LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Allarme varchi di soccorso al mare, non ci sono: così la nostra sicurezza è a rischio | Foto

La denuncia dell'ex consigliere di Marina Franciosi: «Solo uno ha la larghezza necessaria, due sono troppo stretti, uno non esiste»

Allarme varchi di soccorso al mare, non ci sono: così la nostra sicurezza è a rischio<span class=´linkFotoA1Articolo´> | <a href=´/fotogallery/mancano-i-varchi-di-soccorso-al-mare-225_1.aspx´ class=´FotoVideoA1´>Foto</a></span>
Marina di Carrara - I varchi di soccorso presenti sulle nostre spiagge non sono a norma. A denunciarlo è Flavio Franciosi, ex membro del consiglio dei cittadini di Marina: “Avevamo già sollevato il problema nel 2016 – spiega – allora avevamo presentato alla municipale un documento corposo per segnalare l’inadeguatezza dei varchi. È seguita un’inchiesta condotta dalla Capitaneria di porto, su istruzione della Procura della Repubblica di Massa-Carrara. Il piano dell’arenile, varato nel 2001, prevedeva originariamente 5 varchi di soccorso, rispettivamente tre in corrispondenza degli sbocchi di via Rinchiosa, via Parma e via Modena; uno tra i bagni Zazà e le Palme; un ultimo allo sbocco di via Maestri del Marmo, tra le due colonie. Conclusi i 30 giorni del periodo di osservazione, dunque fuori tempo massimo, è stata però accolta l’osservazione presentata dal bagno Zazà, che con la realizzazione del varco avrebbe perso il parcheggio. I varchi si sono così ridotti da 5 a 4. Il piano è stato modificato nel 2007, ma non vi sono stati cambiamenti che interessassero i varchi..”.
Consultando il piano dell’arenile, si apprende che i varchi di soccorso dovrebbero avere “larghezza non inferiore a 3 metri”. Si prevede inoltre che siano “individuati da apposita cartellonista plurilingue” e realizzati “con modalità tali da essere accessibili anche a soggetti diversamente abili e mantenuti nel modo migliore e senza presentare barriere architettoniche, fino all’allineamento fronte mare”, rimanendo aperti 12 mesi l’anno. Per il trattamento della superficie “sono ammessi terra stabilizzata, ghiaia e autobloccanti a griglia erbosa”, per evitare che i mezzi restino impantanati nella sabbia.
Attualmente, l’unico varco che presenti la larghezza adeguata, 3 metri, è quello tra le due colonie in località Fossa Maestra: “Manca però di autobloccanti – commenta Franciosi – tant’è che un anno e mezzo fa qui s’insabbiò un’ambulanza durante un intervento.” L’ex consigliere ha alle spalle l’esperienza di volontario sui mezzi di soccorso. Quello allo sbocco di via Parma non è che un passaggio pedonale al mare, come lo descrive il cartello posto al suo ingresso: “Sulla spiaggia la larghezza per il passaggio di un’ambulanza ci sarebbe, ma dal lato della strada il marciapiede impedisce l’accesso al varco e un cancello ne restringe l’imboccatura,” commenta l’ex consigliere. Il varco che corrisponde allo sbocco di via Modena è una sorta di corridoio, in cui si può entrare solo a piedi. Versa in stato di abbandono: “È un luogo in cui una donna sola rischierebbe molto”. Allo sbocco di via Rinchiosa non c’è proprio alcun varco: “È stato chiuso a seguito di un contenzioso tra due bagni – spiega Franciosi – I mezzi adesso passano dal molo Pertini, inadatto allo scopo.”
Una situazione rischiosa, insomma, che l’ex consigliere ha segnalato alla Capitaneria di porto: “Sono stato ricevuto e ascoltato giovedì pomeriggio. Ho incontrato piena disponibilità. Ritengo che, a seguito della mia segnalazione verbale e di una mail in cui ho descritto la situazione nel dettaglio, esamineranno il piano dell’arenile e verificheranno se i varchi siano o meno conformi ad esso.”
Venerdì 6 aprile 2018 alle 14:41:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fotogallery


Notizie Massa Carrara




-
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Luca Borghini

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News