Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 18.31 del 16 Agosto 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Paragone a Massa: «Dignità, parola rivoluzionaria»

Il senatore del M5s alla festa dei pentastellati in corso fino a domani al Parco della Comasca

Paragone a Massa: «Dignità, parola rivoluzionaria»
Marina di Massa - Partita la quarta edizione di 5 Stelle in Festa, venerdì sera al parco della Comasca molte persone alla eco-sagra e più di 200 i cittadini che hanno assistito al dibattito “Dignità, parola rivoluzionaria”. “Siamo soddisfatti, tutto è andato per il meglio e siamo pronti ad affrontare le prossime due serate. Ringraziamo per i tanti complimenti ricevuti riguardo alla cucina e alla rapidità del servizio” dichiarano i due organizzatori Dante Rivieri e Paolo Menchini.

Gianluigi Paragone ha tenuto alta l'attenzione dei presenti durante il dibattito che prendeva spunto dal “Decreto Dignità”. Il senatore 5 Stelle ha iniziato così il suo intervento: “Il cambiamento oggi è fare cose di assoluto buon senso e non è un caso che un giovane politico che si è preso un gran pezzo di responsabilità di questo paese abbia applicato una delle parole più belle e che avevamo smarrito, è la parola dignità. Una parola che non è uno slogan, ma è ben piantata nella Costituzione, in quell'articolo 36 che parla della retribuzione. Noi ci siamo abituati a vivere in un mondo dove i giovani non possono avere un contratto a tempo indeterminato e quando raramente succede è come se qualcuno avesse vinto la lotteria” poi ha chiuso, alludendo alle critiche di Confindustria. “Se Confindustria pensa di continuare a scrivere i tanti Jobs Act diciamo che questa volta non sarà così, che se vuol essere ascoltata si mette in fondo alla fila, perché prima abbiamo da ascoltare gli artigiani, i commercianti, le famiglie, i risparmiatori e i lavoratori”.

Riccardo Ricciardi ha ricordato i tre provvedimenti a marchio 5 stelle presi nel primo mese di lavori del governo, “Il decreto dignità”, “L'abolizione dei vitalizi”, il provvedimento sul tribunale di Bari. “Non ho sentito nessuno da sinistra dire: finalmente c'è un decreto sul lavoro!” ha affermato dal palco il deputato, poi ha approfondito due dei punti importanti del decreto, quello sulla restituzione dei finanziamenti statali ricevuti dalle aziende che delocalizzano e il divieto della pubblicità del gioco d'azzardo.

Luca Migliorino, anche lui eletto alla Camera, è intervenuto dicendo: “Abbiamo trovato dirigenti pubblici felici di lavorare per il bene dei cittadini, ci hanno detto che in precedenza non potevano farlo. Per ora abbiamo buoni rapporti con la Lega, lavoriamo sul concreto, siamo in tanti e riusciamo a farlo su molti fronti, tra un anno cambieranno tante piccole cose che porteranno un benessere al paese”.

Luana Mencarelli, consigliera e padrona di casa, ha chiuso la serata ricordando la missione del Movimento: “Se diciamo di ascoltare i cittadini dobbiamo ascoltarli tutti e parlare con tutti. Il M5S si è posto in questa posizione, quando si è reso conto che i cittadini, di destra e sinistra, non erano più ascoltati dai partiti che avevano intrapreso la strada dei propri interessi. Il contratto di governo è stato un atto di responsabilità verso la cittadinanza che lo stava aspettando da tanti anni, ci voleva qualcuno che se ne facesse carico e noi lo abbiamo fatto. Il nostro faro è la Costituzione, nata dall'antifascismo vero, che abbiamo difeso e che traccia in maniera chiara la strada da seguire ed è quella che noi abbiamo intrapreso".
Sabato 14 luglio 2018 alle 21:35:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-

























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News