Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

La carica dei 500: i bambini in visita al porto di Carrara

Partita la seconda edizione del progetto Portolab con alunni della primaria Frezza e Nardi

«esperienza divertente e formativa»
La carica dei 500: i bambini in visita al porto di Carrara
Marina di Carrara - E’ partita in questi giorni a Marina di Carrara la seconda edizione del progetto Portolab, che prevede visite guidate al porto ed in particolare al terminal Grendi, per 480 alunni delle scuole primarie della provincia di Massa-Carrara (lo scorso anno erano 400). L’iniziativa è nata lo scorso anno grazie alla collaborazione tra l’Autorità di Sistema Portuale del Mar ligure Orientale e il Gruppo Grendi, che opera nello scalo toscano, visto il successo che da anni ottiene nel terminal LSCT del Porto della Spezia dove già più di 5000 bambini hanno partecipato al progetto, nato nel 2006, su iniziativa del gruppo Contship Italia per raccontare la vita e il lavoro all’interno del porto e dei centri intermodali: un mondo che, per ragioni di sicurezza, è inaccessibile e poco conosciuto. Infatti, prezioso è stato il supporto fornito da Contship per realizzare anche nel porto di Carrara il progetto.

A partire da oggi, e fino al 27 maggio prossimo, ogni lunedì, giorno in cui è presente la nave Rosa dei Venti, i tutor del terminal Grendi, assieme a personale dell’AdSP, accoglieranno le classi e gli insegnanti e metteranno a disposizione, con una metodologia innovativa e stimolante, le competenze ed i valori dell’attività portuale, spesso misconosciuta. Il terminal container si trasformerà così in un laboratorio a cielo aperto che prevede, prima della visita a bordo della nuovissima nave, ro-ro che opera sulla linea Marina di Carrara/Cagliari, testimonianze da parte di importanti componenti della comunità portuale: Capitaneria di Porto, Agenzia delle Dogane, Guardia di Finanza e Polizia di Frontiera Marittima.

Già due le visite effettuate in porto, con sosta nella sede dell’AdSP di Marina di Carrara dove, durante il primo incontro, il Comandante del Porto Maurizio Scibilia ha mostrato ai 21 studenti della classe 4A della primaria Frezza un video istituzionale, raccontando loro quali sono le funzioni svolte nel porto. Lunedì scorso è stata invece la volta della classe quarta dell’Istituto Fossola Gentili-Primaria Nardi. Tutti gli studenti sono poi partiti per la visita. Hanno potuto assistere all’apertura di un container, al funzionamento di un mezzo di sollevamento e per finire hanno visitato la nave partendo dalla stiva per arrivare fino al ponte di comando. Presenti quest’anno anche studenti dell’Istituto Nautico Fiorillo che coadiuvano i tutor nel corso delle mattinata.

Il progetto, che ha il patrocinio gratuito del Comune di Carrara, coinvolgerà allievi delle primarie Paradiso, Paradiso B, S. D'Acquisto, G. Carducci, D. Alighieri, R. Fucini, Frezza e Gentili, Nardi, Fontana, Marconi e Saffi.

“L’esperienza dell’anno scorso ha funzionato bene e quest’anno abbiamo 80 alunni in più. -ha detto la Presidente dell’AdSP, Carla Roncallo -. Spero che anche questa edizione, grazie a tutti coloro che vi collaborano attivamente, Capitaneria di Porto, Dogane, Guardia di Finanza e Polizia di Frontiera in primis, possa trasformarsi per i piccoli visitatori in una esperienza divertente e formativa”.
“Benvenuti tutti i bambini e le loro insegnanti che hanno accolto con così tanto entusiasmo il progetto PORTOLAB. Da sempre GRENDI è aperta al territorio e in particolare al mondo della scuola, con una collaborazione ormai pluriennale con gli Istituti nautici prima di Savona e ora con l’Istituto Fiorillo di Carrara- hanno dichiarato Antonio e Costanza Musso.

Questa seconda edizione sarà ancora più ricca della prima perché farà tesoro dei suggerimenti e degli spunti nati dall’esperienza precedente. Con AdSP, Contship e con tutte le istituzioni locali siamo felici di portare avanti il progetto Portolab a Marina di Carrara. Indossati casco e giubbotto i bambini hanno assistito alle operazioni di carico e scarico della nave con il nuovo sistema a cassette, hanno visto in azione le macchine per la movimentazione dei container e hanno assistito all’apertura di un container.
Mercoledì 23 gennaio 2019 alle 23:08:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News