LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Scoperta una discarica abusiva a Pian della Quercia

"Incastrata" una ditta del lapideo. I carabinieri: «Le mascherano come livellamenti dei terreni»

Scoperta una discarica abusiva a Pian della Quercia
Lunigiana e Apuane - I Carabinieri forestali di Fivizzano sono intervenuti insieme ad ARPAT ed ai tecnici del Comune di Licciana Nardi per porre fine ad uno smaltimento illecito di rifiuti in località Pian della Quercia.
Vicini alle sponde del Torrente Taverone c'erano mezzi meccanici al lavoro; sul retro del capannone di una ditta che operava nel settore lapideo era in atto la movimentazione di terreno e rifiuti vari con riporto di materiale fino a quasi due metri di altezza. Per lo più i rifiuti erano costituiti da residui della lavorazione lapidea (marmettola, sfridi di taglio, scaglie ecc.) ma con presenza anche di altri materiali: legno, plastiche, rottami metallici ma anche un’auto ed un furgone abbandonati da anni. Inoltre era stata realizzata una platea cementata con sovrastante tettoia e riportato materiale riciclato come per realizzare un piazzale di parcheggio od un’area ad uso industriale. Tutto ciò alterando un’area di circa 3.000 metri quadrati in assenza di qualsiasi autorizzazione, come attestato dal tecnico comunale.

Vista la vicinanza del torrente, la zona è tutelata dal vincolo paesaggistico per cui oltre all’abuso edilizio è stata contestata la violazione della relativa normativa oltre alla gestione illecita dei rifiuti, che non possono certo essere utilizzati tal quali per interventi di riempimento e riporto.

I carabinieri, dopo aver svolto le verifiche del caso, hanno proceduto a sequestrare l’area ed a denunciare il titolare della ditta proprietaria dell’area quale committente e responsabile degli abusi. Se dagli accertamenti successivi non si evidenzierà la presenza di rifiuti pericolosi, verrà richiesta la completa rimozione dei rifiuti, così da chiudere il procedimento penale al più presto e senza più gravi conseguenze per il responsabile.

In più occasioni si sono osservate recentemente operazioni del genere, talvolta mascherate come livellamenti o miglioramento dei terreni agricoli. Per questo l’attenzione sul territorio da parte dei forestali è elevata; non si può escludere che in alcuni casi operazioni del genere vengano condotte anche per smaltire rifiuti pericolosi, con i conseguenti rischi per la salute dei cittadini.
Martedì 8 maggio 2018 alle 16:15:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News