Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Eroina, Varese (Asl): «Droga mai scomparsa, il 2018 anno della più grande produzione di oppio»

L'esperto commenta l'operazione "Alba Bianca" condotta dalla Polizia di Stato

Dipendenze
Eroina, Varese (Asl): «Droga mai scomparsa, il 2018 anno della più grande produzione di oppio»
Massa-Carrara - Da tempo non si vedeva un quantitativo così ingente di eroina e cocaina nella nostra provincia. L'operazione conclusa in questi giorni dalla Polizia di Stato, che ha portato al sequestro di quattro chili di sostanze e all'arresto di quattro persone, due italiane e due albanesi, sembra un fulmine a ciel sereno nel panorama locale perché il consumo di eroina si considerava un capitolo chiuso, o comunque fortemente rimodulato, con la fine degli anni '80. Cioè con la scoperta degli innumerevoli effetti negativi che l'utilizzo di questa droga ha sulla salute, effetti con conseguenze talvolta mortali. Eppure non è proprio così. Maurizio Varese, responsabile del dipartimento dipendenze dell'Asl Toscana Nord Ovest, risponde a qualche domanda sull'utilizzo di questa sostanza stupefacente e su come, nel corso degli anni, il suo consumo, in realtà, non si è mai ridotto.

Dottor Varese, il consumo di eroina, negli ultimi decenni, è diminuito?

«Contrariamente a quanto si pensa o a quanto viene propagandato l'uso dell'eroina non è mai scomparso. Il 2018 è stato l'anno in cui ne è stata prodotta la più grande quantità di sempre nella storia dell'umanità. Si deve sapere che il 90% di oppio viene prodotto in Afghanistan e che nel 2017 è stato calcolato che la sua produzione si aggirava intorno alle 7.400 tonnellate. Nel 2019, anno record, addirittura 9 mila. Da queste vengono ricavate circa 600 tonnellate di eroina. Quando sappiamo quando ne viene prodotta in Afghanistan abbiamo la misura di quanta ne arriverà nelle piazze».

Perché si produce così tanta quantità di questa sostanza?

«Nel libro di Salvatore Giancane “Il mercato globale dell'eroina” viene spiegato bene perché. In Afghanistan tre milioni di persone, circa un ottavo della popolazione, sono impiegate nella coltivazione del papavero. Questo perché passa poco tempo dalla semina al raccolto, quindi in pochi mesi possono contare su un grande profitto. È uno Stato definito “Narco – Stato” e in Italia il prodotto arriva dall'Adriatico, passando per la rotta balcanica e arrivando via mare ad Ancona, Pescara, Ascoli Piceno. Oppure passando dalla rotta meridionale africana, attraverso la mafia nigeriana, spesso molto aggressiva. Poi ci sono i nuovi paesi produttori: Egitto, Pakistan, Iran e Stati Uniti, oltre anche al Messico, Guatemala e Colombia».

Eppure sembrava che l'eroina fosse ormai una droga “retrò”..

« E' bene sapere che ci sono diversi tipi di eroina. La Brown Sugar che un tempo, fino agli anni '70, si iniettava, detta anche eroina al limone, oggi viene inalata attraverso la combustione su stagnola. Un tempo si ritrovavano le siringhe, oggi pezzi di stagnola. Ciò che è cambiato è frutto di un'illusione: l'eroina fumata da meno l'idea al consumatore di avere un problema e ci mette più tempo a causare la dipendenza. Al Serd ci arrivano questi casi, persone che la fumano piuttosto che iniettarla. Bisogna quindi mettersi in testa che questo fenomeno non è mai scomparso ma è cambiata la modalità di utilizzo. Ma anche di acquisto».

Cioè?
«Oggi l'acquisto passa anche da internet, attraverso il deep web e il dark web. E il suo consumo, una vera e propria epidemia, è associato anche alla cocaina. Vengono realizzati degli usi associati. Mix, fra coca e alcol, o fra coca e eroina. La cocaina serve a provocare l'effetto “high”, mentre l'eroina riduce l'effetto “down”. Sono dati preoccupanti perché le conseguenze dell'utilizzo di questi mix sono altamente dannosi a livello cardiaco e cerebrale. Così come l'utilizzo di farmaci oppiacei che si sta diffondendo negli Stati Uniti. Non dimentichiamoci che anche l'eroina è nata come farmaco».
Domenica 7 luglio 2019 alle 18:14:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News