutto questo a significare la bella persona che sei e che tutti giorni ti batti per aiutare tutti ed ancor più inammissibile l’oltraggio ricevuto sapendo che tutto ciò è avvenuto durante un impegno istituzionale al porto di Marina di Carrara».

«Siamo e saremmo al tuo fianco – si conclude la missiva – con tutti i nostri comparti di Confimitalia, ci costituiremo parte civile per i danni subiti anche dalla nostra associazione oltre a quello immenso tuo e inoltre condanniamo pesantemente tali atti intimidatori dei quali ci auspichiamo giustizia immediata visto che sia testimoni che le telecamere hanno ripreso il fatto increscioso. Con affetto e stima il consiglio direttivo di Confimitalia Massa-Carrara».
Domenica 25 agosto 2019 alle 14:24:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News