Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 22.13 del 17 Luglio 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

«Raccolta porta a porta inutile senza bolletta puntuale»

Rifiuti, il sindaco di Tresana Mastrini torna sulla questione e si scaglia contro l'Unione dei comuni della Lunigiana

TRESANA
«Raccolta porta a porta inutile senza bolletta puntuale»
Lunigiana e Apuane - «Quanto sostenuto dal settore patrimonio dell'Unione dei Comuni sulla raccolta rifiuti non fa che confermare le mie perplessità sul servizio nonostante il buon lavoro di Ideaservice. Basta guardare realtà poco distanti dalla nostra per capire quale sia la soluzione: il Comune di Parma, ad esempio, stabilisce che, per ottenere risultati di riguardo sia per la raccolta differenziata, sia per quanto riguarda i risparmi in bolletta, è necessario accompagnare la raccolta porta a porta con la bolletta puntuale» così il sindaco di Tresana Matteo Mastrini.

«Quando l'Unione sostiene che il capitolato su cui è stata effettuata la gara di affidamento del servizio non prevedeva la bolletta puntuale dovrebbe anche spiegare perché, nel corso degli incontri tenutosi sul territorio, sia stato comunicato l'esatto opposto. E quando sostiene che il porta a porta sia stato un regalo non capiamo a chi, anche perché, come abbiamo visto, non è stato possibile estenderlo a tutto il territorio a causa della sua conformazione geomorfologica.
Quello che manca all'Unione è il contatto con i cittadini, che si sarebbe aspettati, due anni dopo l'introduzione del servizio, il controllo delle mastelle e l'introduzione degli sconti in bolletta per gli utenti virtuosi. Se il porta a porta non può essere esteso a tutti e soprattutto se non può essere accompagnato dalla bolletta puntuale non ha alcun senso, per la Lunigiana, continuare su questa strada. Ci sono altre realtà, che ho personalmente visitato, che funzionano benissimo anche i i bidoni, meglio se interrati, e che prevedono la possibilità di riciclare un rifiuto, ad esempio la plastica, procurando buoni spesa a chi smaltisce così quanto prodotto. Non serve essere visionari per capire come fare, basta raccogliere le indicazioni che arrivano dalla popolazione, ascoltarle ed agire di conseguenza. L'Unione dovrebbe favorire la partecipazione perché dai cittadini, che vivono sulla loro pelle e sulle loro tasche i disagi e le contraddizioni del servizio, potrebbero arrivare le soluzioni. Aggiungo che ho personalmente verificato un errore compiuto dall'Unione: i costi sono aumentati perché al momento dell'introduzione del porta a porta il servizio fu calcolato sui cittadini che in quel momento ne usufruivano già e non sulla totalità di coloro ai quali sarebbe stato esteso. Aggiungo anche che prevedere di fornire i sacchetti per il primo anno è stata un'altra scelta miope, costata cara ai cittadini. Concludo dicendo che bisogna sensibilizzare tutti per evitare gli abbandoni, i cui costi di raccolta vengono inseriti in bolletta».

(immagine di repertorio)
Giovedì 12 luglio 2018 alle 15:41:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Spiaggia libera o stabilimento balneare?
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News