Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 19.28 del 6 Luglio 2020

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Planetario online, stasera appuntamento dedicato al caso Galileo

Prosegue la seguitissima iniziativa curata dal planetario comunale Masani di Marina di Carrara

Planetario online, stasera appuntamento dedicato al caso Galileo
Marina di Carrara - Domani, venerdì 15 maggio, dalle 21 l'appuntamento settimanale con "Planetario online", la simpatica e seguitissima iniziativa curata settimanalmente dal planetario comunale "A. Masani" di Marina di Carrara, in attesa di poter riaprire le sue porte ai visitatori reali, sarà dedicato a "Il caso Galileo: fra storia, scienza e luoghi comuni".

La vicenda del grande scienziato pisano è centrale, nei suoi aspetti positivi e negativi, nella storia della cultura e della scienza europea (e non solo), e su di essa molto si è detto e scritto, non sempre obiettivamente e disinteressatamente. Quando viene svolta al planetario la conferenza ripercorre, in rigoroso ordine cronologico, i fatti astronomici, teologici, storici ed umani che han portato alla condanna ed all'abiura di Galileo, inquadrandoli nelle conoscenze scientifiche dei secoli precedenti e successivi. Occorre "spulciare" tra i documenti per scoprire, infatti, come le grandi rivoluzioni culturali e scientifiche nascano talvolta su piccoli dettagli, solo apparentemente banali. Solo così ognuno sarà poi realmente libero di formarsi una propria idea, più circostanziata, della vicenda.

In questa versione forzatamente ridotta, e visibile a partire dalle 21 di venerdì sulle pagine Facebook "GAM - gruppo astrofili massesi", si è pensato di focalizzare l'attenzione su 2 lettere che coinvolgono Galileo e Papa Urbano VIII (dapprima suo ammiratore e seguace, poi forse il più risoluto nel volerne la condanna a tutti i costi), una lettera dell'amatissima figliola Suor Maria Celeste appena appresa la notizia della condanna, e infine la sentenza del processo, meno nota della celeberrima abiura che Galileo dovette recitare il 22 giugno 1633, ma importante per conoscere i termini su cui si basò il processo.
Venerdì 15 maggio 2020 alle 08:13:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Contagi e vittime sono in calo da tempo in Italia e i numeri del Covid sono quelli che si registravano a febbraio nei primissimi giorni della futura pandemia. Voi quali sensazioni avete oggi?


















Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News