Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 13.33 del 24 Settembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Provoca incidente a Aulla e scappa

Un 47enne di Villafranca con alcuni precedenti alle spalle è stato individuato grazie all'analisi di ore e ore di filmati. Aveva invaso la corsia opposta della Statale della Cisa, finendo contro un furgone.

Provoca incidente a Aulla e scappa
Lunigiana e Apuane - Tutto è nato dalla denuncia che il conducente di un furgone ha presentato nei giorni scorsi al comando di Polizia locale di Santo Stefano Magra perché un pirata della strada gli aveva provocato un danno e si era dileguato.

Il malcapitato, residente a Santo Stefano, riferiva agli agenti del comando diretto dal comandante Flavio Toracca, che una Lancia di colore scuro, il giorno precedente, intorno alle 7.20 circa, aveva completamente invaso la sua corsia sulla Statale della Cisa all’altezza di Calamazza nel Comune di Aulla. Il conducente dell’autocarro, in preda al panico si è quindi accostato immediatamente per constatare i danni. Nel frattempo, invece, l’ignoto guidatore della Lancia Y, dopo essere finito fuori strada, si era rimesso repentinamente in marcia con direzione Santo Stefano, dandosi alla fuga.

Immediatamente dopo la querela sono scattate le indagini da parte degli agenti del comando di Polizia locale che hanno passato al setaccio ore e ore di filmati di tutte le telecamere del territorio, ricostruendo i passaggi della Lancia. L’auto è stata quindi identificata nella vettura in uso ad un residente nel Comune di Villafranca in Lunigiana. Con la collaborazione dei colleghi delle Polizie locali di Aulla e Struttura unica della Lunigiana gli agenti, coordinati dall’Ufficiale di polizia giudiziaria Michele Ottolini, vice comandate della Polizia locale di Santo Stefano, si sono recati presso l’abitazione del proprietario del veicolo, al quale sono arrivati dopo una serie di indagini sul territorio. Sotto casa era parcheggiata la Lancia Y incriminata, con danni evidenti che non lasciavano dubbi agli agenti di polizia.
L'uomo, pavimentista quarantasettenne pluripregiudicato, è stato pertanto deferito all’autorità giudiziaria con la denuncia per danneggiamento aggravato che prevede nel massimo una pena detentiva fino a 3 anni di reclusione, oltre che le sanzioni amministrative per fuga da incidente stradale (296 euro) e la decurtazione di 4 punti dalla patente.
La fortuna ha voluto che il conducente dell’autocarro non abbia riportato danni fisici a seguito del sinistro, ma l'altro non lo poteva sapere e pertanto il suo comportamento verrà ritenuto una aggravante dell'accusa, essendo stato ribadito recentemente dalla Suprema Corte di Cassazione l’obbligo, per chi rimane coinvolto in un incidente stradale, di fermarsi non solamente per ottemperare al dovere giuridico (e morale) di prestare soccorso ma anche per garantire che possa essere identificato anche dalle forze di polizia che intervengono per i rilievi.
Mercoledì 31 gennaio 2018 alle 18:45:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News