Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 13.28 del 2 Aprile 2020

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Giorno del ricordo e vandalismi, De Pasquale: «Gesto vigliacco e spregevole» | Foto

È stato commemorato alla marmoteca di Imm, a pochi passi dall'ex campo profughi, il massacro delle foibe e l'esodo giuliano-dalmata. Persiani: «Commoventi quei racconti e quei ricordi»

consiglio comunale congiunto
Giorno del ricordo e vandalismi, De Pasquale: «Gesto vigliacco e spregevole» <span class=´linkFotoA1Articolo´> | <a href=´/fotogallery/giorno-del-ricordo-consiglio-comunale-solenne-a-marina-di-carrara-737_1.aspx´ class=´FotoVideoA1´>Foto</a></span>
Massa-Carrara - Tanta partecipazione alle celebrazioni del Consiglio comunale solenne che si è tenuto questa mattina alle ore 10 nella marmoteca di Imm a Marina di Carrara. L’amministrazione comunale di Massa, quella di Carrara e la Provincia si sono incontrate lì a pochi passi dall'ex campo profughi per commemorare le vittime dei massacri delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata. Eventi che il Parlamento italiano ricorda dal 2004, anno in cui è stato istituito il “Giorno del ricordo” quale solennità civile nazionale da celebrare il 10 febbraio di ogni anno al fine di “conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale”.

In tutta Italia in questa giornata sono previste iniziative per diffondere la conoscenza di questi tragici eventi in tutte le scuole di ogni ordine e grado. Ed è favorita, da parte di istituzioni ed enti, la realizzazione di studi, convegni, incontri e dibattiti in modo da conservare la memoria di quelle vicende. Per queste ragioni alle 9 di stamani è stata deposta una corona alla targa commemorativa dell’esodo presso l’ex campo profughi di viale Galileo Galilei in Marina di Carrara, mentre alle 10 sono iniziati i lavori del Consiglio solenne congiunto tenutosi a Carrarafiere. Quest’anno con una nota negativa in più: il vandalismo subìto dalla lapide che ricorda le vittime delle foibe all’ingresso dell’ex campo profughi. «Gesto vigliacco e spregevole. La stupidità e l’ignoranza non hanno colore politico né schieramento di appartenenza» ha commentato il sindaco di Carrara, Francesco De Pasquale nel finale del suo intervento.

«Come ha sottolineato ieri il presidente della Repubblica Sergio Mattarella – ha detto De Pasquale – “il Giorno del ricordo contribuisce a farci rivivere una pagina tragica della nostra storia recente, per molti anni ignorata, rimossa o addirittura negata”. Proprio in quegli anni la nostra città accolse e ospitò sul suo territorio, decine e decine di profughi in fuga da quelle terribili vicende, nella struttura situata a poche centinaia di metri da qui. Carrara che nei secoli ha accolto artisti da tutto il mondo richiamati dal marmo, confermò già all’epoca la sua tradizione di città aperta e multiculturale, dando una nuova casa a istriani, fiumani e dalmati. I racconti e le tragiche esperienze di quelle persone sono così diventante patrimonio della nostra memoria collettiva e continuano a essere tramandati, anche alle giovani generazioni, dalla vivace attività delle associazioni dei profughi sul nostro territorio. Ogni anno, inoltre, la Giornata del Ricordo, diventa dunque un momento di riflessione collettiva, un’occasione che ci richiama tutti a quella tragica pagina della nostra storia proprio attraverso i racconti di coloro che hanno vissuto in prima persona quelle tragedie. A loro va il ringraziamento di tutta la nostra città».

«Sempre a loro – ha proseguito il primo cittadino carrarese – oggi, voglio manifestare anche solidarietà e vicinanza a seguito dell’increscioso atto di vandalismo della scorsa notte. Un gesto vigliacco e spregevole, reso ancor più ignobile dalla concomitanza con le commemorazioni di questa giornata. Purtroppo non è la prima volta che nei nostri territori si registrano vandalismi ai danni di cippi o lapidi alla memoria di momenti storici particolarmente significativi o dolorosi. È successo ad alcuni monumenti dedicati ai partigiani e purtroppo ieri anche alla targa che ricorda la tragedia delle Foibe. Questo ci insegna che la stupidità e l’ignoranza non hanno colore politico né schieramento di appartenenza. Di più, questi vandalismi, tutti ugualmente ignobili, ci ammoniscono a non fare distinzioni tra “tragedie e tragedie”, tra “stragi e stragi” ma a restare uniti e fare fronte comune combattendo la stupidità e l’ignoranza, con le armi della cultura, della memoria e del rispetto».

«È stato commovente – ha commentato il sindaco di Massa, Francesco Persiani – ascoltare i racconti e i ricordi di chi ha vissuto l’esodo istriano e giuliano - dalmata che oggi abbiamo ricordato in un Consiglio comunale congiunto con il Comune di Carrara e la Provincia. Parole toccanti che fanno capire quanto ancora sia necessario dare il giusto rilievo a queste celebrazioni e ricordare tragedie disumane come le Foibe». Nel Giorno del Ricordo, l’amministrazione massese ha anche deposto una corona alla targa al parco ex Ugo Pisa e inaugurato al primo piano del Palazzo Comunale la mostra dedicata a Norma Cossetto, un simbolo del martirio.
Lunedì 10 febbraio 2020 alle 20:29:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fotogallery


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Dilettanti, chi è stato il miglior allenatore fino ad oggi?





























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News