Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 19.36 del 9 Aprile 2020

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Un viaggio nella meteorologia e nel clima che cambia

terrarossa
Un viaggio nella meteorologia e nel clima che cambia
Lunigiana e Apuane - In un momento storico in cui si sente di frequente parlare di meteorologia e clima, una serata per fare chiarezza e confrontarsi. Organizzata da Sigeric Servizi per il Turismo e Sentieri Liguri Apuani venerdì 7 febbraio dalle 20.30 alle 10.30 presso la Biblioteca Naturale “Albino Fontana” del Castello di Terrarossa - Licciana Nardi. Un "Viaggio nella Meteorologia" e nel Clima che cambia, dalla scala globale a quella locale. Eventi meteo inaspettati e segnali del clima che cambia: cogliere quale sarà il clima futuro partendo da quello presente, con Luca Onorato, previsore e climatologo presso il Centro Funzionale di Arpal Liguria, autore di numerose pubblicazioni e articoli scientifici tra cui coautore del libro di Hoepli, 2016 ” Wave Watching lo spettacolò delle mareggiate ” (introduzione di Luca Mercalli) e Maurizio Ratti, responsabile dell’osservatorio meteo di Pontremoli, membro del direttivo SMI, Società Meteorologica Italiana, e della redazione di Nimbus.

In questo breve viaggio scopriremo prima con Luca Onorato le principali differenze meteorologia e il clima, anche attraverso la testimonianza fotografica, per cogliere al meglio la preoccupazione del mondo scientifico sull’entità del cambiamento climatico attuale e i fattori che lo differenziano rispetto al passato! I cambiamenti climatici di oggi, rispetto a quelli precedenti che erano legati a cause naturali, infatti, si stanno verificando con una rapidità eccessiva che eccede di parecchio quella legata ai processi naturali, riconducibile con un elevata probabilità alle attività umane, prime fra tutte le emissioni dei gas serra climalteranti che rilasciamo nell’atmosfera oltre i cambiamenti nell’uso del suolo. Questi fenomeni già conosciuti a scala globale sono ormai osservabili e spesso risultano amplificati a scala locale soprattutto in aree “hot spot” come quella mediterranea. Non è un caso che alla fine del secolo scorso siamo entrati in una nuova era chiamata “antropocene”, in cui l’uomo e le sue attività hanno trasformato il pianeta, in un paziente “intossicato” che da uno stato di “alterazione” sta andando verso uno stato di “febbre alta” o “polmonite”.

A seguire, con Maurizio Ratti, potremo passare in rassegna il nostro clima e i suoi numeri, verificando come stia mostrando segni di mutamento da ormai alcuni anni a partire dal campo termico, quello che è più avvertito da parte della gente. E’ fondamentale, nelle analisi di questo tipo, disporre di osservazioni e di misure rappresentative, rigorose e continue nel metodo, nel tempo e nello spazio. Perciò è importante tenere sott’occhio con molte cura i valori di tutti gli elementi climatici.
Venerdì 31 gennaio 2020 alle 18:22:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Coronavirus, mascherina obbligatoria in Toscana. Tu sei d'accordo?

Chi è il miglior giocatore del Podenzana?




















Chi è il miglior giocatore dell'Atletico Carrara?





































Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News