Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 22.23 del 18 Settembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Nuovo polo scolastico a Marina e tre parchi: ecco come cambierà Carrara

Le modifiche al Piano operativo comunale riguardano anche Villa Ceci, Padula e l'area umida della Fossa Maestra

Nuovo polo scolastico a Marina e tre parchi: ecco come cambierà Carrara
Marina di Carrara - Il nuovo polo scolastico di viale da Verrazzano è stato inserito nel Piano operativo comunale insieme a tre parchi: area umida della Fossa Maestra, Padula, Villa Ceci. Il documento di integrazione all’avvio del Poc è stato discusso ieri mattina in commissione Urbanistica e presentato nel corso di una conferenza stampa. Il plesso da 30 milioni di euro fa parte degli 11 progetti presentati dall’amministrazione per partecipare al bando del piano regionale triennale 2018-2020 per l’edilizia scolastica. A settembre sapremo se i finanziamenti verranno erogati. «Abbiamo pronto un piano B per avere la certezza di realizzare il progetto comunque vada il bando,» ha dichiarato il sindaco De Pasquale. «Stiamo già cercando un interlocutore a livello governativo, siamo in attesa di risposte.» In caso il progetto fosse invece finanziato solo in parte, l'assessore all'urbanistica Bruschi ha assicurato: «Abbiamo la possibilità di farlo partire per lotti.» Per il campus serviranno un anno per la progettazione e due per la realizzazione. «Pensiamo a un concorso internazionale d'idee – aggiunge Bruschi – al suo interno prevediamo spazi flessibili aperti ai cittadini, come il campo sportivo polifunzionale. La struttura, ecosostenibile, sarà un elemento di landmark, visibile dal mare.» Gli studenti che andranno a confluire nel campus saranno circa 800, ma la giunta e il gruppo consiliare ritengono che la viabilità non ne sarà inficiata: la nuova via d'accesso al porto devierà il traffico pesante, spiegano. L'ultimo tassello del mosaico è appunto il waterfront che cambierà radicamente il volto di marina: la gara si è chiusa lo scorso Lunedì. Il Poc costituisce una sorta di primo passo in vista del nuovo piano strutturale che dovrà essere definito nel 2019.

Quanto ai parchi: l'idea è quella di trasformarli in giardini attrezzati, ma non è ancora precisato come. Sarà definito in un secondo momento, in fase di progettazione. «Carrara deve poter contare in un progetto organico di spazi pubblici – ha dichiarato Bruschi – nel quale i parchi dell’area umida della Fossa Maestra, il Parco pubblico della Padula e appunto l’area verde di Villa Ceci costituiscano i nodi di una rete estesa di fruizione pubblica. Sarà un intervento strategico su un’area interamente pubblica oggi degradata e marginale. Questa verrà messa in stretta relazione con la riqualificazione delle pinete retrostanti, fino ad arrivare alla zona che ospita la Biblioteca civica e la primaria Giromini, nel cuore della vecchia Marina. Si potrà arrivare da Avenza a Marina attraversando solo le aree verdi.». Il Poc contiene un'indicazione in vista delle modifiche al piano strutturale previste per il 2019: «Intendiamo definire per i parchi una destinazione d'uso diversa da quella edificatoria prevista dalla precedente amministrazione– aggiunge De Pasquale – perché il messaggio arrivi ai proprietari.»

«L'impianto del documento presentato nel 2015 non viene stravolto – precisa il capogruppo M5s Daniele Del Nero – ma la presente integrazione ne rappresenta in qualche modo un approfondimento e anche uno sviluppo selettivo. Possiamo dire che con la nuova Amministrazione vengono precisate alcune linee d’intervento sulle quali verrà chiamato a rispondere il nuovo piano.».

De Pasquale si è detto soddisfatto in qualità di sindaco e d'insegnante: «Questo è uno dei frutti dei 400mila euro investiti nel monitoraggio degli edifici scolastici e in particolare per verifiche vulnerabilità sismica. I risultati delle indagini, infatti, hanno sì evidenziato delle criticità e innescato disagi ma ci hanno permesso anche di avere un quadro della situazione e di partecipare al bando regionale per l’edilizia scolastica. Il tutto a miglioramento della sicurezza dei nostri studenti.»
Martedì 17 luglio 2018 alle 22:13:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News