Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Nasconde una officina in mezzo al bosco: denunciato 30enne

Aveva allestito tutto nei boschi di Aulla. dentro una baracca in lamiera aveva tutto l’occorrente per la manutenzione dei veicoli, come chiavi inglesi, pneumatici e batterie. Non contento, aveva sistemato anche un forno da carrozziere.

Nasconde una officina in mezzo al bosco: denunciato 30enne
Lunigiana e Apuane - La Polizia Stradale di Massa ha denunciato un uomo che, pur lavorando in un’azienda meccanica, gestiva pure un’officina abusiva nei boschi di Canova di Aulla (MS). L’uomo, un trentenne originario della zona, è stato colto con le mani nel sacco dagli investigatori della Sottosezione di Pontremoli, che avevano ricevuto una soffiata. I poliziotti lo hanno sorpreso mentre stava riparando un’auto senza curarsi di tutti quegli alberi che lo circondavano.
Non era autorizzato a quel lavoro, ma dentro una baracca in lamiera aveva tutto l’occorrente per la manutenzione dei veicoli, come chiavi inglesi, pneumatici e batterie. Non contento, aveva sistemato anche un forno da carrozziere, al cui interno c’era una Fiat 500 vecchio modello, nonché due moto da cross.
Sparse tra la vegetazione gli agenti hanno trovato una decina di rottami di auto e moto, da cui lui ricavava i pezzi di ricambio, oltre a un bidone colmo di olio esausto e alcuni sacchi contenenti bombolette di solventi e colori. Insomma, tutti rifiuti speciali che andavano trattati e smaltiti con cura e non in quel modo.
Mentre il personale dell’ARPAT, chiamato dai poliziotti, ha preso nota dello scempio ambientale, lui ha provato a discolparsi, dicendo che quello era solo il suo hobby preferito e che si trattava di veicoli ricevuti da parenti e amici. Ma gli investigatori non ci sono cascati e hanno recuperato la sua agenda, ove lui aveva annotato tutte le riparazioni effettuate, nonché il danaro ricevuto in acconto e anche quello a saldo. La Polstrada, attenta anche alla tutela dell’ambiente, ha denunciato il furfante, sequestrandogli agenda, attrezzi e l’area da lui inquinata.
Mercoledì 10 gennaio 2018 alle 17:38:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Spiaggia libera o stabilimento balneare?
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News