Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 21.37 del 15 Luglio 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

E contro l'abbattimento dei pini scatta la denuncia in Procura

Le piante di viale Colombo di nuovo nel mirino. L'atto promosso da Verdi, Sos Litorale, Italia Nostra e alcuni cittadini

la protesta continua
E contro l´abbattimento dei pini scatta la denuncia in Procura
Marina di Carrara - Contro il taglio dei pini parte l’esposto alla procura. La federazione dei Verdi di Massa-Carrara (presidente Roberto Nicoli), il comitato Sos Litorale Apuano (presidente Riccardo Canesi) e Italia Nostra Onlus (presidente “pro tempore” Bruno Giampaoli), insieme a sette privati cittadini, hanno infatti sottoscritto e depositato un esposto in merito al discusso abbattimento degli alberi di viale Colombo.

Diversi gli aspetti del progetto contestati dai firmatari. A partire dal documento di studio-fattibilità allegato al progetto a firma dell’ingegner Giuseppe Marrani: “Non vengono esaminate né contemplate ipotesi alternative all’abbattimento dei pini domestici sulla zona interessata,” scrivono associazioni e cittadini. I lavori stati affidati a Ediltecnica per quanto riguarda la manutenzione del manto stradale e ad Amia per la parte relativa alla rimozione delle piante di “washingtonia robusta”. A cinque mesi dalla sua approvazione, il progetto di abbattimento è iniziato l’11 giugno, “proprio in apertura della stagione balneare e turistica, e in particolare in periodo di nidificazione degli uccelli.” Non solo: “Il trattto di strada interessato è sottoposto a vincolo idrogeologico e paesaggistico, e l’insistenza dei pini domestici in quel punto caratterizza fortemente l‘assetto territoriale di zona.”

Un’altra criticità riguarda la sostituzione dei pini con le palme. “L’innesto di un’altra tipologia di piante non è stato concordato né discusso – osservano le associazioni ambientaliste e i cittadini di Carrara – in un’apposita conferenza dei servizi che avrebbe dovuto essere convocata, secondo la legge 241/90 che riguarda i progetti di particolare impatto ambientale. Nella mattina dell’inizio dei lavori, su interessamento dei privati cittadini, si è tentato di acquisire informazioni e documenti dettagliati presso l’ufficio lavori pubblici del Comune di Carrara, ma non è stata rinvenuta nessuna scheda tecnica dei pini che ne esponga la concreta pericolosità per la salute e la sicurezza pubblica”.

Inoltre, osservano i firmatari, nessun cartello è stato esposto all’ingresso di viale Colombo che giustificasse la straordinarietà dei lavori di abbattimento. Mancavano sia il nominativo della ditta incaricata per le opere sia il riferimento alla determina dirigenziale di affidamento dell’incarico. I promotori del documento paventano dunque un danno ambientale, in particolare rispetto alla legge 157/92 sulla protezione della fauna selvatica. Per questo si sono rivolti alla Procura perché verifichi le procedure amministrative di autorizzazione messe a punto dal settore opere pubbliche del Comune, nell’eventualità di una violazione della legge e addirittura di una responsabilità penale.
Sabato 15 giugno 2019 alle 07:04:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News