LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 21.55 del 21 Settembre 2017

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Nuovo aspro incontro col consiglio di Marina in commissione bilancio

Amministrazione ferma sulla sue posizioni. Benfatto: "Occasione di miglioramento sprecata"

Nuovo aspro incontro col consiglio di Marina in commissione bilancio
Marina di Carrara - Ieri ha avuto luogo un nuovo incontro tra la seconda commissione consiliare (la commissione bilancio) e l’ultimo dei consigli cittadini ancora mancante all’appello, quello di Marina di Carrara. Anche stavolta il confronto è stato piuttosto aspro; l’amministrazione, in ogni caso, non ha fornito motivazioni ulteriori alla propria scelta di eliminare i consigli né alternative praticabili.

"Con la nuova amministrazione lo strumento dei consigli dei cittadini si sarebbe potuto migliorare – ha esordito la presidentessa del Consiglio di Marina, Lara Benfatto – modificandone il regolamento; non facendolo, si è persa un'occasione. Se questi consigli sono nati male, si rischia di farli chiudere peggio”.

“L’organismo, nato a seguito dell’evento alluvionale, è un ottimo contenitore di partecipazione – ha proseguito la consigliera – al quale però non sono stato dati i contenuti e gli strumenti per funzionare al meglio. In questa situazione difficile noi abbiamo cercato di lavorare al meglio e siamo riusciti ad ottenere piccoli grandi risultati di cui andiamo fieri. Abbiamo superato le nostre diversità interne e abbiamo lavorato sempre per il bene della comunità di Marina”. Benfatto ha di seguito compiuto un elenco esaustivo dei risultati raggiunti.

“La partecipazione è una cosa seria; ci aspettavamo che questa amministrazione cogliesse L occasione per rivedere il regolamento e migliorare la natura stessa dei consigli, utili non solo per i cittadini, ma per l’amministrazione stessa, in quanto mezzi di sollecito e informazione,”. ha concluso Benfatto.

La parola è dunque passata al consigliere Paolo Vatteroni: “Ritengo utile fare alcune considerazioni. Innanzitutto, i consigli dei cittadini sono nati a valle di un percorso avviatodalla giunta Zubbani. Al termine di uno studio partecipato, la vecchia maggioranza disattese quanto deciso dai cittadini stessi: vitare di coinvolgere i politici. Decise di aprire i consigli tutti, inclusi i soggetti politici medesimi, ripetendo così in sostanza l’esperienza delle vecchie circoscrizioni”.

“Vennero così gettati al vento 43.00 euro, parte impiegati dal Comune e parte concessi dalla Regione Toscana – ha spiegato Vatteroni – in deroga a quanto previsto dal regolamento elaborato dalla commissione, inoltre l’iter per l’elezione dei consigli dei cittadini venne avviato soltanto 30 giorni dopo l’esondazione del Carrione, sull’onda delle tumultuose proteste della cittadinanza. L’amministrazione si era già insediata da due anni. Questo per dare la misura di quanto essa avesse a cuore quest’organo”.

“Ritroviamo conferma di ciò – ha osservato il consigliere –nell’assoluta disinformazione pubblica in occasione dell’elezione dei consigli stessi. L’affluenza alle elezioni dei consiglieri fu estremamente bassa. Ad oggi, direi che soltanto un decimo di questi organi ha funzionato. C’è da dire che l’amministrazione ha evitato qualsiasi tipo di comunicazione possibile. Alludo alla parte politica, perché con la parte tecnica abbiamo avuto una collaborazione enorme che ci ha portato ai risultati che vi abbiamo illustrato”.

“Un altro motivo dell’inefficacia succitata risiede nell’influenza dei partiti nei confronti dei propri esponenti presenti nei vari consigli – ha precisato Vatteroni – Non ho memoria di note pubbliche, da parte degli altri consigli, relativamente alla presenza di disservizi o degrado. A mio avviso, l’opinione pubblica dovrebbe invece essere informata di tutto”.

“Interrogati dall’ex-assessora Giuseppina Andreazzoli su come pensassimo di essere utili al Comune, abbiamo risposto richiedendo dei tavoli propedeutici riguardanti le varie aree – ha spiegato il consigliere – ciascuna avrebbe portato le sue proposte. Non abbiamo ottenuto replica. Le informazioni vengono dal territorio; nelle sale del palazzo è difficile accorgersi dei problemi. Noi abbiamo sempre sensibilizzato l’amministrazione sui problemi di Marina, rendendo partecipe la cittadinanza tramite i mezzi d’informazione”.

Vatteroni ha infine rivolto una precisazione al presidente di commissione Daniele del Nero: “A differenza di quanto riportato dalla stampa, il regolamento consigli dei cittadini prevede, dopo due anni di servizio, una verifica funzionale che contempla due possibilità: il mantenimento del consiglio, la sua bonifica o la revisione . Così si legge nell’articolo 5. La nostra non è una scadenza naturale: se volete smantellarci, vi è sufficiente fare una delibera.

In conclusione è intervenuto il consigliere Sirio Genovesi: “Al netto delle criticità con cui si è arrivati a dar vita ai consigli dei cittadini e delle difficoltà di dialogo con la precedente amministrazione, credo sia necessario parlare nel presente e chiederci, anzi chiedervi, cosa vogliate fare dei consigli dei cittadini. Se intendete eliminarli, perché?”

“Parlate di altri strumenti di partecipazione – ha commentato il consigliere – ma dopo più di due mesi di governo non sembrate in grado di dire quale indirizzo prendere in proposito: è il momento di fare delle scelte. I consigli non sono incompatibili con eventuali altri strumenti che vorrete adottare”.

In risposta, i consiglieri di maggioranza hanno sostanzialmente ribadito le posizioni già espresse coi rappresentanti del consigli di Carrara e Avenza: dopo aver definito i consigli uno strumento “da superare” e le verifiche attuate, così come i pareri chiesti, “utili e necessari” ad avviare un percorso nuovo, hanno posto l’accento sull’importanza della partecipazione. In conclusione, hanno aggiunto che entro la fine dell'anno i nuovi strumenti elaborati dall’amministrazione saranno resi noti.
Sabato 9 settembre 2017 alle 10:00:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





FOTOGALLERY


VIDEOGALLERY
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Via Fratelli Rosselli, 33 - 19121 La Spezia
Direttore responsabile: Luca Borghini

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News