Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 11.44 del 15 Ottobre 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

I richiedenti asilo fanno la vendemmia. «Il lavoro darà loro una vera identità» | Foto

L'esperienza di nove ospiti del Cas di via Carducci. Arrivano da Ghana, Gambia, Togo, Senegal, Guinea, Costa d'Avorio e Nigeria

integrazione sul candia
I richiedenti asilo fanno la vendemmia. «Il lavoro darà loro una vera identità»<span class=´linkFotoA1Articolo´> | <a href=´/fotogallery/vendemmia-nel-candia-richiedenti-asilo-all-opera-622_1.aspx´ class=´FotoVideoA1´>Foto</a></span>
Massa-Carrara - Sono nove ragazzi di sette nazionalità differenti e per un mese faranno la vendemmia. Una novità per loro, che vengono da Ghana, Gambia, Togo, Senegal, Guinea, Costa d'Avorio e Nigeria. Il vino non è proprio un prodotto che sono soliti bere (alcuno di loro sono musulmani), figuriamoci farlo con le proprie mani. Eppure questa è l'insolita e interessante attività lavorativa che nove richiedenti asilo dei Centri di accoglienza straordinari allestiti in provincia hanno avuto modo di fare grazie all'azienda Vini Sodini del Candia. Per loro, sul tavolo, sono stati messi nove contratti di lavoro a tempo determinato della durata di un mese, giusto il periodo per fare la vendemmia.

In Candia hanno trovato la disponibilità di due imprenditori con la voglia di realizzare un vino speciale, dal gusto multiculturale e in nome dell'inclusione sociale. Delfa, l'associazione che gestisce il Cas di via Carducci, intercettando la proposta dell'azienda ha scelto nove ragazzi disponibili a mettersi alla prova. E superare la noia che la lentezza della burocrazia spesso porta con se. Alessandro Bertonelli e Marco Ferrari, operatori del centro, hanno fatto da tramite con l'azienda e con l'aiuto di Mamadou Saho, prima ospite del centro e poi mediatore culturale, hanno messo in piedi il progetto. "Il lavoro – raccontano i tre – permetterà loro di avere una vera identità". E fare un passo in più per superare quelle barriere che cavilli burocratici e pregiudizi comportano nelle loro vite. Poi, da cosa nasce cosa. E se il vino sarà buono, il prossimo anno l'esperienza si ripeterà.
Venerdì 13 settembre 2019 alle 20:35:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fotogallery


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News