LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 22.32 del 23 Ottobre 2017

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Un confronto aperto tra cittadini e amministrazione

A breve partiranno i lavori sul fiume Frigido e il vicesindaco spiega il progetto. I marinelli espongono le problematiche da loro sentite

Un confronto aperto tra cittadini e amministrazione
Marina di Massa - Dopo le tante polemiche e considerazioni sbagliate sui social l’amministrazione comunale decide di fare il punto della situazione nell’incontro di oggi pomeriggio a Villa Cuturi di Marina di Massa, a cui hanno partecipato un discreto numero di cittadini.

L’oggetto della riunione ha visto protagonista il progetto di rinnalzamento del ponte sul fiume Frigido sul Lungomare Vespucci di Marina di Massa e il rifacimento degli argini nel tratto che va dal mare fino all’autostrada per un tratto di circa due chilometri.

Questa mattina la Regione Toscana ha promosso la conferenza dei servizi dove erano presenti: il Comune di Massa, il Genio civile, il Consorzio di Bonifica e tutti gli enti interessati a questo tipo di progetto, ancora in fase preliminare. La Spesa complessiva sarà di 16 milioni di euro, e questo comporterà uno sviluppo temporale abbastanza lungo: cinque mesi al massimo.

E’ già stato prefigurato un primo intervento nella parte subito dopo il ponte di via Mascagni, nel lungo frigido per un tratto di circa 150 metri già nel prossimo anno per un costo di un milione di euro. Alla fine dei lavori l’idea è quella di migliorare la città, mettendo in primo piano la sicurezza dei cittadini ma anche una possibilità da un punto di vista edilizio-urbanistico.
Il vicesindaco Uilian Berti, ha illustrato e raccontato che verrà effettuato solo un minimo di dragaggio per il momento dato che la Regione Toscana ha ritenuto, dopo vari accertamenti, che il problema principale siano le arginature e che bisognerebbe intervenire il prima possibile rimediando e alleggerendo i vari rischi possibili.

Dopo il quadro generale presentato da Berti, i cittadini chiedono ulteriori spiegazioni e evidenziano soprattutto i problemi che ci sono e che potrebbero incontrare con l’inizio dei lavori previsti per la fine di ottobre. “Marina di Massa si allaga, basta veramente poco – ha affermato una cittadina – E questo è perché gli argini non sono fatti in modo adeguato. Bisognerebbe fare prima gli argini e poi alzare il ponte e non viceversa”. La risposta del vicesindaco è stata molto chiara: la Regione, insieme ai suoi addetti, ha individuato che c’è un bisogno più urgente nel rifacimento nel ponte, specialmente nell’ultimo chilometro dove il fiume sfocia nel mare e che il problema degli argini verrà effettuato solo in una seconda fase.

Una signora, residente proprio davanti al frigido, ha lamentato: “Sono preoccupata soprattutto per il periodo invernale, quando piove forte rischio continuamente che il fiume strabordi, che la mia casa si allaghi e che io rimanga intrappolata in casa insieme ai miei figli. Come si può risolvere questa situazione?”. Berti ha risposto: “I lavori verranno fatti anche per evitare situazioni come queste. La prima cosa in assoluto è quella di salvaguardare l’incolumità del cittadino”.

Un’altra questione che preoccupa i cittadini marinelli è quella della viabilità che verrà modificata, rendendo così “Marina di Massa inavvicinabile sia per gli abitanti che per chi verrà da fuori” a detta di un residente del centro.
Giovedì 5 ottobre 2017 alle 22:39:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara






VIDEOGALLERY
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Via Fratelli Rosselli, 33 - 19121 La Spezia
Direttore responsabile: Luca Borghini

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News