Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 13.03 del 26 Giugno 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Furti e spaccio: pizzicato clandestino a Marina di Massa. Sarà espulso

Non si ferma l’attività di prevenzione posta in essere dalla Polizia di Stato di Massa-Carrara che, dopo l’arresto del pusher straniero effettuato lunedì presso la ex Colonia Motta

un 26enne marocchino
Furti e spaccio: pizzicato clandestino a Marina di Massa. Sarà espulso
Marina di Massa - Non si ferma l’attività di prevenzione posta in essere dalla Polizia di Stato di Massa-Carrara che, dopo l’arresto del pusher straniero effettuato lunedì presso la ex Colonia Motta a Marina di Massa, ha proseguito le operazioni di pattugliamento e controllo del territorio, finalizzate al contrasto dei reati in materia di stupefacenti e concernenti l’immigrazione clandestina.

Nella mattina di martedì, gli equipaggi della squadra Volante hanno setacciato i luoghi utilizzati come rifugio da cittadini stranieri irregolari sul territorio nazionale o come punto di aggregazione e ritrovo per la commissione di traffici illeciti.

Già nelle prime ore della mattina, sono state effettuate ulteriori verifiche presso la Ex Colonia Motta. Questa volta, tuttavia, gli Agenti, all’interno del grande complesso abbandonato, non hanno rintracciato nessuno. L’incisiva operazione posta in essere il giorno prima, come detto culminata con un arresto, ha evidentemente indotto i soggetti, che solitamente stazionano nella struttura, ad abbandonare tale luogo, allo scopo di evitare di incontrare i poliziotti.

Il lavoro è allora proseguito in altre zone, in particolare nei pressi della ex Colonia Torino o di alcuni stabili abbandonati di via Baracchini. Nel percorrere via della Quercia, gli agenti hanno sottoposto a controllo tre cittadini stranieri i quali, sprovvisti di qualsiasi documento, sono stati accompagnati in Questura per i dovuti accertamenti.

Tutti sono stati sottoposti a fotosegnalamento per risalire alla reale identità. Da accertamenti espletati nelle Banche Dati delle Forze di Polizia, a carico di uno di essi, un cittadino del Marocco di 26 anni, con a carico numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e in materia di stupefacenti, risultava un rintraccio, volto a recuperare un cellulare provento di furto. Una volta verificato che il telefono segnalato era nella disponibilità del reo, si è proceduto a deferire il soggetto alla competente Autorità Giudiziaria per il reato di ricettazione. Sono in corso gli approfondimenti per arrivare alla restituzione del maltolto al legittimo proprietario.

Inoltre, lo straniero è stato accompagnato presso l’Ufficio Immigrazione dove, concluse le operazioni di rito, è stato espulso con provvedimento del prefetto della provincia di Massa-Carrara e successivamente trasferito dagli uomini della Questura, presso il Centro per Rimpatri di Roma, dove verrà trattenuto per poi essere ricondotto in patria. Gli altri due cittadini stranieri sono stati denunciati per violazione della normativa inerente il soggiorno.
Mercoledì 5 giugno 2019 alle 15:58:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


Sondaggio

Sei favorevole o contrario alla riapertura al traffico nel centro storico di Massa?

























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News