Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Spiagge libere, Lapucci (FI): «Chi le gestirà quest'anno?»

Il consigliere: «La stagione balneare è alle porte e non ci sono servizi»

Spiagge libere, Lapucci (FI): «Chi le gestirà quest´anno?»
Marina di Carrara - Alle soglie della stagione balneare, si presenta l'incognita spiagge libere. Lorenzo Lapucci, consigliere di Forza Italia, lancia l’allarme: “L’amministrazione non ha ancora reso noto come verranno gestite le tre spiagge libere in concessione al Comune di Carrara per l’imminente stagione balneare. È obbligo chiedere se verrà confermata la gestione ad AMIA come nell’estate passata o se si intenda apportare delle novità che, vista la prossimità del periodo estivo, sarebbero dovute essere già programmate da tempo.”

In occasione del 25 Aprile e del 1° Maggio i turisti affollavano le spiagge, ma i bagni rano chiusi. “I villeggianti arrivati a Carrara nei giorni trascorsi hanno dovuto constatare la mancanza dei servizi di base – scrive Lapucci – di una città che del turismo dovrebbe farne una delle risorse principali. Eppure l’amministrazione De Pasquale ha affermato nelle proprie linee programmatiche che «Carrara ha elementi sufficienti per poter parlare di un’innata vocazione turistica »”.

Lapucci accusa: le spiagge sono prive dei servizi igienici a norma di legge. “La struttura dei bagni pubblici sulla spiaggia libera denominata “idrovora” (o “Rotonda”, ndr), è qualcosa agghiacciante come impatto visivo, e il fatto che non sia ancora agibile fa da corollario ad una situazione disastrosa.”

La possibilità di allestire spiagge libere attrezzate è stata prima discussa, poi accantonata qualche anno fa. Lapucci chiede: “I 5 stelle hanno intenzione di realizzarle, con la possibilità di affittare l’ombrellone e con dei punti bar/ristoro (come previsto in un progetto di qualche anno fa, poi naufragato per le note vicende giudiziarie ancora in corso), oppure intendono perseverare nella gestione minimalistica dell’arenile ?” Gli esempi di spiagge libere in Toscana non mancano: si pensi Follonica, Tirrenia, Forte dei marmi. C’è poi la questione dei varchi di soccorso, ampiamente trattata dal Tirreno: dei quattro previsti ne sono stato realizzati solo tre, inadeguati per ampiezza e mancanza di autobloccanti. “Chiedo cosa abbiano deciso di fare ‘l’assessore al turismo Federica Forti e l’assessore ai lavori pubblici Andrea Raggi – prosegue Lapucci – per consentire ai mezzi di soccorso di poter accedere all'arenile, e in particolare se saranno previste le idonee attrezzature per l' accesso al mare in aiuto alle persone portatrici di disabilità.”

Lapucci parla di un’occasione persa: “Il cambiamento che avrebbe portato dei benefici al territorio e degli introiti alle casse comunali. Infatti sono da pochi giorni passati i ponti del 25 Aprile e del 1 Maggio e come ogni anno a Carrara molti turisti in questo periodo hanno deciso di visitare la città.” Trovando un'accoglienza poco consona
Venerdì 4 maggio 2018 alle 15:08:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News