Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Lotta alle dipendenze, l'educazione emotiva per proteggere i giovani apuani

C'è tempo fino al 7 luglio per iscriversi al piano Unplugged, un progetto innovativo per le scuole di Massa-Carrara

l'iniziativa dell'asl
Lotta alle dipendenze, l´educazione emotiva per proteggere i giovani apuani
Massa-Carrara - Non parlano in maniera esplicita di droghe, anche se l'obiettivo primario è proprio quello di aiutare i giovani a farne a meno. Tendono a non imporre la loro visione ed esaltano la libertà di scelta. E ciò che sembra più assurdo è che al centro delle loro attività pongono la capacità di rifiuto. È un percorso che ad una prima occhiata appare come il più difficile, che non ammette scorciatoie. E spesso lo è. I promotori del progetto Unplugged, realizzato grazie alla Struttura di Educazione e Promozione della Salute Area Nord, al SerD (Servizio per le Dipendenze) dell'Azienda USL Toscana nord ovest e all'Ufficio Scolastico Provinciale di Massa e Carrara per l'ambito di Massa e Carrara, non hanno scelto un percorso di facile attuazione. Unplugged è un programma formativo articolato in 12 unità, condotto dall’insegnante di scuole medie, applicando metodologie interattive, attraverso tecniche quali il role playing, il brain storming e le discussioni di gruppo. Il programma si svolge nell’arco dell’anno scolastico e nella fase iniziale prevede che degli esperti nella lotta alle dipendenze trasmettano le loro conoscenze agli insegnanti. Nell’applicazione del programma, gli insegnanti svolgono un ruolo fondamentale: la loro motivazione e l’entusiasmo sono determinanti ai fini della qualità dell’implementazione e dell’efficacia dell’intervento.

"E' un programma - ha spiegato Emilia Petacchi, responsabile dell'unità funzionale di Educazione e Promozione della Salute dell'Azienda USL Toscana nord ovest per l'ambito di Massa e Carrara e Versilia - di prevenzione delle dipendenze e promozione della salute basato sul modello dell’influenza sociale, disegnato, a partire dalle migliori evidenze scientifiche, da un gruppo di ricercatori europei e valutato nell’ambito dello studio EU-Dap (European Drug addiction prevention trial). Grazie alle formatrici esperte, è stato possibile trasmettere agli insegnanti e ai genitori dei ragazzi, adeguate conoscenze per lo sviluppo delle competenze necessarie a arginare situazioni a rischio".

In pratica il progetto parte dall'assunto che una dipendenza è frutto di un comportamento. E per contrastarla è necessario educare i giovani ad altri tipi di comportamenti. Pertanto la chiave di lettura da trasmettere è proprio quella di una capacità di lettura delle situazioni che li circondano. Così da maturare un pensiero sufficientemente autonomo e critico a sufficienza da potersi orientare nella società.

“La finalità del progetto - sostiene Maurizio Varese, responsabile dell'Area Dipendenze per l'Azienda USL Toscana nord ovest - è proprio quella di creare negli studenti delle classi seconde delle scuole medie, un'educazione emotiva. Il fattore emotivo è infatti un fattore protettivo per evitare l'uso delle sostanze. Importante avere professionisti capaci e creare una sinergia tra il Servizio delle Dipendenze, l'Educazione alla salute e l'Ufficio scolastico provinciale, perché senza il contributo e l'impegno di ciascuno non vengono raggiunti gli obiettivi del progetto".

Le scuole interessate a prendere parte al progetto possono, entro il 7 luglio, richiederne l'iscrizione, contattando il numero 0585 657943 o 0585 657940.
Mercoledì 26 giugno 2019 alle 21:41:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News