Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 19.32 del 6 Aprile 2020

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Turismo, Jacopo Ferri: «Le risposte sono nei fatti, ma il Pd si tappa occhi e orecchie»

pontremoli
Turismo, Jacopo Ferri: «Le risposte sono nei fatti, ma il Pd si tappa occhi e orecchie»
Lunigiana e Apuane - "Bola, Sordi e Mazzoni insistono nell'attaccare l’amministrazione sul tema del turismo scervellandosi per proporre domande che cerchino di gettare cattiva luce su un lavoro complessivo che invece, dovunque ci si trovi ad andare intorno a Pontremoli e parlando con la nostra gente ogni giorno, è riconosciuto dalla stragrande maggioranza delle persone. Peggio per loro, continuano a rimediare le figuracce che meritano". Esordisce così Jacopo Ferri, Capogruppo di "Cara Puntremal", riguardo alle critiche sollevategli dal Pd.

"Farebbero invece meglio a frequentare di più le nostre piazze, anziché sputare sentenze o lanciare quesiti a casaccio, alcuni dei quali senza logica rispetto alla realtà - continua Ferri - La crisi del commercio non la scopre certamente il Pd di Pontremoli (semmai quello nazionale sta aiutando a determinarla con le ultime norme della finanziaria), anzi, chi come diversi dei consiglieri di opposizione lavora o studia in città ben più grandi e titolate di Pontremoli dovrebbe sapere quanto stiano soffrendo ovunque le attività, per fattori diversi, strutturali e non, alcuni legati alla trasformazione epocale del settore. Pontremoli, grazie alla tenacia del proprio tessuto socio-commerciale regge il colpo molto meglio di altri e in questi anni ha anche attirato, grazie al lavoro di tutti e proprio grazie al movimento turistico culturale, supportato sempre dall’amministrazione, qualche punto vendita proveniente da altre realtà. Certo, è importante continuare ad investire in questa direzione per allungare sempre di più i periodi di maggiori presenze sul territorio".

"Il Fai ha rappresentato uno dei momenti più esaltanti dell’attivismo della Città in tal senso, ma molte sono state e saranno le occasioni per consolidare e migliorare - aggiunte il capogruppo - L’amministrazione si sta impegnando per ripetere quella positivissima esperienza, insieme a tante altre, ed è ridicolo che i Consiglieri di Open Pd chiedano conferme circa cose che in tutta evidenza (e come loro stessi dovrebbero ben sapere) dipendono non solo dalla nostra volontà.
Altrettanto assurdi sono i continui richiami che essi reiterano rispetto ai presunti pochi impegni economici a bilancio del comune sul turismo. Come più volte detto, anche in Consiglio Comunale, tutto ciò che si fa (o quasi) e tutto ciò su cui si investe (o quasi) deve essere imputato ed avere ricadute positive sul turismo. Realizzare opere, significa permettere di far apprezzare le nostre bellezze a chi vive qui ed a chi ci viene per visita e diletto. I parcheggi, la rotonda, i ponti (partiranno, come dovrebbero sapere i consiglieri, anche i lavori sullo Zambeccari), i lavori per la definitiva fruizione del Teatro, quelli per rendere più efficiente l’ascensore al Castello (che è stato chiuso solo qualche giorno e che è un’opera delicata la cui manutenzione, come si sapeva, è tutt’altro che semplice anche per la sua collocazione interna al monte), quelli per la difficile manutenzione del Castello stesso (necessaria anche per limitare le possibili conseguenze negative sul Museo che purtroppo ogni tanto si segnalano), gli investimenti sulla via Francigena, sugli Stretti di Giaredo, ma anche quelli sull’illuminazione pubblica, sono tutte ‘voci’ di bilancio (insieme a molte altre) da imputare anche al turismo. Come insistere nel non volerlo capire o nel non volerlo ammettere? Solo con malafede è possibile farlo".

"Senza contare gli appuntamenti che a centinaia riempiono in un anno i calendari mensili degli eventi pontremolesi: convegni, conferenze, mostre, concerti, presentazioni, laboratori, mercati, feste, sfilate, cerimonie e quant'altro - aggiunge Ferri - Organizzati grazie ad una vivacità generale che l’amministrazione cerca sempre di sostenere e stimolare, comunque al di fuori di ogni previsione di bilancio, attraverso il volontariato e la volontà di tanti cittadini che ci credono, attraverso gli operatori e le istituzioni. Negare questo, negare su questo l’impegno della Giunta e del Consiglio Comunale è paradossale e manifesta il bieco obiettivo di distruggere che anima certe affermazioni e certi comportamenti".

"Fermarsi all’uso dei pilastrini, alla Bandiera Arancione da acquisire, alla tassa di soggiorno (per i proventi della quale come per molte altre cose basterebbe che i consiglieri del Pd leggessero gli atti che ricevono o a cui hanno accesso in ogni momento), progetti e politiche che avranno comunque sviluppo, facendo finta che non ci sia un contesto, sempre migliorabile, ma sicuramente, e diffusamente riconosciuto, molto positivo, è platealmente fuorviante e sbagliato, tanto da essere elemento che tende a valorizzare, agli occhi di chi guarda con obiettività, il vero lavoro che tra tanti problemi l’amministrazione cerca di portare avanti" conclude Jacopo Ferri.
Martedì 21 gennaio 2020 alle 11:09:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Chi è il miglior giocatore della Serricciolo?




















Chi è il miglior giocatore del Don Bosco Fossone?























Coronavirus, mascherina obbligatoria in Toscana. Tu sei d'accordo?

















Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News