Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 11.02 del 13 Dicembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

«Quel parcheggio non s'ha da fare». Grendi: «Noi non c'entriamo»

Di nuovo sul piede di guerra il comitato "Abbandonati dalla città" contro l'area di sosta per tir in via Massa Avenza

«un disastro ambientale»
«Quel parcheggio non s´ha da fare». Grendi: «Noi non c´entriamo»
Massa-Carrara - Tornano sul piede di guerra i 700 cittadini contrari alla realizzazione del parcheggio per tir in via Massa Avenza. Gli “Abbandonati da tutti”, questo il nome del comitato nato per opporsi al progetto, continuano a contestare in quanto il parcheggio per mezzi pesanti che dovrebbe sorgere potrebbe far «aumentare la diffusione nell'area di polveri sottili e rendere più pericolosa la viabilità in un tratto già di per sé carente di segnaletica stradale». E continuano a contestare quindi l’approvazione della modifica al Piano delle opere pubbliche 2018-2020 che da nuovamente vita al progetto che sembrava morto e sepolto con le parole dell’ex sindaco Volpi: «è inutile se non lo vogliono i cittadini». Poi la riesumazione voluta dall'amministrazione Persiani e l'approvazione in consiglio comunale.

Il presidente di “Abbandonati da tutti” Gino Cristiani chiarisce: «Con questo parcheggio si realizza un disastro ambientale – dice Gino Cristiani, presidente del comitato – chiediamo all'amministrazione di ascoltarci e di far fede alla delibera del 3 maggio. Abbiamo proposto delle alternative che comportano lo spostamento del parcheggio di solo 100 metri, in un’area che è già un parcheggio, quella di via Martiri di Cefalonia. Lo chiediamo e continueremo a farlo. Perché questo parcheggio noi non lo vogliamo».

E sull'argomento interviene anche l’amministratore delegato di Grendi trasporti marittimi, società che coprirà i costi del progetto, Antonio Musso. «Grendi non ha alcuna voce in capitolo sulla progettazione del parcheggio – sottolinea Musso – E quando si parla del parcheggio è bene spiegare che non sarà costruito per i tir della nostra società: non abbiamo alcun interesse in questo progetto, i due tir che utilizziamo sostano nel nostro terminal a Marina di Carrara. Da accordo con l’autorità portuale e i comuni di Carrara e di Massa, Grendi deve investire in opere di logistica nel territorio circa 1 milione e 450 mila euro. Questa cifra è stata divisa fra i tre soggetti e per noi i 400 mila euro possono essere spesi in qualsiasi modo, basta che rientrino nella categoria delle opere di logistica. Se il parcheggio costerà più di 400 mila euro, comunque, noi non siamo tenuti a versare ulteriore denaro».
Mercoledì 5 dicembre 2018 alle 08:02:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News