Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

«Un autunno lacrime e sangue come forse non abbiamo mai visto»

Il segretario provinciale della Cisl Andrea Figaia fa il punto sulla situazione Covid-19 a Massa-Carrara

il covid in provincia
«Un autunno lacrime e sangue come forse non abbiamo mai visto»
Massa-Carrara - "La nostra Provincia, come in altre classifiche negative, nuovamente primeggia in quelle relative alla medie contagi. Anche sulla percentuale dei morti rispetto ai contagiati, sempre dati ufficiali alla mano, il quadro non migliora". A fare il punto sulla situazione Covid-19 nella provincia apuana è il segretario provinciale della Cisl Andrea Figaia.

"La media nazionale viaggia intorno al 13,90%, la Spagna sopra il 10,50, la Francia intorno al 15%,il Belgio si avvicina al 16% mentre la Germania sul 4,5%. La Lombardia tocca un non piacevole 18,30% mentre la Toscana il 9,80%. Liguria ed Emilia, confinanti, intorno al 14,50%. Massa Carrara il 13,50%. In Provincia si può notare una coerenza tra maggiore incidenza del contagio e percentuali di letalità dello stesso a livello di zona, anche considerando il fatto che l'ospedale Covid è il Noa di Massa, un ospedale di nuova generazione, orizzontale e modulare, e ben in grado di adattarsi alle esigenze straordinarie che lo stavano investendo. Le risorse stanziate nel decreto legge dei giorni scorsi impongono una spese diciamo territoriale, risorse cioè destinate obbligatoriamente a favore della sanità non ospedaliera, di prossimità, vicina alla gente.

Questo apre importanti conferme anche per il monoblocco di Carrara - sottolinea il segretario provinciale - atteso all'esordio delle cure intermedie No-Covid, impostato a 24 h. Mentre per Massa, l'utilizzo appropriato, al momento, delle cure intermedie Covid nella parte nuova del vecchio Ospedale san Giacomo e Cristoforo, fa pensare naturalmente alla possibilità di utilizzarlo post pandemia anche per la 'nuova' struttura della Casa della Salute complessa.

Le attività industriali del comprensorio sono sostanzialmente continuate in tutto il periodo e le 'grandi' fabbriche non si sono fermate. Ripartono anche le poche in parte sospese. Non mi pare assolutamente ci sia l'intenzione di continuare il fermo del marmo che invece è subito ripartito al piano ed al monte. Le attività dell'edilizia e delle professionalità ad essa contigue come l'impiantistica possono già operare e certamente si stanno strutturando anche nel versante industriale come supporto alle fabbriche, come detto, sostanzialmente sempre in attività. Lunedì 18 sono ripartite le attività di supporto alla persona, attività di cui si sente personalmente un grande bisogno e che piano piano dovrebbero riprendere il loro trend. In questi settori, come nel commercio al dettaglio ma anche nei bar, nei ristoranti, negli alberghi e negli stabilimenti balneari si sente forte la preoccupazione occupazionale. Le assunzioni erano per lo più stagionali ed a tempo determinato e part time; ma soprattutto avevamo calcolato una presenza di nero davvero spropositata, resa evidente dalla semplice disamina del rapporto tra attività e persone assunte. Questo lavoro nero mancherà? Avevamo denunciato il fenomeno, dichiarando che da decenni è la cassa integrazione vera, quella che permette di continuare a studiare, di avere poi anche un po' di Naspi, che aiuta le famiglie, che permette di andare avanti. Questo il punto: la stagione turistica non può non andare per il meglio e gli imprenditori devono scommettere sul futuro.

Una cosa appare chiara - chiude Figaia - il lockdown non sarà più nazionale o regionale ma eventualmente locale. Ed allora, se mai come questa volta dobbiamo ripartire, lo dobbiamo fare con attenzione, utilizzando presìdi e procedure, attenti agli altri ed a noi stessi, forti della consapevolezza che una eventuale chiusura totale locale sarebbe forse la mazzata finale".
Mercoledì 20 maggio 2020 alle 15:49:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Vota il miglior numero 10 della storia della Carrarese


















Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News