LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 23.03 del 21 Novembre 2017

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Sarzana al centro di un giro di droga da nord a surd | Video

La Guardia di Finanza smantella una rete di spaccio che andava da Milano a Pisa, piazze di "rifornimento", e coinvolgeva diverse persone alla Spezia e in Val di Magra. Usati cani, intercettazioni e un elicottero per le indagini, partita 8 mesi fa.

Sarzana al centro di un giro di droga da nord a surd<span class=´linkFotoA1Articolo´> | <a href=´/videogallery/Operazione-guardia-di-finanza-84.aspx´ class=´FotoVideoA1´>Video</a></span>
Lunigiana e Apuane - - La Compagnia della Guardia di Finanza di Sarzana, guidata dal capitano Salvatore D'Angelo, su ordine della Procura della Repubblica della Spezia ha eseguito sei ordinanze di custodia cautelare in carcere e undici decreti di perquisizione domiciliari tra la Spezia, Sarzana, Santo Stefano Magra, Cesano Boscone (Milano), Carrara, Massa e Pontedera. L’attività nasce nel febbraio del 2017 a seguito dell’intensificazione dei servizi istituzionali disposta dal comando provinciale della Spezia volta, tra l’altro, alla prevenzione dello spaccio di sostanze stupefacenti soprattutto verso i giovani e nelle aree, purtroppo già note per simili episodi, di Sarzana e Santo Stefano di Magra.

Nel corso delle indagini coordinate dalla Procura della Repubblica della Spezia, è stato disposto l’utilizzo di indagini tecniche - intercettazioni telefoniche - che hanno permesso agli operanti di individuare due filoni di rifornimento e di spaccio. Un primo filone d’indagine ha riguardato soggetti di nazionalità marocchina che operavano soprattutto tra Sarzana, Santo Stefano di Magra e Carrara i quali reperivano le sostanze stupefacenti nella periferia di Milano. Un secondo filone d’indagine ha visto invece protagonisti soggetti di nazionalità tunisina che erano dediti allo spaccio di sostanza stupefacente di tipo eroina i quali si rifornivano in provincia di Pisa.

Alla conclusione delle indagini, il procuratore Antonio Patrono e il sostituto procuratore Maurizio Caporuscio, appuravano la commissione dei reati in materia di stupefacenti e richiedevano le ordinanze di custodia cautelare in carcere, emesse nei giorni scorsi dal Gip della Spezia nella persona dal giudice Marta Perazzo. Gli arresti, unitamente ai decreti di perquisizione, hanno riguardato cinque soggetti di nazionalità marocchina, tre soggetti di nazionalità tunisina, un nigeriano ed un cittadino italiano.

L’operazione è stata resa possibile anche grazie al supporto di un elicottero del corpo (NH500), delle unità cinofile di Genova e della Spezia, nonché dei reparti territoriali di Corsico, Massa-Carrara e Pontedera. L’attività investigativa ha complessivamente consentito di trarre in arresto dieci soggetti di cui quattro già arrestati in flagranza di reato e attualmente detenuti in carcere. Sono stati sequestrati complessivamente 2,2 chilogrammi di marjuana, 200 grammi di cocaina, 97 grammi di eroina, oltre a vari bilancini e materiali per il confezionamento. Le perquisizioni hanno inoltre permesso di individuare quattro cittadini extracomunitari clandestini e sequestrare 1.200 euro in contanti. Nel complesso le indagini condotte dalla compagnia della Guardia di Finanza di Sarzana hanno di fatto smascherato una fitta rete di spacciatori.
Giovedì 26 ottobre 2017 alle 12:43:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video

26/10/2017 - Operazione guardia di finanza



Notizie Massa Carrara



VIDEOGALLERY


FOTOGALLERY



VIDEOGALLERY

























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Via Fratelli Rosselli, 33 - 19121 La Spezia
Direttore responsabile: Luca Borghini

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News