Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 22.02 del 3 Aprile 2020

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Qualità acque balneazione, Ravagli: «Massa eccellente, conferma Arpat»

L'assessore all'ambiente: «Parlare di mare, spiagge e stagione turistica adesso sembra fuori luogo ma prima o poi usciremo da questa situazione ed è importante arrivare alla stagione estiva pronti»

«presto la rimozione del lavarone»
Qualità acque balneazione, Ravagli: «Massa eccellente, conferma Arpat»
Marina di Massa - “Siamo contenti del risultato ottenuto infatti, nonostante i vari divieti di balneazione temporanei avuti la scorsa stagione, tutte le 8 la vasche di balneazione hanno ottenuto il punteggio eccellente, mantenendo uno standard alto anche per la stagione che verrà”. Questo è il primo commento dell’assessore all’ambiente Veronica Ravagli dopo la pubblicazione dei risultati del report di Arpat con l'analisi dei dati dei controlli effettuati durante la stagione balneare 2019 e la proposta di classificazione delle aree di balneazione per la stagione balneare 2020.

Come dice Arpat, “durante la stagione balneare 2019 le condizioni meteorologiche sono state abbastanza instabili con abbondanti precipitazioni in tutto il periodo primaverile, ma con episodi anche intensi a carattere locale nei mesi più caldi (luglio-agosto). Di conseguenza, durante tutti questi episodi vi è stato un apporto di carichi inquinanti veicolati dai corsi d’acqua che sfociano lungo la costa toscana che hanno messo in evidenza problematiche non risolte del sistema di collettamento e trattamento delle acque reflue. Queste criticità, unitamente a rotture e/o malfunzionamenti dei sistemi di trattamento e collettamento delle acque reflue, sono state la causa di tutti i divieti temporanei di balneazione rilevati nel 2019”.

“Posso assicurare che purtroppo questi divieti hanno interessato tutto il litorale apuano e versiliese, infatti durante gli incontri del comitato di vigilanza per la tutela delle acque di balneazione, anche altri amministratori locali come me hanno manifestato all’assessore Fratoni delle serie preoccupazioni sulla stagione che abbiamo davanti, anche se devo ammette che i lavori di Gaia sul depuratore 1 stabiliti nell’accordo sono terminati e adesso l’impianto funziona a regime”.

“Manca ancora la vasca di disinfezione da inserire come trattamento finale, trattamento indispensabile per abbattere la carica batterica quando soprattutto si devono effettuare le operazioni di bypass per le improvvise piogge torrenziali estive” spiega l’assessore leghista nonché ingegnere ambientale “quando l’ho fatto presente in Regione e a Gaia mi è stato risposto che questo intervento è pianificato per il 2022. Sarebbe stato opportuno inserirlo tra gli interventi da effettuare con priorità, perché adesso dobbiamo attendere due stagioni in cui ogni volta che avremo una bomba d’acqua o eventi atmosferici di forte entità, dovremo semplicemente incrociare le dita o usufruire del divieto di balneazione preventivo. Ma certo non è una soluzione adeguata. Noi comunque per questa stagione ci siamo mossi in anticipo ed abbiamo già ottenuto il nulla osta da Arpat per la nostra richiesta di divisione della zona Campeggi in Campeggi Est e Campeggi Ovest. Adesso attendiamo il parere della regione e se sarà positivo in caso di sforamento dei limiti nella zona campeggi Est (quella più adiacente alla foce del Lavello per intenderci) saranno interessati solo pochissimi stabilimenti balneari anziché decine".

"Capisco – aggiunge Ravagli – che parlare di mare, spiagge e stagione turistica adesso sembra fuori luogo ma prima o poi usciremo da questa situazione ed è importante arrivare alla stagione estiva pronti per partire ancora con più slancio verso una ripresa economica che per noi parte anche e soprattutto dal turismo. Quindi è indispensabile lavorare anche sulla qualità delle acque di balneazione. Proprio in questo senso stiamo già anche predisponendo assieme ad Asmiu, al direttore Walter Bresciani Gatti e l'amministratore unico Lorenzo Porzano la pulizia delle spiagge dal lavarone. La zona Lavello è quella più fragile da questo punto di vista e per questo abbiamo incentivato anche le analisi lungo tutto il corso d’acqua fino alla foce da effettuare durante tutta la stagione in modo da prevenire e controllare noi stessi la qualità delle acque e allertare chi di dovere se troviamo qualcosa di anomalo. Insomma, niente è lasciato al caso, siamo in stretto contatto con balneari, campeggiatori e albergatori affinché questa stagione estiva non abbia intoppi e venga assicurato un grande afflusso turistico che possa portare respiro in questo momento così drammatico".
Lunedì 23 marzo 2020 alle 11:43:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Chi è il miglior giocatore della Massese?



















Chi è il miglior giocatore della Pontremolese?






































Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News