LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

A deporre la corona alla Giromini pensano i cittadini

Marchini (Rifondazione): «Cerimonia del Comune solo a Carrara». Lindi: «Grave mancanza istituzionale»

A deporre la corona alla Giromini pensano i cittadini
Marina di Carrara - Quest’anno, in occasione della festa della Liberazione del 25 Aprile, a deporre la corona ai piedi della stele ai partigiani della scuola Giromini è stata Rifondazione. L’amministrazione ha voluto una sola cerimonia, alle 8.30 in piazza due giugno. “Ogni anno, il Comune ha sempre posto delle corone in tutti i luoghi della memoria – ha dichiarato Piero Marchini di Rifondazione Carrara –Quest’anno ha fatto una sola manifestazione, tralasciando. Torano, Avenza, Battilana, Marina. Mi auguro che sia una dimenticanza, perché se no è una cosa molto grave in un momento di fioritura di movimenti neofascisti. Qualcuno oggi ha scritto “Ci siamo liberati della Liberazione”. In un momento come questo, questa dimenticanza va risanata a livello istituzionale. Chi è al governo della città lo deve al sacrificio di queste persone.”

Era presente anche Ilaria Paladini, ex candidata a sindaco della lista “La Comune”: Volevamo testimoniare, anziani e giovani, il ricordo del 25 aprile. Vogliamo custodirne la memoria. Il suo fascismo nelle forme moderne è ancora vivo. Continueremo a celebrare questa ricorrenza anche negli anni a venire. Per coinvolgere le nuove generazioni bisogna fare un grosso lavoro: la città stessa può preservare la memoria di quello che è stato.”

“Siamo qui a ricordare una fase terribile e difficile – ha affermato Giorgio Lindi
Il sindaco Francesco De Pasquale ha spiegato: “Abbiam fatto una spending review. La partecipazione a iniziative simili è spesso scarsa se non nulla, per cui abbiamo ritenuto opportuno fare una singola manifestazione, ma più partecipata. Non se ne possono far dieci in un giorno solo, diventano difficili da gestire. È stata un’ottimizzazione, tentativo di rinforzare l’importanza della ricorrenza. Potremmo pensare di farla a rotazione, nei prossimi anni di farla a rotazione: spostarsi di anno in anno sarebbe una possibilità per garantire la memoria delle varie collocazioni.”
Venerdì 27 aprile 2018 alle 09:47:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News