Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 21.40 del 16 Luglio 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

«I fiumi non si imprigionano». Il Wwf denuncia i lavori sul Magliano

Giannelli: «Un privato sta restringendo l'alveo del canale con un sistema di parancole». Svolti i primi accertamenti

segnalato a forze dell'ordine e procura
«I fiumi non si imprigionano». Il Wwf denuncia i lavori sul Magliano
Marina di Massa - «I fiumi non si imprigionano». È lo striscione firmato Wwf apparso nei pressi della foce del canale Magliano in località Ronchi. L'associazione ambientalista interviene col suo vicepresidente dell'Alta Toscana Gianluca Giannelli e «denuncia i lavori che si stanno svolgendo da parte di un proprietario privato che sta restringendo l’alveo del canale con un sistema di parancole che vengono piantate direttamente all’interno dell’alveo. Avvertita tempestivamente la polizia municipale, sono stati svolti i primi accertamenti, e sono state inviate dal Wwf segnalazioni alla Regione Toscana, competente in merito e verrà inoltrata una denuncia alla Procura della Repubblica contro quello che il Wwf ritiene un grave atto alla sicurezza dei luoghi e al dispregio del buon senso».

«Quando purtroppo le alluvioni causano morte e distruzione – prosegue Giannelli – tanti "paroloni" vengono spesi a difesa dell’Ambiente naturale , dei lavori che costringono i fiumi all’interno di cementificazioni e costrizioni pericolose, ebbene nel 2019 niente cambia, si continua a violentare e denaturalizzare ambienti naturali, in barba a vincoli idraulici, panoramici, bellezze naturali e leggi tipo la famosa Galasso che imponeva un limite invalicabile alle edificazioni lungo coste e fiumi e invece allegramente si continuato a cementificare in luoghi inviolabili. In questo caso da una baracca di legno e cartone è apparsa all’improvviso una costruzione tipo attività commerciale, si è alcuni anni fa modificato la sponda di sinistra del canale con lavori di cui chiederemo una verifica agli organi competenti, essendo venuti in possesso di foto dei lavori in esecuzione. Insomma non c'è mai fine al peggio, e avendo avuto dalla proprietà la rassicurazione che il tutto è stato autorizzato, il Wwf, se i lavori non saranno fermati, autorizzazioni o non, si metteranno nel canale giorno e notte a difendere la natura, la sicurezza dei luoghi, la bellezza dei luoghi, il buon senso. Se lo Stato non sarà in grado di farlo, lo faremo noi».
Martedì 21 maggio 2019 alle 12:47:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News