Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 22.55 del 8 Luglio 2020

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

De Micheli: «Due le cause possibili del crollo del ponte di Caprigliola»

La ministra è intervenuta in commissione trasporti e ambiente della Camera

De Micheli: «Due le cause possibili del crollo del ponte di Caprigliola»
Lunigiana e Apuane - "Dai primi esami sono emerse alcune circostanze che potrebbero aver contribuito a generale il crollo" del ponte di Albiano Magra, secondo quanto riferisce la ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, in un'audizione alle commissioni Trasporti e Ambiente della Camera di oggi.
La prima circostanza citata è "il sovraccarico apportato da una soletta" apposta negli anni 90 e dal relativo sottofondo, il cui sovraccarico "potrebbe aver eroso gran parte del margine di sicurezza imposto all'epoca della progettazione".
La seconda circostanza è la spinta di una frana sul lato Caprigliola con il suo "lento avanzare".
La ministra informa che sono in atto analisi strutturali per valutare l'incidenza della soletta sul crollo e ulteriori rilievi per analizzare altre possibili evenienze.

La De Micheli ha parlato della nomina di una commissione Ispettiva, della costituzione di tavoli con gli enti locali interessati , delle trattative in corso con la Salt per le agevolazioni di pedaggio e della possibile nomina a Commissario del presidente della Regione Toscana
Di seguito le reazioni del mondo politico locale
Nardi (Pd): Bene la sospensione del pedaggio, ora si proceda con la rampa”
"La proroga della sospensione del pagamento del pedaggio tra i caselli di Aulla e La Spezia Santo Stefano, a seguito del crollo ponte di Aulla avvenuto nelle scorse settimane, è un'ottima notizia. Ringraziamo il governo ed il Ministro De Micheli per la tempestività con cui sono intervenuti". E' quanto dichiara la deputata Pd Martina Nardi, sull'audizione del Ministro delle Infrastrutture e Trasporti che si è svolta oggi, alla Camera dei Deputati.
"E' ora necessario – conclude la Nardi- che il Parlamento acceleri l'iter previsto per la nomina ufficiale del Commissario al fine di definire in tempi brevi le modalità di ricostruzione dell'infrastruttura ed iniziare i lavori. Personalmente ritengo che la soluzione della rampa sulla autostrada A15, sulla quale verrà presa una decisione nella prossima settimana, rimanga la soluzione migliore per venire incontro alle esigenze immediate della comunità locale. E' altrettanto fondamentale rimuovere rapidamente le macerie per evitare che i blocchi di cemento crollati possano causare un effetto diga sul fiume".

Forza Italia: no a Rossi commissario, sì alla nomina di Valettini
Mugnai, Bergamini e Mazzetti (Fi): "Oggi come previsto è intervenuta in Commissione il Ministro delle Infrastrutture Paola De Micheli per relazionare sul crollo del ponte di Albiano Magra e sulla sua ricostruzione. Come già noto purtroppo il Ministro ha deciso di indicare quale Commissario Straordinario per la Ricostruzione del Ponte, l'attuale uscente Presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi. Che senso ha questa scelta? Perché indicare una figura Istituzionale che fra qualche mese, come noto, decadrà dal suo ruolo? Noi di Forza Italia siamo fortemente contrari a questa volontà del Governo e ci opporremo politicamente, proponendo una figura alternativa ma sempre Istituzionale e più consona, quale il Sindaco di Aulla, Roberto Valettini"

"Vogliamo ricordare come l'attuale Presidente Enrico Rossi sia già stato nominato Commissario ma per la ricostruzione dei danni dell'alluvione del 2011 con una notevole disponibilità di denaro (ben oltre 105 milioni di euro!). Ad oggi, a circa nove anni dall'evento, le opere non sono ancora state completate e molte delle opere eseguite presentano criiticitl soprattutto nell'impatto delle opere di difesa idraulica per l'abitato di Aulla è devastante e le opere di mitigazione deve ancora essere completata e ci si trova di fronte ad un cantiere eterno con costi che via via sono aumentati. Se questo è lo "stile Rossi", non abbiamo bisogno di un altro flop!"

"A riguardo invece del futuro viadotto e della sua ricostruzione oltre a confermare la nostra proposta volta ad indicare il Sindaco di Aulla Valettini come Commissario Straordinario (vogliamo ricordare che a Genova per Ponte Morandi fu indicato il Sindaco Bucci della stessa città), evidenziamo come il crollo della struttura ha determinato non solo il quasi totale isolamento della frazione , sia dai servizi sanitari e di sicurezza nonché amministrativi , ma una situazione particolarmente problematica per tutta l'area con ripercussioni gravi anche per i comuni vicini dell'area spezzina della bassa valle lunigiana (Toscana). In questo periodo la situazione è molto grave ed insostenibile, ma con la ripresa alla quotidianità del dopo "covid-19" la situazione viaria diventerà esplosiva e la minaccia avanzata dalla popolazione e delle aziende di assumere proteste molto forti anche con l'occupazione delle due autostrade e delle altre infrastrutture diventa molto concreta e preoccupante. A nostro avviso  la soluzione più idonea, più economica e di rapida esecuzione  è la costruzione di due rampe per l'utilizzo di un breve tratto dell'autostrada A-15 (Autostrada Parma-La Spezia) nel tratto compreso tra l'abitato di Albiano Magra (Regione Toscana) ed il comune di Santo Stefano Magra (Regione Liguria) nello stesso tempo procedere alla progettazione e realizzazione del nuovo viadotto sul "modello Genova". Questo intervento è sostenuto dall'intera popolazione locale a differenza della proposta Anas che vorrebbe creare un viadotto provvisorio con inutile spreco di denaro pubblico e tempo prezioso.Crediamo pertanto che il buonsenso abbia già fatto la sua scelta. Noi di Forza Italia vigileremo, affinchè la volonta della gente sia rispettata."

Ferri (Italia Viva): Inutile investire in un ponte provvisorio

"Oggi la Ministra delle Infrastrutture Trasporti, Paola De Micheli, è intervenuta in audizione nel corso della seduta  delle Commissioni riunite Ambiente e Trasporti.La Ministra ha affrontato l'argomento del Crollo del Ponte di Albiano Magra avvenuto lo scorso 8 aprile. Ha ricostruito le possibili cause del cedimento. Ha parlato della nomina di una commissione Ispettiva, della costituzione di tavoli con gli enti locali interessati , delle trattative in corso con la Salt per agevolazioni di pedaggio e della possibile nomina a Commissario del presidente della Regione Toscana. "spiega Cosimo Maria Ferri.
"Si sono fatti passi in avanti sul progetto di una viabilità alternativa la strada di Albiano Magra- Santo Stefano Magra con l'ipotesi della costruzione di una rampa sulla A 15, come richiesto giustamente dalla comunità di Albiano Magra, come emerge da una sottoscrizione di 3000 firme, ma vorremmo avere presto una risposta definitiva, e vedere iniziati i lavori il prima possibile. Sono state, invece, troppo vaghe  le soluzioni prospettate per la ricostruzione del ponte e l'idea di una soluzione provvisoria di fronte ad un problema che va risolto in tempi brevi e definitivamente. In particolare- prosegue Ferri- nel mio intervento ho ribadito l'inutilità di investire soldi pubblici in un ponte provvisorio, come prospettato dalla Ministra che ha riferito dell'esistenza di un progetto realizzato da Anas. Occorre fare subito il ponte definitivo seguendo il modello Genova Ponte Morandi. Non si deve seguire la strada della provvisorietà, realizzando un progetto assurdo che entra nelle abitazioni dei cittadini, già provati dal crollo del ponte, che porta ad abbattere un monumento dedicato ai caduti, piante secolari, e che colloca il ponte a monte di quello crollato, creando un pericolo serio nel caso di piena del Magra. Oltre allo spreco di risorse, ho evidenziato i disagi e le possibili conseguenze negative data la natura morfologica del territorio, soggetta appunto ad inondazioni.  Ho chiesto - inoltre - conclude Ferri- chiarezza sulla nomina del soggetto che dovrà gestire la viabilità alternativa e sulle competenze che verranno attribuite. Insomma bisogna agire in fretta e fare bene. La gente vuole risposte concrete" .
Mercoledì 6 maggio 2020 alle 21:30:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Contagi e vittime sono in calo da tempo in Italia e i numeri del Covid sono quelli che si registravano a febbraio nei primissimi giorni della futura pandemia. Voi quali sensazioni avete oggi?


















Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News