Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Strade dissestate a Ronchi, Dei e Barotti critici dopo sopralluogo di Guidi e Ronchieri

Strade dissestate a Ronchi, Dei e Barotti critici dopo sopralluogo di Guidi e Ronchieri
Marina di Massa - Riceviamo e pubblichiamo dai consiglieri comunali Roberta Dei (ex Fi, gruppo misto) e Andrea Barotti (Alternativa Civica).

DEI: «SOPRALLUOGO SENZA UNA LOGICA»
Il sopralluogo fatto ai Ronchi dall'assessore Guidi e dal capogruppo di Forza Italia Ronchieri non sembra avere una logica. Come mai si scelgono strade come Via dei Fichi e Via Verdi e non per esempio Via dei Loghi o altre strade disastrate? Dopo 18 mesi di governo se un membro della commissione lavori pubblici ha l'urgenza di fare una cosa del genere allora vuol dire che in quelle strade sia successo qualcosa di grave. E' così? Se così non fosse allora venerdì in aula spiegheranno ai massesi che hanno le loro strade devastate il perché di voler rapidamente agire in Via dei Fichi. Devo pensare che esista un numero verde a cui rivolgersi per avere sopralluoghi stradali celeri da parte di assessore e consiglieri?
Personalmente ho fatto al dirigente Della Pina diverse segnalazioni, senza riscontro alcuno, su situazioni stradali di pericolo in città. In almeno un caso i cittadini hanno provveduto con il "fai da te". Questo è molto grave perché vuol dire che i massesi non hanno fiducia nelle istituzioni e hanno la sensazione che ci siano cittadini di serie A e di serie B. A questo punto mi è sempre più chiaro il motivo della mia esclusione dalla commissione Lavori Pubblici.


BAROTTI: «LE URNE SI SONO CHIUSE OLTRE UN ANNO FA»
L'intervento del consigliere Ronchieri, sulle strade della zona dei Ronchi, lascia perplessi poiché sembra, leggendo l'articolo, che l'esponente politico e la giunta abbiano appena vinto le elezioni! Le urne sono state chiuse ben oltre un anno fa e pertanto i cittadini, anziché continuare a sentirsi dire che tutti i loro problemi derivano dalle amministrazioni passate, vorrebbero iniziare, se possibile, a vedere e toccare dei risultati.
Per alcuni membri della Giunta si può, seppur con qualche difficoltà, comprendere che, risiedendo in altri Comuni, non siano note le criticità del nostro territorio, specie delle periferie lontane dal Municipio, per altri, invece, questa giustificazione non è ammissibile! Una classe politica che si considera promotrice di un cambiamento dovrebbe conoscere ciò che intende cambiare!
Nel centrodestra locale ci sono donne e uomini che da cittadini avranno constatato le manchevolezze delle precedenti Amministrazioni, probabilmente, si saranno arrabbiati per le difficoltà che avranno affrontato e questo sentimento, unito al desiderio di fare qualcosa per la propria città, li avrà spinti a candidarsi, altri più esperti di politica, quindi conoscitori della macchina comunale e degli ambiti su cui lavorare, si saranno presentati agli elettori, con la speranza di partecipare al governo municipale, per realizzare quanto lasciato indietro dai loro avversari politici nonché idee e progetti nuovi in grado di offrire un presente ed un futuro migliore per la Comunità; alla luce di tali ragionevoli considerazioni appare davvero incomprensibile come l'Attuale Amministrazione ed un consigliere di Forza Italia presentino, all'opinione pubblica, come un successo un mero sopralluogo senza nulla dire in merito a tempi e risorse decisi per riasfaltare alcune strade! Non stiamo parlando di interventi straordinari, di realizzare nuove infrastrutture ma di semplice manutenzione ordinaria!
Una forza politica nata dai successi, non solo imprenditoriali, di Berlusconi, che ha, per anni, sostenuto la necessità di portare nel sistema pubblico, ritenuto inefficiente, il modello privato dovrebbe esprimere delusione per la lentezza della Giunta Persiani! Un buon imprenditore, appena varca il cancello di un nuovo impianto, si attiva immediatamente per individuare i punti di forza e le debolezze dell'azienda! Nel nostro caso, dopo quasi due anni, l'Amministratore delegato non ha ancora l'inventario.
Ronchieri esulta per la ricognizione che l'Assessore Guidi ha effettuato in Via dei Fichi ed in altre strade dei Ronchi, grida contro un passato sconfitto ma non si indigna se una strada, Via Santa Chiara, frana nel silenzio della Giunta che sostiene, non ritiene necessario spendere una riga per Via Tecchioni colpita da recenti smottamenti, non vede la banchina dei traghetti del pontile divorata dalla ruggine, non si sente coinvolto se la richiesta di pulire gli scoli di molte strade (via Pontremoli ad esempio) sono rimaste o rimangono inascoltate, non avverte imbarazzo se collocare un divieto di sosta ed uno specchio stradale diventi un sogno irrealizzabile, non prova il bisogno di invitare l'Assessore Guidi a mettere in sicurezza, dalle radici e dalle chiome dei pini, il tratto di Via Massa Avenza davanti all'ingresso, lato mare, del Carrefour e l'elenco potrebbe andare avanti. Amministrare una città è più complesso che vincere la battaglia del voto! Così come è più semplice continuare a puntare il dito contro gli altri anziché guardare alle proprie debolezze o alle proprie inefficienze! Chi, invece, non nasconde le difficoltà, non ricorre alla polemica sperando di celare la distanza tra le speranze cullate e la realtà restituisce credibilità alla politica.
In conclusione, considerato lo stato dell'arte, molti dei problemi del passato, anche quelli più semplici, continueranno, purtroppo, a far parte della nostra quotidianità e dell'avvenire della Comunità, ad essi si aggiungeranno le criticità nate con il Governo del cambiamento; criticità che ci ricorderanno chi voleva cambiare tutto per non cambiare nulla.
Domenica 26 gennaio 2020 alle 20:13:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Chi è il miglior giocatore della Pontremolese?






















Chi è il miglior giocatore della San Marco Avenza?








































Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News