Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 19.06 del 16 Luglio 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Ambulanze alla Partaccia, Marchetti: «Medici non sostituibili con infermieri»

Il consigliere regionale di Forza Italia: «Stop al sistema dell’emergenza-urgenza sfogliato come un carciofo»

LA SANITÀ APUANA
Ambulanze alla Partaccia, Marchetti: «Medici non sostituibili con infermieri»
Marina di Massa - Alla Partaccia, come abbiamo fatto sapere nei giorni scorsi, dal 1° luglio e al 31 di agosto l’ambulanza partirà senza più medico a bordo, ma solo con l’infermiere. Ai venti di rivolta dei sindacati e alla preoccupazione dei cittadini si somma ora l’interrogazione del capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Maurizio Marchetti, da tempo impegnato a contestare e possibilmente contrastare il «taglio strisciante dei servizi di 118 che sfoglia il sistema dell’emergenza-urgenza territoriale come un carciofo».

«Il depotenziamento del mezzo di soccorso alla Partaccia a Massa – afferma Marchetti – è tanto più grave in quanto avviene proprio in coincidenza col picco dei flussi turistici, quando il bacino di utenza potenziale si amplia a dismisura. Medici, infermieri e volontari sono il perno del sistema d’emergenza urgenza territoriale – osserva Marchetti – e incarnano profili professionali insostituibili e non interscambiabili tra loro. Competenze e capacità di risposta al bisogno di diagnosi e cura in emergenza non sono certo sovrapponibili».

«Le Asl e la Regione – prosegue il capogruppo azzurro a Palazzo del Pegaso – continuano ad asserire che manchino i medici, quando in realtà a scarseggiare sono i bandi per assumerli e molti professionisti finiscono per essere merce ghiotta per i sistemi sanitari delle altre regioni. Perdiamo il patrimonio di professionisti formati magari dalle nostre università, sul nostro territorio, attivi per anni in regime di precariato nei nostri ospedali e nella nostra rete di emergenza fino a vedersi costretti ad andare a lavorare altrove. E’ un fiasco del modello toscano di governance del settore».

Fin qui il merito. Poi c’è la questione di metodo: «Su che base si stanno articolando questi tagli in una zona meta di flussi turistici consistenti proprio nei due mesi, luglio e agosto, in cui la contrazione del servizio viene attuata?» Marchetti adesso queste domande le proietta sui tavoli della giunta regionale sotto forma di interrogazione a risposta scritta. L’organo di governo toscano dovrà mettere nero su bianco le sue spiegazioni entro 60 giorni.
Mercoledì 4 luglio 2018 alle 14:46:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Spiaggia libera o stabilimento balneare?
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News